Eliantemo, Rosellina delle rocce - Helianthemum

Generalità

L'Helianthemum è un genere che comprende 25-30 specie di erbacee perenni, o piccoli arbusti, originarie della zona circostante al Mediterraneo e dell'America settentrionale. Le piante di eliantemo hanno fusti eretti, arcuati o prostrati, che tendono a lignificare con il passare degli anni; le foglie sono lanceolate, lunghe 2-3 cm, di colore verde scuro, talvolta verde-grigiastro o verde-argenteo, leggermente pubescenti; i fusti si mantengono di altezza vicina ai 20-25 cm. Da maggio fino ad estate inoltrata produce una profusione di piccoli fiori piatti, di colore giallo, rosa, arancio o rosso, con cuore giallo oro, simili a piccolissime rose semplici, infatti vengono anche chiamati con il nome rosellina delle rocce. Per mantenere un aspetto compatto è bene asportare i rami deboli o rovinati dall'inverno, in febbraio-marzo, e quindi accorciare i fusti di circa un terzo della loro lunghezza dopo la fioritura. Esistono numerose cultivar con fiori di colori vari, di tutte le tonalità del giallo e del rosa.
Eliantemo

Blumen - Prato Fiorito Con Margherite 500 Gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,89€


Esposizione

Eliantemo E' bene porre a dimora le piante di Helianthemum in luogo molto soleggiato dove possano ricevere la luce solare diretta per molte ore al giorno; infatti queste piante sopportano senza problemi anche il sole diretto nei mesi più caldi dell'anno.

Gli helianthemum non temono il freddo e possono sopportare anche di essere posti a dimora a mezz'ombra anche se produrranno fioriture meno intense se sistamati in luoghi ombreggiati.

  • Lotus Il Lotus berthelotii è una pianta erbacea perenne originaria delle isole Canarie, semi sempreverde; ha portamento rampicante o prostrato, raggiunge i 25-30 cm di altezza, ma tende ad allargarsi molto ...
  • piante perenni Con il termine generico Perenni si intendono quelle piante erbacee che hanno uno sviluppo pluriennale, quindi rimangono nel nostro giardino per anni, contrariamente a quanto accade alle annuali, che i...
  • Eliotropio al genere heliotropium appartengono circa duecentocinquanta specie di piante, diffuse in gran parte delle zone temperate del pianeta; Heliotropium arborescens è una pianta erbacea, perenne, sempreverd...
  • potentilla fructicosa red ace Piccolo arbusto a foglia caduca, originario dell'America settentrionale e dell'Asia; esistono circa cinquecento specie di potentilla, diffuse in tutto il globo, soltanto alcune vengono coltivate come ...

Gardman 34881 Annaffiatoio Metallico, Erica Antico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,99€


Annaffiature

helianthemum In genere gli esemplari di rosellina delle rocce si accontentano delle piogge, sopportando senza problemi periodi anche lunghi di siccità; per avere una fioritura più abbondante ed uno sviluppo rigoglioso della pianta di eliantemo è bene annaffiare saltuariamente durante i mesi più caldi e asciutti dell'anno, avendo sempre l'accortezza di verificare che il terreno presenti il corretto drenaggio e non permetta la formazione di ristagni d'acqua.

In primavera è bene interrare ai piedi del cespuglio una buona quantità di concime organico ben maturo così che le piante di eliantemo abbiano tutte le sostanze nutritive necessarie per una buona fioritura.


Terreno

rosellina delle rocce Le piante di rosellina delle rocce amano terreni asciutti e molto ben drenati; nel porre a dimora un helianthemum è bene utilizzare del terriccio bilanciato, mescolato a sabbia e pietra pomice a granulometria abbastanza fine così da avere a disposizione un substrato della giusta consistenza e che consenta il drenaggio dell'acqua in maniera corretta.


Moltiplicazione

avviene generalmente per seme, in gennaio-febbraio in luogo protetto; in febbraio, o dopo la fioritura, è possibile dividere i cespi, avendo cura di lasciare alcune radici vigorose e ben sviluppate per ogni porzione praticata.


Eliantemo, Rosellina delle rocce - Helianthemum: Parassiti e malattie

eliantemo Questi piccoli arbusti risultano essere molto vigorosi e rustici e, per questo, in genere, non vengono attaccati da parassiti o da malattie rendendo superfluo intervenire con trattamenti preventivi a base di prodotti specifici che spesso vengono consigliati per altri generi di piante prima della ripresa vegetativa.

L'eccessiva umidità e la presenza di marciumi radicali possono però danneggiare la pianta provocando l'insorgenza di marciumi radicali che, se non contrastati, possono portare anche alla morte degli esemplari colpiti.


Guarda il Video



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta direttamente ai raggi del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Evitare di annaffiare eccessivamente; in genere è sufficiente fornire acqua ogni 15-20 giorni, o anche meno; più il clima è freddo e meno la pianta necessita di annaffiature; si consiglia di sospendere le annaffiature durante i periodi con temperature molto rigide.


Tenere asciutto
concimazione
In inverno è consigliabile sospendere, o ridurre drasticamente, le concimazioni; infatti un eccessivo sviluppo di vegetazione tenera e di nuovi germogli esporrebbe eccessivamente le piante al rischio di gelate.


Esigenze della piante a dicembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO