Campanella - Ipomoea

Generalità

al genere ipomoea appartengono centinaia di specie, originarie dell’America meridionale, dell’Asia e dell’Africa meridionale; molte specie producono grossi tuberi, utilizzati nell’alimentazione, di altre invece si consumano le foglie, crude o cotte. Gran parte delle specie annuali rampicanti vengono invece coltivate per i vistosi fiori estivi. Hanno fusti sottili, volubili, con un grandissimo sviluppo, che permette di coprire in una sola stagione ampi pergolati. Il fogliame è grande, di forma trilobata, ovata o cuoriforme; in estate producono grandi fiori a campanula, di colore vario, dal rosa al viola, dal lilla al blu; talvolta con gola in colore contrastante, con bordi bianchi, striature o bicolori; alcune specie producono fiori delicatamente profumati, oppure hanno fogliame di colore giallo-dorato o verde-blu. Con l’arrivo dei primi freddi autunnali la parte aerea si dissecca; se l’inverno non è eccessivamente rigido spesso la pianta ricomincia a svilupparsi l’anno successivo. I. violacea ha grandi fiori viola o rosa, con gola bianca; I. quamoclit ha fogliame sottile, di colore verde chiaro, e fiori di colore rosso acceso.
Ipomea


Esposizione

Ipomea La campanella è una specie di pianta che richiede molta luce per svilupparsi e crescere al meglio. Predilige infatti esposizioni ben soleggiate, possibilmente luoghi in cui i raggi del sole arrivano diretti sulle foglie e il fusto della pianta. Le ipomoeae si pongono a dimora nelle vicinanze di una ringhiera o di un graticcio, in modo che i fusti si possano attorcigliare e sviluppare liberamente. Per quanto riguarda la temperatura, non necessitano di particolari condizioni climatiche. Sopportano bene i climi più caldi e afosi mentre al contrario, durante la stagione più fredda dell'anno, le piante di campanella potrebbero presentare qualche difficoltà. La temperatura non dovrà quindi scendere al di sotto dei 15 °C.

Ulteriore consiglio per coltivare le piantine di campanella è quello di scegliere un luogo ben ventilato ma senza troppe correnti d'aria forti in modo tale da poter vedere la propria ipomoea svilupparsi senza difficoltà.

  • Patata americana le patate americane sono originarie dell’America centro meridionale, dove vengono coltivate per i loro tuberi commestibili, ricchi di amido, leggermente dolciastri; queste erbacee perenni rampicanti s...
  • Patata americana Viene comunemente chiamata patata americana, anche se i grossi tuberi somigliano alle patate soltanto per la forma; in effetti le patate americane, il cui nome botanico è ipomoea batatas, sono le gros...
  • leucojum aestivum Il Leucojum è un genere costituito da una decina di specie di piante bulbose originarie dell'Europa, dell'Asia e del nord Africa. I bulbi rotondi, con un diametro di circa 5-7 cm, producono un fusto l...


Annaffiature

ipomea In genere le campanelle sopportano senza problemi la siccità, ma per ottenere un’ottima ed abbondante fioritura è consigliabile annaffiare regolarmente, lasciando il terreno asciutto per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; ogni 10-12 giorni mescolare del concime per piante fiorite all’acqua delle annaffiature. Durante la stagione invernale, le annaffiature vanno chiaramente ridotte, è opportuno lasciare quasi asciutto il terreno per evitare ristagni e marciumi della pianta. Un suggerimento importante è quello di utilizzare un sottovaso per garantire alla campanella il sostentamento di cui ha bisogno ma evitando di dover lasciare il terreno troppo umido. Il fondo del vaso non dovrà comunque essere a contatto con l'acqua.


Terreno

Porre a dimora in terreno soffice e molto ben drenato; si può preparare un terreno ottimale mescolando del terriccio universale con una buona quantità di lapillo o pietra pomice. Per mantenere al riparo il tubero sotterraneo si consiglia di coprire il terreno alla base della pianta con foglie secche o lapillo.


Moltiplicazione

ipomoea In genere la riproduzione della ipomoea avviene per seme; i piccoli semi si pongono a dimora direttamente all’aperto, nel luogo in cui si vorrà veder sviluppare la pianta; per ottenere arbusti folti e una fioritura continua si ripetono 2-3 semine, a distanza di 2-3 settimane.


Campanella - Ipomoea: Parassiti e malattie

Le campanelle vengono spesso attaccate dagli afidi e dagli acari. Per questo è bene tenere controllate le specie più giovani, più soggette all'attacco di parassiti, ed utilizzare prodotti specifici antiparassitari per eliminare il problema.





Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, illuminato direttamente dai raggi solari per poche ore al giorno.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO