gerani coltivazione

Gerani coltivazione

Il Geranio fa parte della famiglia Geraniaceae e del genere Pelargonium che conta svariate specie che si differenziano tra loro soprattutto per la morfologia della foglia, del fiore e per le colorazioni di questi due elementi.

Le sue origini ci riportano all'Africa australe caratterizzata da un clima tropicale, piovoso, le cui temperature vengono mitigate dai diversi altipiani che si estendono in quei luoghi.

Il geranio ha in generale un habitus suffruticoso o arbustivo ed è perenne. Il fusto si presenta carnoso e in certi casi legnoso con portamento eretto. Le foglie sono alterne e dotate di picciolo, le forme variano notevolmente da specie a specie ma in genere oscillano tra quelle appuntite e quelle lobate. Le nervature sono ben evidenti, il margine può essere dentato e alcune specie hanno foglie ricoperte da tomento, cioè un fitto strato di sottili peli e sono fortemente odorose.

Il fiore è l'elemento che spinge molte persone ad utilizzare queste piante per abbellire i propri balconi. Esso ha un'incredibile diversità di forme e di colori a partire da quelli rosa del crispum, da quelli bianchi del domesticum, per arrivare a quelli rosso porpora dell'angulosum. La caratteristica che li accomuna tutti è la struttura di base: costituiscono particolari infiorescenze e presentano sempre cinque sepali stretti e tomentosi e cinque petali. Il periodo di fioritura va dalla primavera all'autunno e questa fase viene seguita dalla produzione di numerose bacche di forma insolita caratterizzata da un lungo becco in posizione apicale.

Come già accennato, vengono coltivati in casa e, con poche e semplici tecniche di gerani coltivazione, danno un ottimo risultato.

gerani

TERRICCIO SPECIFICO PER LA COLTIVAZIONE DEI GERANEI IN CONFEZIONE DA 20 LT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,9€


Classificazione pelargonium

coltivazione gerani Coloro che non si intendono di piante e fiori, alla parola Geranio non possono associare un'immagine precisa perchè al genere Pelargonium appartengono tantissime specie, tutte ben conosciute. Tanto per citarne qualcuna: Pelargonium grandiflorum che porta fiori grandi con colore variabile dal bianco al rosa con venature porpora; il P. peltatum detto anche Geranio edera che mostra foglie simili a quelle dell'edera, fiori rosa, rossicci o bianchi e fiorisce da maggio a ottobre; il P. tomentosum ha invece un portamento strisciante, fiori bianchi e foglie che, se strofinate, emanano un gradevole profumo di menta fresca; il P. zonale le cui foglie possiedono una macchia scura al centro, le foglie sono rotondeggianti, i fiori possono avere un unico colore o delle striature e sbocciano a formare ombrelle.

Ma questi sono solo alcuni esempi per far comprendere quanto vasto sia questo genere.

  • Gerani Le piante preferite in Italia, ma anche nel resto d'Europa, per abbellire balconi e terrazzi durante la primavera e l'estate. La fioritura è ricchissima, la coltivazione semplice, le cure da prestare ...
  • Geranio In vivaio troviamo decine di varietà di gerani botanici, che scegliamo per il nostro terrazzo, praticamente tutte le piante che portiamo a casa sono varietà ibride o cultivar, create nel corso degli a...
  • pelargonium orange Il pelargonium è da sempre il re indiscusso dei balconi e delle terrazze, sia per la facilità di coltivazione, sia per la quantità incredibile di fiori che può produrre in un anno. Le prime piante di ...
  • geranium subcaulescens splendens Il genere geranium comprende numerose specie di piante perenni e annuali, originarie dell'Asia, dell'Europa e del Nord America. Le piante di geranium costituiscono bassi cespuglietti costituiti da f...


Gerani coltivazione e moltiplicazione

gerani Quasi tutti i rappresentanti del Pelargonium si possono coltivare in casa cercando di rispettare semplici ma importanti accorgimenti. Essi possono tollerare temperature invernali fino a 7 gradi senza subire danni, mentre durante la stagione estiva si adattano anche a temperature piuttosto elevate.

Necessitano di molta luce anche se dovesse arrivare direttamente sulla pianta, ovviamente non per periodi troppo prolungati. Durante la stagione fredda, se le temperature dovessero essere particolarmente rigide, si consiglia di spostare le piante in luoghi riparati dalle gelate e di ridurre l'apporto idrico per permettergli di svolgere il proprio regolare riposo vegetativo. E' importante, invece, innaffiare bene durante l'estate; in genere è necessario farlo ogni due giorni ma se le temperature sono molto elevate, anche quotidianamente. Il quantitativo di acqua non deve creare ristagni nel terreno, ma deve essere sufficiente per bagnarlo.

La terra che si consiglia di utilizzare è un misto di torba e terra argillosa per facilitare il drenaggio dell'acqua.

Il Geranio si moltiplica per talea; questo processo deve essere effettuato a marzo o in estate creando una talea di 8-10 cm dalla pianta già esistente. A questo punto preparare un vaso di piccole dimensioni con torba e sabbia che dovrà essere tenuta umida e non a contatto diretto con la luce del sole.

Quando si noteranno i primi germogli sarà possibile spostare la nuova piantina in un vaso più accogliente, ma di dimensioni non elevate, con le caratteristiche sopra descritte.

Il Geranio necessita della potatura annuale che deve essere effettuata in primavera e i rami devono essere tagliati a un terzo della loro lunghezza. La potatura renderà la pianta più forte e resistente.


gerani coltivazione: Malattie e parassiti

gerani Ogni pianta esprime sempre esternamente il suo stato di salute, appena essa mostra segni particolari ci si deve subito mettere in allarme e cercare di capire quale sia il problema. Nel caso specifico del Geranio si deve prestare attenzione ai colori della pianta: se il fusto diventa scuro alla base significa che le è stata data troppa acqua e quell'esemplare deve essere eliminato; se le foglie diventano scure invece soffre di carenza di acqua; se diventano gialli sia il fusto che le foglie significa che non ha luce a sufficienza.

Uno dei problemi più gravi è dovuto all'attacco di parassiti come Afidi, che perforano la pianta e favoriscono l'ingresso in questa anche di altri organismi dannosi; Cocciniglie, che ricoprono le parti molli della pianta portandola alla morte; muffa grigia che attacca sia individui giovani che adulti.

Gli Afidi necessitano del trattamento con insetticidi specifici, le Cocciniglie possono essere rimosse con l'aiuto di un batuffolo di cotone imbevuto di acqua e alcool mentre la muffa necessita di anticrittogamici appositi.


Guarda il Video
  • gerani malattie Il geranio è una delle piante più belle e decorative che esistano al mondo. Da decenni la sua coltivazione viene attuata
    visita : gerani malattie

COMMENTI SULL' ARTICOLO