Androsace villosa

Generalità

Il genere Androsaceaa comprende circa quaranta specie di piante alpine perenni, diffuse in Europa, in Asia e in nord america, generalmente ad altitudini superiori ai 1500 m. Solitamente le piante di questo genere, come le Androsace villosa, costituiscono piccoli cespuglietti, alti 7-10 cm, densamente ramificati, con piccole foglie ovali, appuntite, spesso ricoperte da una densa peluria biancastra.

I fusti della pianta sono sottili e color rossastro, molto ramificati ed anch'essi pubescenti. Portano tutti foglie globose poste alla base che formano delle bellissime rosette, dei cuscinetti di foglie.

In primavera inoltrata producono numerosissimi fiorellini, singoli o a mazzetti, a 5 petali, di colore bianco o rosa chiaro.

I fiori si trasformano successivamente in frutti, delle capsule globose contenti pochi semi che maturano per l'autunno e vengono lasciati cadere dalla pianta.

Vengono molto utilizzate nei giardini rocciosi, dove si sfrutta il portamento tappezzante per creare macchie di vegetazione compatta, anche su muretti a secco.

Androsace

Grande vendita 500pcs semi lavanda erbe seme giardino balcone pot Four Seasons semi di fiori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Esposizione

Androsace In generale le piante di Androsace villosa necessitano di luoghi esposti a sud o a est, con una buona luminosità ed esposizione al sole, ma possibilmente con l'apparato radicale all'ombra, soprattutto nei mesi più caldi dell'anno; non necessitano di protezione invernale poichè amano i climi freddi, e possono sopportare temperature molto rigide. Alcune specie, come A. septentrionalis, Androsace villosa e Androsace glacialis, necessitano di posizioni ombreggiate e fresche, molto ben ventilate, per i mesi primaverili ed estivi; le altre specie, A. carnea, A, lanuginosa o A. sarmentosa, sono di coltura più semplice, e sopportano meglio il caldo estivo, anche se una buona ventilazione ed un ombreggiamento parziale sono necessari.

  • saxifraga androsacea SAXIFRAGACEAESAXIFRAGA AIZOON Jacq.Pianta erbacea. Foglie radicali a rosetta lunghe, spalulate coriacee, ciliate con squamette calcaree bianche alla base dei denti. Fusto fiorifero alto 30 - 4...
  • Lotus Il Lotus berthelotii è una pianta erbacea perenne originaria delle isole Canarie, semi sempreverde; ha portamento rampicante o prostrato, raggiunge i 25-30 cm di altezza, ma tende ad allargarsi molto ...
  • piante perenni Con il termine generico Perenni si intendono quelle piante erbacee che hanno uno sviluppo pluriennale, quindi rimangono nel nostro giardino per anni, contrariamente a quanto accade alle annuali, che i...
  • Eliotropio al genere heliotropium appartengono circa duecentocinquanta specie di piante, diffuse in gran parte delle zone temperate del pianeta; Heliotropium arborescens è una pianta erbacea, perenne, sempreverd...

City of York

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14€


Annaffiature

androsace villosa l'androsace può sopportare periodi anche lunghi di siccità, ma è bene fornire regolarmente dell'acqua alle radici, da marzo a ottobre; la vicinanza di pietre può facilitare la coltivazione, garantendo la presenza di una maggiore quantità di umidità. In inverno è bene non annaffiare le piantine, sarebbe anzi meglio porle al riparo dall'acqua, soprattutto per quanto riguarda le specie più delicate. Non amano gli eccessi di concimazioni, quindi fornire del concime per piante da fiore, da marzo a ottobre, ogni 30-40 giorni.


Terreno

Queste piccole piante necessitano di un terreno abbastanza ricco, molto ben drenato, costituito da torba, sabbia e materiale incoerente; generalmente si pongono a dimora nelle fessure dei muretti o nelle roccaglie dei giardini rocciosi, non necessitano di grandi quantità di terreno per svilupparsi.

In natura è facile trovare queste piante nelle zone rocciose calcaree e nei pascoli ricchi di detriti e sassi dai 1000 ai 2500 metri.


Moltiplicazione

I fusti striscianti tendono a radicare quando toccano il terreno, è possibile prelevarne delle porzioni dopo la fioritura e farle sviluppare in contenitori da conservarsi in luogo ombreggiato; in estate è possibile seminare in semenzai da mantenere umidi ed al riparo dalla luce solare. Le nuove piantine si porranno a dimora quando avranno sviluppato un apparato radicale vigoroso.


Androsace villosa: Parassiti e malattie

In luoghi eccessivamente caldi e poco ventilati possono venire attaccate da acari e da afidi. Le tenere foglioline spesso attirano le lumache.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Durante i mesi freddi annaffiare saltuariamente, inumidendo il terreno ogni 25-30 giorni, evitando di bagnare eccessivamente il substrato.


Tenere asciutto
concimazione
In inverno è consigliabile sospendere, o ridurre drasticamente, le concimazioni; infatti un eccessivo sviluppo di vegetazione tenera e di nuovi germogli esporrebbe eccessivamente le piante al rischio di gelate.


Esigenze della piante a dicembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO