Gelsomino ingiallito

Domanda: perchè il mio gelsomino ingiallisce?

BUONGIORNO VI SAREI GRATA SE MI SUGGERISTE COSA FARE AL MIO CARO GELSOMINO RAMPICANTE CHE STA DIVENTANDO GIALLO GRAZIE
jasminum


Gelsomino ingiallito: Risposta: i motivi per cui un gilsomino potrebbe ingiallire

Gentile Renata,

in Italia vengono comunemente chiamate gelsomino due piante rampicanti abbastanza diversi, ovvero jasminum polyanthum (o altre varietà ibride), i vero gelsomino, e trachelospermum jasminoides, anche detto falso gelsomino.

Le due piante producono in estate fiori tubolari bianchi, intensamente profumati; solo che il vero gelsomino è una pianta abbastanza delicata, che teme il freddo intenso, con fogliame pennato, delicato, e fusti sottili e volubili, che restano semi legnosi anche quando sono molto lunghi. Il trachelospermum jasminoides è invece un giusto compromesso, per chi desidera avere un gelsomino, ma vive in zone con inverni freddi; infatti questa pianta resiste anche al gelo molto intenso, alla siccità, al caldo; ha foglie coriacee, sempreverdi, ovali, di colore verde scuro, e rami volubili abbastanza spessi e abbastanza rigidi.

Ritengo che la pianta di cui parli sia un trachelospermum jasminoides, ma potrei sbagliarmi, visto che non ho alcuna descrizione della pianta, se non per quanto riguarda i sintomi.

Detto questo, queste piante sono robuste, vigorose e resistenti, se ingialliscono si tratta di qualche errore nella coltivazione o di un periodo climatico decisamente sfavorevole.

Le foglie che ingialliscono potrebbero essere dovute a grandi eccessi di annaffiature, e ad un substrato di coltivazione mantenuto a lungo umido, o anche inzuppato d’acqua; queste piante infatti temono molto i ristagni idrici, soprattutto quando vengono coltivate in vaso.

Oltre a questo la motivazione per l’ingiallimento delle foglie potrebbe essere dovuta anche ad eccessi o carenze di Sali minerali nel terreno: se hai concimato la pianta, allora si tratta decisamente di un eccesso di concimazioni, che si risolve con il tempo, dilavando il fertilizzante con le concimazioni.

Potrebbe trattarsi anche di una carenza nutrizionale, anche se è abbastanza strano, visto che il trachelospermum è una pianta dalle scarse esigenze nutrizionali, che spesso vegeta senza problemi anche in terreni non particolarmente ricchi; a meno che la pianta non si trovi in vaso, dove non ha la possibilità di allargare le radici per cercare Sali minerali nelle zone circostanti.

Se si tratta di un vero gelsomino, jasminum polyanthum, le motivazioni per l’ingiallimento sono simili, anche se in effetti è una pianta un poco più delicata, e potrebbe soffrire anche a causa di freddo improvviso o vento forte.

In ogni caso, cerca di annaffiare la pianta solo quando il terreno è asciutto, lasciandolo anche asciugare un giorno di più se ritieni che sia necessario, e concima con parsimonia.

  • Gelsomino giallo Questa specie di gelsomino è originaria della Cina, ed è un arbusto a foglie caduche, resistente al freddo. Si presenta come un ciuffo, più o meno denso, di sottili rami verde scuro, dritti e rigidi; ...
  • Cestrum nocturnum genere che comprende alcune specie di piccoli arbusti sempreverdi, talvolta coltivati come piante vivaci o come annuali, originari dell'America centrale. I cestrum nocturnum hanno lunghi fusti eretti,...
  • Jasminum nudiflorum Siamo abituati a pensare al gelsomino come ad un rampicante con i fiori candidi, profumati; in realtà al genere jasminum appartengono decine di piante, molte delle quali producono fiori di colore gial...
  • Falso gelsomino Il falso gelsomino, botanicamente chiamato Trachelospermum jasminoides e appartenente alla famiglia delle Apocynaceae, è una pianta rampicante originaria dell’Oriente, del Medio Oriente e dell’Americ...


Guarda il Video
  • finto gelsomino Il falso gelsomino, botanicamente chiamato Trachelospermum jasminoides e appartenente alla famiglia delle Apocynaceae,
    visita : finto gelsomino

COMMENTI SULL' ARTICOLO