Girasole - Helianthus annuus

Generalità

Il girasole è una pianta erbacea annuale originaria dell'America settentrionale; diffusa in Europa e in Australia, coltivata per uso alimentare, soprattutto nell'industria olearia. Le varietà da olio hanno dimensioni imponenti, con fusti alti anche due metri e fiori con diametro di 25-50 cm, mentre le varietà da giardino si mantengono entro gli 80-90 cm di altezza, con varietà nane di 30-40 cm di altezza. Questo genere di pianta ha fusti eretti, carnosi, ruvidi e rigidi, che portano larghe foglie alterne, cuoiose, con picciolo allungato; in piena estate, all'apice dei fusti, si sviluppa una grande infiorescenza appiattita, detta calatide, costituita da numerosissimi fiorellini, circondati da uno o più giri di brattee di colore giallo oro; in tarda estate i fiorellini lasciano il posto ai frutti, acheni legnosi, di colore grigio-crema, striato di nero. La "noce" all'interno dell'achenio è commestibile. L'infiorescenza del girasole è dotata di movimento eliotropico: il fiore è sempre rivolto verso il sole, da questa proprietà deriva il nome della pianta. Esistono numerose cultivar, anche di dimensioni contenute entro i 15-20 cm, con fiori di colori vari, dal rosa al rosso.
Girasole

Extragifts Fiori in lattina - Girasole

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€


Esposizione

Girasole Per ottenere la miglior crescita possibile i girasoli si pongono a dimora in pieno sole; possono svilupparsi anche in ombra parziale, purché possano godere dell'esposizione ai raggi solari per almeno 5-6 ore al giorno.

Queste piante si sviluppano meglio in luoghi con estati calde.

  • Girasole Il nome latino è helianthus annuus, e proprio come il nome comune significa fiore del sole; come tutti sanno il girasole è un fiore particolare, che con il suo ampio disco segue il sole nell'arco dell...
  • girasole Nome: Helianthus annuus L.Raccolta: I semi in autunno e i fiori tra giugno ed agosto.Proprietà: diuretico, carmatico, antinevralgico. L'olio ricavato dai semi è usato per la prevenzione dell'a...
  • girasole E’ un fiore che ha origini antiche: nell’America settentrionale sonostati trovati resti di questo fiore che risalgono a tremila anni prima di Cristo. Gli Indiani d’America lo consideravano una piant...
  • pelargonium Salve sono Vincenzo da Napoli e mi e venuta un idea che adesso vi spiego. E possibile mettere in un vaso da 35 centimetri un seme di Geranio uno di Girasole ed uno di Calendula????? Cresceranno bene??...

ZOLUX Girasole per uccelli da giardino - Alimenti uccelli

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,98€


Annaffiature

helianthus annus Le specie da giardino di girasole amano essere annaffiate regolarmente, lasciando però asciugare molto bene il terreno tra un'annaffiatura e l'altra.

Possono sopportare senza problemi periodi di siccità anche lunghi; gli esemplari appartenenti a questa varietà temono maggiormente i ristagni idrici che non la siccità. Essi, infatti, possono provocare marciumi radicali che compromettono irrimediabilmente la crescita della pianta.

Questo genere di pianta non richiede concimazioni particolari.


Terreno

girasole Gli esemplari di girasole crescono senza problemi in qualsiasi terreno; per ottenere fioriture prolungate e abbondanti è bene lavorare in profondità il terreno in cui si intende porre a dimora un girasole, aggiungendo una buona quantità di concime organico, o di fertilizzante a lenta cessione. Queste piante annuali sviluppano un apparato radicale di dimensioni ragguardevoli, è quindi consigliabile evitare di coltivarle in vaso.


Moltiplicazione

La moltiplicazione per ottenere nuove piantine avviene per seme; si seminano in letto caldo in febbraio-marzo, per consentire il corretto sviluppo a temperature più elevate, senza pericolo che bruschi cali di temperatura ne compromettano la salute, oppure direttamente a dimora in aprile-maggio. I semi raccolti dai fiori dell'anno precedente non sempre producono piante con caratteristiche identiche a quelle della pianta madre.


Girasole: Parassiti e malattie

girasole Occasionalmente gli afidi si collocano al di sotto e all'interno delle infiorescenze. In questo caso è opportuno intervenire con prontezza attraverso l'uso di uno dei numerosi prodotti specifichi disponibili in commercio, oppure, ricorrendo a dei metodi naturali a base di ortica o di aglio, con i quali si preparano dei composti da vaporizzare sulle piante colpite.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Durante i mesi freddi annaffiare saltuariamente, inumidendo il terreno ogni 25-30 giorni, evitando di bagnare eccessivamente il substrato.


Tenere asciutto
concimazione
In inverno è consigliabile sospendere, o ridurre drasticamente, le concimazioni; infatti un eccessivo sviluppo di vegetazione tenera e di nuovi germogli esporrebbe eccessivamente le piante al rischio di gelate.


Esigenze della piante a dicembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO