Ginepro - Juniperus communis

Generalità

Il Juniperus communis è una specie rappresentata da arbusti dal portamento maestoso o da alberi di piccole e medie dimensioni che si sviluppano prevalentemente in altezza.

In ogni caso il ginepro, nome comune per questo genere, è una pianta rustica, che raggiunge un'altezza che varia tra i 2 e i 4 metri ed un diametro che può arrivare ad essere anche di 4 metri circa.

I fiori di questo tipo di piante sono molto piccoli, quasi impercettibili; il fogliame è costituito da piccole foglie simili ad aghi, profumate e di colore verde scuro. I frutti sono piccole bacche di forma tonda/ovale di colore verde durante i primi anni, di colore blu a partire dal terzo.

ginepro

Vivai Le Georgiche JUNIPERUS COMMUNIS REPANDA (GINEPRO)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,2€


Clima

juniperus communis Per quanto riguarda la migliore esposizione, essendo una pianta tipica dei boschi e delle lande dell'emisfero settentrionale (spesso cresce rigogliosa anche nei boschi di conifere), il ginepro resiste anche a temperature rigide, anche a quelle che arrivano di gran lunga al di sotto dei 0°C, fino a -13°C.

La posizione migliore per il suo sviluppo comunque deve essere piuttosto soleggiata o di ombra parziale. E' una pianta rustica e resistente che non risente particolarmente dell'azione del vento, quindi può essere coltivata senza problemi anche in zone piuttosto ventose.

  • Ginepro strisciante Il Juniperus horizontalis o ginepro strisciante è un arbusto tappezzante, di piccole dimensioni, sempreverde, originario dell'America settentrionale. Ha portamento arcuato, ricadente, e forma ampie ma...
  • Ginepro grande arbusto o piccolo albero sempreverde, diffuso in tutte le zone temperate dell’Emisfero settentrionale; si tratta di una essenza molto longeva, che può raggiungere gli 8-10 metri di altezza; esi...
  • ginepro Nome: Juniperus communis L.Raccolta: Le foglie tutto l'anno ad eccezione dei mesi più freddi, i frutti in autunno.Proprietà: Aperitivo, diuretici, antireumatici, depurativo, balsamico.Fami...
  • ginepro salve a tutti! a che distanza devo mettere a dimora del ginepro fenicio e del ginepro coccolone e secondo quale schema per ottenere una siepe schermante ma dall'aspetto naturale? tipo cespuglioso? gra...

Vivai Le Georgiche JUNIPERUS COMMUNIS OBLONGA PENDULA (GINEPRO)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,3€


Terreno

ginepro Il terreno migliore per la coltivazione deve essere ben drenato.

Il terriccio da utilizzare è di tipo poroso o in ogni caso in grado di trattenere l'acqua per avere il corretto grado di umidità, senza la formazione di ristagni idrici. I terreni migliori sono quelli neutri o leggermente alcalini e non cresce bene in quelli argillosi. Il ginepro è comunque una pianta che riesce ad adattarsi anche in zone non particolarmente accoglienti, riuscendo a cresce spontaneamente anche in luoghi piuttosto aridi.


Riproduzione

juniperus communis La moltiplicazione del Juniperus communis per ottenere nuovi esemplari deve avvenire durante la stagione autunnale e si ottiene prelevando talee legnose dalla pianta matura. Le nuove talee vanno messe a dimora in un substrato composto da torba e sabbia e vanno fatte radicare in serra fredda durante il primo inverno, prima di essere collocate all'aperto. Le talee si sistemano singolarmente nei vasi.

Queste piante possono anche propagarsi per seme.


Tecniche colturali

Il Juniperus communis è una pianta robusta e resistente alla quale le attenzioni da dedicare sono poche. Da sottolineare l'utilizzo delle foglie e delle bacche per produrre liquori di carattere digestivo.

Proprio per questo motivo il Ginepro trova applicazione tanto in ambito culinario che medicinale. Le foglie, infine, sono piuttosto irritanti.

Le piante di ginepro ha bisogno di avere costanti annaffiature nel corso dei primi anni di crescita, avendo cura di controllare che non si formino ristagni d'acqua, mentre gli esemplari adulti, una volta cresciuti, sopportano senza problemi anche periodi di siccità.


Ginepro - Juniperus communis: Parassiti e malattie

ginepro Essendo questa varietà rustica e resistente, risulta essere poco colpita dai parassiti ma può mostrare segni della presenza di cocciniglie, per le quali, è consigliabile intervenire con l'utilizzo di prodotti insetticidi specifici. Un altro problema che caratterizza questo genere di piante è quello dei marciumi radicali, provocato, di solito, dalla formazione di ristagni idrici, dovuti ad un terreno troppo compatto.


Guarda il Video



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Consigliamo di annaffiare la pianta solo se il terreno è completamente asciutto, evitando gli eccessi.


Tenere Umido
concimazione
In questo periodo dell'anno la concimazione ha lo scopo di preparare le piante alla stagione fredda; in genere si interviene una sola volta, utilizzando un concime a lenta cessione specifico per piante verdi, non troppo ricco in azoto.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO