amaryllis



In questa pagina parleremo di :vedi anche : Amaryllis amaryllis

Vengono comunemente chiamati Amaryllis, o amarillidi, dei grandi fiori di origine sudamericana; in realtà il loro nome botanico è hippeastrum. Il nome utilizzato più comunemente deriva dal fatto che i fiori di hippeastrum somigliano molto ai fiori di amaryllis, un’altra bulbosa, ma di origine sudafricana. Gli amaryllis (non li chiamiamo hippeastri perché questo nome non viene utilizzato praticamente mai in Italia per indicare queste piante) vengono coltivati come bulbose da appartamento da tantissime decine di anni; nel corso del tempo si sono prodotti numerosi ibridi, tanto che al giorno d’oggi in vivaio si trovano quasi solo ibridi, mentre le specie botaniche sono riservate ad intenditori e collezionisti.

Si tratta in generale di bulbose di grandi dimensioni, con bulbi tondi che superano anche i 10-12 cm di diametro; in primavera il bulbo produce lunghe foglie coriacee, a nastro, che possono raggiungere tranquillamente i 45-50 cm di lunghezza, di colore verde scuro, lucide; tra le foglie in primavera inoltrata o in estate si erge uno spesso fusto carnoso, che porta alcuni grandi fiori a trombetta. I fiori di amarilli sono in genere di colore rosso, rosa o arancio, ma esistono ibridi div ario tipo, con fiori bianchi e raramente gialli.

Ogni bulbo produce 3-6 lunghe foglie, fino a due fusti floreali, e su ogni fusto possono sbocciare fino a 5_6 fiori. In effetti questo accade solo se il bulbo viene ben coltivato e “ingrassato” nella stagione precedente; se la coltivazione è poco corretta e la pianta non riesce a produrre sufficienti riserve per l’anno successivo, più probabilmente dovremo accontentarci di 1-2 fiori. Dopo la fioritura le foglie vegetano ancora per settimane, e all’arrivo dell’autunno disseccano, permettendo al bulbo di entrare in riposo vegetativo.

Coltivare gli Amaryllis

amaryllis

In sud America esistono svariate specie di Hippeastrum, in vivaio però noi comuni mortali troveremo soltanto degli ibridi moderni, e quindi possiamo descrivere quali siano le migliori cure colturali per questi ultimi, che, contrariamente alle varie specie botaniche, hanno esigenze colturali simili.

Come dicevamo prima, si tratta di bulbose a foglia decidua; questo significa che per ottenere di anno in anno nuovi fiori e una vegetazione rigogliosa, dovremo permettere alla nostra bulbosa di potersi riposare durante il periodo invernale, entrando in riposo vegetativo. Per permettere questo, non appena il fogliame dissecca, dovremo sospendere le annaffiature e posizionare il nostro vaso di amaryllis in un luogo fresco, con temperature non superiori ai 10-12 gradi, asciutto e non eccessivamente luminoso.

La primavera successiva il bulbo ricomincerà a germogliare, solo allora riprenderemo le annaffiature, e posizioneremo il vaso in un luogo in cui riceva almeno alcune ore di sole diretto ogni giorno.

Evitiamo esposizioni in pieno sole per lunghe ore, soprattutto per quanto riguarda gli esemplari coltivati in vaso.

Queste piante provengono in origine da zone con clima invernale abbastanza fresco, e molte specie possono sopportare gelate brevi e di scarsa entità; in genere gli amaryllis in Italia possono venire coltivati all’aperto, in piena terra, solo nelle zone meridionali, dove il clima invernale è mite, e le gelate sono solo sporadiche.

Nel resto d’Italia l’amaryllis è da considerarsi una pianta non rustica, e quindi all’arrivo del freddo, in autunno, va posizionato in luogo riparato dal gelo.

In primavera ricordiamo di annaffiare la pianta ogni volta che il terreno è asciutto, evitando di lasciarlo inzuppato d’acqua a lungo; e ogni 10-12 giorni mescoliamo all’acqua delle annaffiature un buon concime per bulbose o per piante da fiore.

In vaso o in piena terra

amaryllis

I bulbi di amaryllis sono grandi, generalmente vengono coltivati in vaso, posizionandoli con l’apice che emerge dal terreno, in vasi abbastanza piccoli, in quanto sembra che fioriscano meglio se vengono posti in contenitori non eccessivamente grandi; producono un bell’apparato radicale, ben ampio e ramificato, quindi sarebbe opportuno rinvasarli ogni anno, quando le foglie sono disseccate, quando li riponiamo al fresco per il periodo di riposo vegetativo.

Volendo possono venire coltivati all’aperto, nelle zone a clima mite, oppure al riparo dal gelo, su un terrazzo, o in un grosso vaso vicino alla casa, esposto a sud. In questo caso è bene interrare gli amaryllis leggermente più in profondità, ed eventualmente anche pacciamarli all’arrivo del freddo; in questo modo il terreno e la pacciamatura renderanno il bulbo meno esposto al freddo.

Per queste piante si utilizza un buon terriccio universale, mescolato con sabbia o pietra pomice, che ne aumentino il drenaggio.

Propagare gli amaryllis

Difficilmente gli amaryllis producono bulbilli, se questo capita è però consigliabile spostare i piccoli bulbi in vasi singoli, in modo che possano accrescersi, senza rubare spazio al bulbo che li ha prodotti; un giovane bulbillo impiega circa 2-3 anni accrescendosi, prima di poter fiorire. DA un bulbillo vengono prodotti fiori identici al bulbo da cui sono stati prelevati.

Gli amaryllis si propagano anche per seme, purtroppo però molti ibridi sono sterili, e i loro semi non danno origine a piccole piante; oltre a questo essendo gli amaryllis in commercio tutti degli ibridi, è difficile prevedere come saranno i fiori delle nuove piante. Spesso poi capita che le piante prodotte da seme siano di scarsa qualità, però non è detto, e quindi è sempre piacevole tentare la fortuna, per vedere che piante otterremo da dei piccoli semi; una pianta originata da seme impiega qualche anno per fiorire, quindi dovremo curarla per un bel po’, mantenendo viva la nostra curiosità per i fiori che verranno.




  1. Commenti
  2. Invia ad amico

commenti

14:28:11 -
antonella - commento su amaryllis
Mi hanno regalato l'Amaryllis ma credo che ho dato troppa acqua che le radici non ne ha più che devo fare.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
17:48:21 -
grazia - commento su amaryllis
Ho 4 amarylli sul balcone, posto a sud al centro di Milano,dopo la fioritura sono rimaste le foglie tutta l'estate e non sono mai seccate. Le ho riposte al riparo dalle intemperie e le foglie sono sempre belle verdi. come devo fare per il riposo invernale? Devo assolutanemte smettere di bagnarle anche se sono così rigogliose? Grazie amici!
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
18:36:05 -
tiziana - commento su amaryllis
ho acquistato un bulbo di amaryllis ad Amsterdam come souvenir e mi è stato detto di poterlo mettere anche in un vaso con sola acqua e così ho fatto, effettivamente sta dando della vegetazione. volevo sapere se posso tenerlo sempre in acqua oppure se devo metterlo in un vaso con del terriccio e se si quando????
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

nome:

email:

commento :

Invia articolo ad un amico










Articoli Correlati



amarillys
Amarillide d'estate - Amaryllis belladonna
L'amaryllis belladonna si distingue per la delicatezza dei suoi colori e del suo profumo. E' originario del Sud Africa; ama il clima caldo ed asciutto. Rispetto all'Hippeastrum, a cui somiglia molto, ...
Vai alla pagina Amarillide d'estate - Amaryllis belladonna
amaryllis
Amaryllis
Gli amaryllis sono bulbose di grandi dimensioni, originarie dell'aFrica, i grandi fiori sbocciano su un lungo stelo carnoso; il loro significato nel linguaggio dei fiori deriva dall'aspetto del fiore, ...
Vai alla pagina Amaryllis
amaryllis pianta
Amaryllis
Gli amaryllis, o Hippeastrum, sono bulbose a foglia caduca, originarie dell'America meridionale; il bulbo, di grosse dimensioni, produce lunghe foglie arcuate, di colore verde scuro. Tra gennaio e giu ...
Vai alla pagina Amaryllis
amarillis
amaryllis
salve!Possiedo alcuni bulbi di amaryllis che un po' di tempo fa ho trasferito in soffitta con luce e ho sospeso l'acqua.Hanno perso tutte le voglie ma vedo che stanno spuntando le nuove.Ora come mi co ...
Vai alla pagina amaryllis
Giardinaggio su Facebook Giardinaggio su Yuotube Forum Giardinaggio Registrazione a Giardinaggio.itForum Giardinaggio


Pagine più visitate di questa settimana
tulipanoTulipano Il genere tulipa, appartenente alla famiglia delle continua...
Fresia  Fresia - Freesia pianta erbacea perenne, originaria dell'Africa mer continua...
lilium martagonGiglio - Lilium Nome: Lilium Nome Comune: Giglio Famiglia: Lili continua...
Croco  Croco - Crocus vernus I crochi sono piccole bulbose perenni, diffuse in continua...
Anemone coronaria Anemone - Anemone coronaria genere di piante erbacee perenni rizomatose, che c continua...




Piante Carnivore

Piante Carnivore
Scopri tramite questa sezione il mondo curioso delle piante carnivore, piante sempre molto apprezzat...

... vai alla pagina Piante Carnivore

Tecniche di giardinaggio

Tecniche di giardinaggio
Il giardinaggio è una filosofia di vita, un modo di pensare, un hobby, ma anche un insieme di tecnic...

... vai alla pagina Tecniche di giardinaggio


Parassiti e Malattie

Parassiti e Malattie
Le piante possono essere colpite da varie avversità: sia climatiche che parassitarie. Nonostante tu...

... vai alla pagina Parassiti e Malattie


  • Esistono piante dai poteri curativi, utilizzate anche in farmacia per le loro straordinarie proprietà. Scoprile e impara a coltivarle grazie a questa rubrica.
  • Scopri la rubrica di giardinaggio.it dedicata alle piante ed ai fiori da giardino. Moltissime schede su altrettante specie ti sveleranno tutti i segreti del giardinaggio.
  • Le tecniche di giardinaggio passate una ad una in rassegna con ampie schede di approfondimento, per scoprire tutto sulle tecniche di coltivazione.
  • Entra nella sezione dedicata ad orto e frutta, dove troverai tutte le piante da orto e le piante da frutto con ampie descrizioni e consigli per la loro coltivazione.