lauro ceraso

Domanda : lauro ceraso

quante volte alla settimana in primavera e in estate devo bagnare la mia siepe di lauro ceraso?
Lauroceraso

20 Piante Lauroceraso da giardino siepi siepe vaso 7 (20 vasi)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23€


Risposta : lauro ceraso

Gentile Leonardo,

il Lauroceraso (prunus laurocerasus) è una specie di prunus molto utilizzata in Italia per preparare siepi sempreverdi; la diffusione di tale arbusto è dovuta al fatto che è completamente rustico e vigoroso, e non necessita di grandi cure colturali.

Gli esemplari di lauroceraso a dimora in piena terra da lunghi anni, tendono ad accontentarsi dell’acqua fornita dalle intemperie, e quindi necessitano di annaffiature solo in caso di clima particolarmente siccitoso, in primavera o in estate.

Le piante a dimora da poco tempo, quindi da meno di un anno e fino a 2-3 anni dopo averle poste a dimora, necessitano, da marzo a settembre, di sporadiche annaffiature, da fornire quando il terreno è ben asciutto; per favorire lo sviluppo di un apparato radicale profondo e ben ramificato, è preferibile annaffiare copiosamente con lunghi intervalli di temo; mentre le annaffiature fornite spesso e con piccole quantità di acqua tendono a favorire lo sviluppo di un apparato radicale più superficiale, che quindi risente maggiormente dei cambiamenti climatici.

Quindi in genere i giovani laurocerasi si annaffiano più o meno settimanalmente, o anche meno se il clima è piovoso; fondamentale è controllare che il terreno sia ben asciutto prima di annaffiare: affondando un dito alla base degli arbusti si comprende facilmente se il terreno è asciutto anche in profondità; nel qual caso si annaffia abbondantemente.

A fine inverno e in autunno è anche bene spargere ai piedi degli arbusti dello stallatico, o del concime granulare a lenta cessione, che andranno interrati con una zappa.

Se i laurocerasi sono coltivati in vaso, è importante fare maggiore attenzione alle annaffiature, in quanto queste piante non possono allagare il loro apparato radicale a piacere, alla ricerca di acqua o di Sali minerali; quindi, soprattutto nelle stagioni calde ed asciutte, è bene annaffiare ogni volta che si vede la superficie del terreno asciutta.

Durante i mesi freddi, diciamo da ottobre fino a marzo, non è necessario annaffiare le piante, perché, nonostante si tratti di sempreverdi, quando le temperature scendono molto e le giornate si accorciano, la maggior parte delle piante del giardino attraversano un periodo di riposo vegetativo, durante il quale le richieste di acqua e Sali minerali sono drasticamente ridotte.

  • Lauroceraso  Il lauroceraso è un arbusto, o piccolo albero, originario dell’Asia e dell’Europa, molto diffuso nei giardini italiani; appartiene al genere prunus, così come molte piante da frutto molto coltivate. ...
  • lauroceraso Buon giorno,vorrei sapere se posso potare in questo periodo la siepe di lauroceraso,non avendolo potuto fare prima,non vorrei farlo a marzo per non disturbare gli uccellini che ci nidificano dentro la...
  • Lauroceraso salve ,volevo chiederle come risolvere il problema che riguarda una parte della mia siepe di lauro, praticamente le foglie si seccano su tutta la parte esterna e via via arrivando sino all'interno, co...
  • lauroceraso Salve, ho un problema con una siepe di lauro ceraso. Le foglie sono tutte bruciacchiate (secche) nei bordi. Inoltre a qualche a pianta si sono seccati i rami dalla parte inferiore fino alla cima, rami...

1 PIANTA DI CALYCANTHUS PRAECOX CALICANTO D'INVERNO VASO 24CM arbusto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,99€



  • lauro pianta Sono a richiederVi cortesemente informazioni riguardo questo problema:le piante di lauro che ho posizionato per costitui
    visita : lauro pianta
  • lauro siepe Buongiorno, ho un grosso problema con una siepe di Lauro, abbiamo acquistato da poco una casa, i precedenti proprietari
    visita : lauro siepe
  • siepe di lauro Le piante sempreverdi sono le più utilizzate in giardino, al fine di creare siepi decorative. Quest'ultime si possono tr
    visita : siepe di lauro

COMMENTI SULL' ARTICOLO