Violaciocca - Cheiranthus

Generalità

Il Cheiranthus è una pianta erbacea perenne sempreverde originaria dell'Europa e delle isole Canarie; queste piante non sopportano molto bene il freddo invernale, e quindi vengono spesso coltivate come annuali o biennali, si autoseminano con facilità e quindi sono molto adatte all'inselvatichimento. Un nome comune per questo tipo di pianta è violaciocca.

Queste piante erbacee hanno fusti eretti, alti 25-40 cm, ramificati all'apice, con foglie verdi, talvolta pubescenti; in primavera producono numerose spighe ricoperte da piccoli fiori a quattro petali, molto simili ai phlox; le violeciocche hanno fiori profumati, di colore rosa, rosso, giallo, arancione o porpora, spesso con zonature o macchie di color bronzo. Per una fioritura più abbondante del Cheiranthus si consiglia di cimare le spighe di fiori appassiti.

cheiranthus


Esposizione

cheiranthus Per avere uno sviluppo migliore delle piante di Cheiranthus, è bene porre a dimora in luogo soleggiato, o anche all'ombra parziale, dove però possano ricevere alcune ore di luce solare diretta durante il corso della giornata; le piante di violaciocca in genere temono temperature inferiori ai -5°C, nei luoghi con inverni rigidi sono da considerarsi piante annuali, oppure vanno coltivate in vaso e poste in un luogo riparato quando le temperature esterne iniziano ad essere più fredde.

  • Violaciocca Le violeciocche sono piante tipiche dei vecchi giardini; per un po' di tempo sono passate di moda, indicate come "piante della nonna" e in quanto tali sembrava dovessero essere disprezzate, almeno in ...
  • Lotus Il Lotus berthelotii è una pianta erbacea perenne originaria delle isole Canarie, semi sempreverde; ha portamento rampicante o prostrato, raggiunge i 25-30 cm di altezza, ma tende ad allargarsi molto ...
  • piante perenni Con il termine generico Perenni si intendono quelle piante erbacee che hanno uno sviluppo pluriennale, quindi rimangono nel nostro giardino per anni, contrariamente a quanto accade alle annuali, che i...
  • Eliotropio al genere heliotropium appartengono circa duecentocinquanta specie di piante, diffuse in gran parte delle zone temperate del pianeta; Heliotropium arborescens è una pianta erbacea, perenne, sempreverd...


Annaffiature

violaciocca Le piante di violaciocca in genere si accontentano delle piogge, e possono sopportare periodi di siccità anche lunghi; è però necessario annaffiare le piante in caso di lunghi periodi con assenza di precipitazioni. Quando si è in presenza di esemplari molto giovani è bene intervenire con la fornitura più costante di acqua,avendo cura di lasciar asciugare bene il terreno tra un'annaffiatura e l'altra e controllando che non ci sia la possibilità della formazione di ristagni idrici che risulterebbero dannosi.

In primavera è bene interrare ai piedi della pianta del concime granulare a lenta cessione, specifico per piante da fiore così da fornire agli esemplari di Cheiranthus tutte le sostanze nutritive necessarie per uno sviluppo migliore.


Terreno

violaciocca Gli esemplari appartenenti a questa particolare varietà crescono senza problemi in qualsiasi terreno, anche in comune terra da giardino; preferiscono comunque terreni leggeri e sciolti, molto ben drenati perchè i ristagni idrici possono provocare gravi danni alla loro salute; sono piante molto adatte per decorare e colorare i giardini rocciosi.


Moltiplicazione

La riproduzione di questi esemplari, di solito, avviene per seme; in febbraio-marzo è possibile seminare i cheiranthus in semenzaio, in letto caldo tenendo i nuovi germogli in luogo protetto prima della definitiva messa a dimora, fino a quando le temperature esterne non risultano essere più gradevoli e non ci sia il rischio di gelate notturne; è anche possibile seminare direttamente a dimora, in marzo-aprile, o nel corso della stagione autunnale. Queste piante risultano essere di facile coltivazione, infatti, tendono spesso ad autoseminarsi.


Violaciocca - Cheiranthus: Parassiti e malattie

cheiranthus allionii Queste piante sono piuttosto resistenti all'attacco di parassiti e malattie, però, occasionalmente, gli afidi rovinano le infiorescenze della violaciocca. In caso si noti la presenza di questo problema, è bene intervenire con prodotti specifici o con l'uso di preparati naturali che possono essere a base di aglio, fatto bollire in acqua, oppure di sapone di marsiglia diluito in acqua e vaporizzato sulla pianta colpita.


  • viola ciocca Le violeciocche sono piante tipiche dei vecchi giardini; per un po' di tempo sono passate di moda, indicate come "piante
    visita : viola ciocca



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni; è consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge in questo periodo dell'anno.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO