Rose con parassiti

Domanda: cos'hanno le mie rose?

come curare rosa dalle macchie bianche tipo muffa
Rose

Mairol Rose fertilizzante Rosenzauber liquido da 1000 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Rose con parassiti: Risposta: le malattie delle rose

Gentile Anna,

dalla tua spiegazione non è facile decidere di che parassita si tratti, soprattutto senza vedere una foto. I parassiti che producono muffe bianche sulle rose sono due: l’oidio e le cicaline.

L’oidio, detto anche mal bianco, è una tipica malattia delle rose, si tratta di un fungo, che da origine su foglie, boccioli e germogli, ad una sottile polvere bianca candida, simile a farina a vedersi, che in realtà crea un vero e proprio strato feltroso sugli organi colpiti, che nell’arco di alcune settimane disseccano. Tale malattia sembra svilupparsi in modo maggiore nei mesi primaverili ed autunnali, con clima fresco e umido; tende a svilupparsi meno in estate, con alte temperature, o su piante esposte alla luce solare diretta; soprattutto perché questi funghi amano svilupparsi nell’acqua che rimane depositata sul fogliame, che in genere non è presente in piena estate, o che comunque tende ad asciugarsi rapidamente. Contro l’oidio in genere si pratica la lotta preventiva: si annaffiano le piante a livello del terreno evitando di bagnare il fogliame; si posizionano le piante in modo che godano di una buona ventilazione; si trattano le rose ed alcune orticole con zolfo, ma solo quando le temperature sono intorno ai 15-20°C, non quando sono maggiori, perché lo zolfo potrebbe risultare tossico per le piante. Esistono anche dei rimedi “casalinghi” che sembrano funzionare anche sulle piante già colpite dall’oidio; il più gettonato consiste nell’aggiungere un paio di cucchiaini di bicarbonato ad un litro d’acqua, ed utilizzare la soluzione per vaporizzare le foglie attaccate dal parassita.

Le cicaline sono invece insetti (non si tratta di cicale vere e proprie, ma siccome somigliano alle cicale, il nome comune più diffuso è questo, o anche metcalfa pruinosa), di dimensioni minuscole, che si possono notare soprattutto scuotendo le piante, perché gli adulti saltellano dappertutto. Tendono a svilupparsi in primavera inoltrata ed in estate; si nutrono della linfa bucando le foglie, lasciando maculature quasi argentee; oltre a questo, sulle piante si notano dei piccoli cumuli di sostanze biancastre, soprattutto sui rametti, all’ascella fogliare: si tratta spesso di cumuli di uova. Sono insetti che vanno debellati appena visti, perché, anche se in genere non provocano danni ingenti alle colture, sono spesso veicolo di virus e batteri, che invece possono causare malattie anche molto gravi alle piante.

Contro metcalfa e cicaline si utilizzano appositi insetticidi, che puoi trovare in qualsiasi vivaio ben fornito.


  • Lapageria rosea La Lapageria rosea è un arbusto rampicante originario del Cile. Ha fusti sottili, che si allungano fino a circa due metri di altezza, molto ramificati; le foglie sempreverdi sono ovate, di colore verd...
  • Rose acapella Genere che conta numerose varietà di arbusti, eretti o rampicanti, originari di tutti i paesi che si trovano nell'emisfero boreale; da queste varietà nel corso dei secoli sono derivate decine di varie...
  • Rosa  floriunda Fiore nobile, coltivato da secoli in tutta l'area del mediterraneo e in Asia, ormai presente nei giardini e nei parchi di tutto il mondo, la rosa è uno degli arbusti preferiti dagli appassionati di gi...
  • Rosa  Le rose sono arbusti coltivati da secoli in tutti i giardini del mondo; in Europa hanno subito decenni di ibridazioni e incroci, che hanno portato alla produzione di moltissime varietà, a fiore partic...

Rosa chiaro Ultra 200 Ml Insetticida Fungicida per Rose uccide afidi afide muffa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,39€


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO