Cleome hassleriana

Generalità

La Cleome hassleriana è una erbacea annuale che raggiunge i 100-150 cm di altezza, originaria dell'America meridionale; produce lunghi fusti eretti, erbacei, rigidi, di colore verde chiaro, ricoperti da una sottile peluria, che portano grandi foglie composte, portate da lunghi picciuoli, costituite da 5-7 foglioline, di colore verde scuro; sulla pagina inferiore sono ricoperte da una sottile peluria e munite di piccole spine. Dall'inizio dell'estate fino all'autunno all'apice dei fusti di Cleome hassleriana sbocciano piccoli fiori di colore bianco, rosa o viola, riuniti in particolari infiorescenze sferiche, o a forma di corona. I fiori e le foglie sono intensamente profumati; la fioritura prolungata rende queste piante molto adatte ad essere coltivate in giardino, come piante di sfondo per altre annuali, o anche in piccoli gruppi.
Cleome


Esposizione

Cleome Le piante appartenenti alla specie di Cleome hassleriana preferiscono le posizioni soleggiate, ma tollerano anche le posizioni poste a mezz'ombra. Temperature inferiori ai 5-8°C portano al disseccamento delle piante. Per questo motivo, questo genere di pianta, viene coltivata come annuale, anche se può assumere le caratteristiche delle perenni, in quanto tende ad autoseminarsi e a presentare nuove piante l'anno successivo.

  • Cleome Pianta annuale di grandi dimensioni, originaria dell'America centrale e meridionale, molto diffusa in coltivazione in Europa; produce rapidamente un ampio cespo, con sottili fusti erbacei eretti, che ...


Annaffiature

cleome Per quel che concerne la fornitura di acqua per la corretta crescita di questo genere di pianta annuale, è bene sapere che gli esemplari appartenenti a questa varietà annuale sopportano senza problemi periodi anche prolungati di siccità, non temono il caldo estivo, ed in genere si accontentano delle piogge. Per esemplari giovani e che necessitano di crescere, può essere opportuno, fornire una maggiore quantità d'acqua, soprattutto in presenza di lunghi periodi siccitosi.


Terreno

cleome Per coltivare al meglio questo genere di pianta è bene porre a dimora in un terreno abbastanza ricco di humus, soffice, leggero e molto ben drenato; è bene, infatti, che nel terreno non si formino ristagni d'acqua che potrebbero provocare marciumi radicali deleteri per la salute della pianta. Si pongono a dimora in maggio, quando le temperature minime sono al di sopra dei 10°C e non si corre il rischio di incorrere in gelate tardive o in abbassamenti di temperatura repentini che risulterebbero fatali per la crescita di queste piante.


Moltiplicazione

La moltiplicazione di questo tipo di piante avviene per seme, dopo aver lasciato i semi in acqua per circa 24 ore; si seminano in marzo, in semenzaio protetto, oppure direttamente a dimora, in maggio. Accade molto spesso che questo genere di pianta si autosemini, così che l'anno successivo si sviluppano nuove piante, nate dai semi lasciati dalle piante dell'anno prima, anche se, per un risultato sicuro, è bene procedere con la semina manuale, che garantisce un maggiore grado di riuscita.


Cleome hassleriana: Parassiti e malattie

cleome spesso gli afidi attaccano i nuovi germogli e i fiori. Per questo è opportuno intervenire preventivamente con prodotti antiparassitari ad ampio spettro che proteggeranno le piante, oppure, in presenza di parassiti, è possibile ricorrere all'uso di prodotti naturali, come un macerato di ortica da vaporizzare sugli esemplari colpiti o un composto preparato con acqua e sapone di marsiglia, nella quantità di un cucchiaino in un litro d'acqua, che aiuterà a contrastare efficacemente la diffusione degli afidi.


  • cleome Pianta annuale di grandi dimensioni, originaria dell'America centrale e meridionale, molto diffusa in coltivazione in Eu
    visita : cleome



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO