prato verde

Domanda : prato verde

come mai in un prato verde seminato l'anno scorso quest'anno e cresciuto tutto a chiazze come posso risolvere il problema ha bisogno di essere arieggiato o cosa?
tappeto erboso

Manto/Prato sintetico/Tappeto in erba sintetica 2 x 10m

Prezzo: in offerta su Amazon a: 81,68€


Risposta : prato verde

Gentile Christian,

l’impianto di un tappeto erboso è in certi casi abbastanza difficile, in quanto alcuni eventi climatici ed ambientali possono favorire o sfavorire lo sviluppo delle piante che lo compongono; in genere i tappeti erbosi sono costituititi da piccole piante di graminacee tappezzanti, che, dopo essere germogliate, tendono a costituire una piccola zolla compatta, costituita da foglie e radici, che tende con il tempo ad allargarsi sempre più; nel corso degli anni, ogni singola piantina, si allarga, coprendo tutta l’area che trova a disposizione. L’insediamento di tali piante tappezzanti non è rapido, e sicuramente, per un risultato efficace e duraturo, è necessario curarle, soprattutto nei primi anni di sviluppo. Se semplicemente seminiamo il prato, a fine inverno ad esempio, e lo curiamo solo fino a che i semi sono germogliati, e successivamente ci preoccupiamo soltanto degli sfalci, nel corso dei mesi successivi le graminacee dell’erba troveranno tanti ostacoli da superare ed anche qualcuno che compete contro di loro, ovvero le infestanti. Queste erbe, spesso annuali (quindi in inverno alcune di esse muoiono, lasciando il prato spoglio), tendono ad avere dei cicli di sviluppo molto rapidi, e quindi fioriscono spesso e si disseminano altrettanto spesso. Quindi, si può avere uno scenario in cui noi seminiamo le graminacee, le annaffiamo, attendiamo che germoglino, e in seguito pensiamo solo a scalciarle; contemporaneamente le infestanti si riseminano autonomamente circa sei volte. Alla fine dell’inverno successivo, è semplice capire come il tappeto erboso sia stato colonizzato dalle infestanti, che avranno anche già lasciato a terra i loro semi autunnali.

Per far ben insediare un tappeto erboso, i primi due o tre anni sono fondamentali, ma le cure devono continuare anche in seguito, soprattutto nel caso in cui il clima invernale o estivo sia stato inclemente, uccidendo alcune delle piccole piante.

Quindi è consigliabile, in autunno, arieggiare il tappeto erboso, concimarlo e riseminarlo; allo stesso modo, tale intervento si ripeterà anche a fine inverno. La risemina, l’arieggiatura e la concimazioni sono operazioni fondamentali, importanti soprattutto quando il tappeto erboso è di nuovo impianto, ma imprescindibili anche negli anni successivi; chiaro che, con il passare degli anni, il nostro prato necessiterà di risemine sempre più sporadiche e con poca semente, di concimazioni più o meno sempre uguali, e di arieggiature sempre più profonde.


  • erba Il sogno di tutti gli amanti del giardino è di avere un bel tappeto erboso.Le fasi che si devono seguire per la realizzazione del manto erboso sono molteplici ma tutte molto importanti. ...
  • taglio erba Quando l’erba del vostro giardino avrà raggiunto i 7-8 cm si procederà al primo taglio. Data la delicatezza delle giovani piante è consigliabile l’utilizzo di macchine a taglio elicoidale, oppure util...
  • cynodon dactylon Abito vicino al mare a 50 mt. dalla battigia, sono anni che combatto per poter ottenere un prato erboso decente e resistente ai venti salsi ed alla salsedine. Ho provato di tutto, ma dopo un paio di m...
  • prato abito in piemonte,ho preparato il terreno per il tappeto erboso .Posso passare subito alla semina ,devo tener conto della luna?in attesa di risposta ringrazio...

Maciste - Sementi per tappeto erboso - Ideale per zone aride - 1 Kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,35€



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO