rincospermo

Domanda : rincospermo

buongiorno, a metà aprile ho acquistato una bella pianta di rincospermo da mettere nella mia loggia, è riparata da una vetrata perchè stò ad un'altitudine di circa 600 mt, un bel vaso grande con terra adatta. In questi 2 giorni mi sono accorta che le foglie sono un po' secche, ma la pianta pare ancora vitale ed ha qualche getto. Non ho molto sole, solo 3 ore al mattino, mi hanno detto che è molto resistente. Secondo voi potrebbe essere solo lo stress da rinvaso? Grazie infinite. Micaela


Risposta : rincospermo

Gentile Micaela,

il rincospermo (trachelospermum jasminoides) è una pianta rampicante sempreverde, molto rustica, che presenta pochi problemi di coltivazione; in genere non soffre il gelo, e forse potrebbe vivere anche in piena terra anche dove vivi tu, soprattutto se addossata ad una parete della casa, che provvede il giusto riparo invernale. In genere si tratta di una pianta vigorosa e resistente, che perde le foglie in piccole quantità durante l’anno, soprattutto in periodi di stress; capita spesso che, in caso di qualsivoglia stress vegetativo(rinvaso, eccesso o carenza di concime, carenza o eccesso di acqua) la prima risposta del ricosperno consista nell’imbrunimento di alcune foglie sporadiche, che dopo alcuni giorni cadono; tale evento è abbastanza frequente, per tutto l’arco dell’anno, e in genere si interrompe nel momento stesso in cui si interrompono le cause che l’avevano generato. Potrebbe benissimo essere che le poche foglie scure siano dovute al rinvaso, soprattutto se la pianta manifesta una buona vigoria e sta tranquillamente germogliando, come se nulla fosse; se invece il fenomeno continua, e diviene più esteso, allora forse si tratta di altre motivazioni, quali gli eccessi o le carenze di annaffiature e di fertilizzante, o la carenza di luce solare. In effetti il tuo ricosperno dovrebbe non avere problemi nel luogo in cui lo tieni, anche se riceve poca luce; la scarsità di illuminazione però potrebbe essere causa di fioriture poco cospicue.

Ricordati che le piante coltivate in vaso necessitano di un poco più di cure rispetto a quelle poste in piena terra, in quanto il loro apparato radicale non si può allargare a piacimento, alla ricerca di acqua o di Sali minerali; quindi annaffia il vaso ogni volta che il terreno è ben asciutto, è meglio annaffiare una volta meno, piuttosto che una volta di troppo.

Oltre a questo, ricordati che i rampicanti si sviluppano fuori terra, in proporzione a quanto si sviluppano sotto terra, quindi se vuoi un rampicante lungo e vigoroso, dovrai provvederlo di un bel vaso molto capiente.

  • trachelospermum in fiore Buongiorno. Ho sul terrazzo 2 piante di rincospermo, piantate nell'ottobre scorso. Sono in vasi di circa 70x25 cm alti 30 cm. in pieno sole dalle 8 alle 13. Hanno resistito perfettamente all'inverno, ...
  • ricospermo cerco aiuto,3 settimane fà ho piantato nel mio giardino 3 piante alte 1,5 mt. come erano nel vaso le ho inserite nella terra.A tutto oggi ho 3 piante appassite di foglie e fiori e non sò che altro f...
  • rhyncospermum jasminoides Il suo nome volgare è rincospermo ma può accadere che qualcuno ve lo proponga anche come gelsomino. Il nome scientifico deriva dal greco: "trachelos" significa collo e "sperma" significa seme. Quindi ...
  • gelsomino sempreverde il Trachelospermum appartiene alla famiglia delle Apocynaceae ed è originario dell'Asia. Si tratta di un genere che conta circa 30 specie di arbusti rampicanti sempreverdi, adatti a vivere in zone con...



  • rincospermo Buongiorno. Ho sul terrazzo 2 piante di rincospermo, piantate nell'ottobre scorso. Sono in vasi di circa 70x25 cm alti 3
    visita : rincospermo

COMMENTI SULL' ARTICOLO