Heliopsis

Generalità

L'Heliopsis è una pianta erbacea perenne, originaria dell'America settentrionale. Produce densi cespi, alti 60-80 cm, costituiti da sottili fusti molto ramificati, che portano foglie ovali o lanceolate, di colore verde scuro; dall'estate inoltrata, fino all'inizio dell'autunno, producono lunghi fusti eretti, o leggermente arcuati, che si elevano al di sopra del fogliame, e portano grandi fiori singoli, a forma di margherita, con centro arancione e petali di colore giallo oro. La lunga fioritura si protrae fino ai primi freddi, rendendo la pianta molto adatta ai giardini rocciosi o alle aiuole. Per prolungare e favorire la fioritura è bene asportare i fiori appassiti.
Heliopsis


Esposizione

Heliopsis gli esemplari che appartengono a questo genere di piante amano le posizioni soleggiate, ma si possono porre a dimora anche in ombra parziale, dove però producono meno fiori.

In genere non temono il freddo, anche perchè sono piante vivaci: la parte aerea dissecca nei mesi con freddo intenso, per ricominciare a germogliare in primavera. Sono quindi piante di facile coltivazione che non richiedono particolari cure od attenzioni per quel che riguarda la loro messa a dimora.

  • Lotus Il Lotus berthelotii è una pianta erbacea perenne originaria delle isole Canarie, semi sempreverde; ha portamento rampicante o prostrato, raggiunge i 25-30 cm di altezza, ma tende ad allargarsi molto ...
  • piante perenni Con il termine generico Perenni si intendono quelle piante erbacee che hanno uno sviluppo pluriennale, quindi rimangono nel nostro giardino per anni, contrariamente a quanto accade alle annuali, che i...
  • Eliotropio al genere heliotropium appartengono circa duecentocinquanta specie di piante, diffuse in gran parte delle zone temperate del pianeta; Heliotropium arborescens è una pianta erbacea, perenne, sempreverd...
  • potentilla fructicosa red ace Piccolo arbusto a foglia caduca, originario dell'America settentrionale e dell'Asia; esistono circa cinquecento specie di potentilla, diffuse in tutto il globo, soltanto alcune vengono coltivate come ...


Annaffiature

heliopsis Per quanto riguarda la corretta quantità di acqua da fornire agli esemplari di Heliopsis è bene sapere che da marzo a ottobre è opportuno annaffiare regolarmente, soprattutto nel periodo di luglio e agosto, quando le temperature sono molto elevate e il terreno si asciuga con una maggiore rapidità rispetto ad altri periodi; in ogni caso attendere che il terreno asciughi leggermente tra un'annaffiatura e l'altra, controllando però che mantenga un certo grado di umidità e, allo stesso tempo, non permetta la formazione di ristagni idrici che possono risultare dannosi per la pianta.

Nel periodo vegetativo aggiungere del concime per piante fiorite, mescolato all'acqua delle annaffiature, ogni 10-15 giorni così che la fioritura possa essere migliore.


Terreno

heliopsis Per fornire un substrato ideale alla coltivaizone degli Heliopsis è bene porre a dimora in terreno fertile, sciolto e ben drenato, molto ricco di humus; queste piante si possono sviluppare anche in comune terra da giardino, ma le fioriture saranno abbastanza ridotte. Il terreno corretto deve garantire un buon grado di drenaggio.


Moltiplicazione

Per ottenere nuovi esemplari di questo genere di piante in autunno è possibile dividere i cespi, ponendo subito a dimora le porzioni praticate; gli heliopsis si possono propagare anche per seme: in febbraio in letto caldo, per permettere ai nuovi germogli di svilupparsi e crescere in un luogo protetto dalle temperature rigide, oppure seminando in marzo direttamente a dimora.


Heliopsis: Parassiti e malattie

heliopsis gli afidi talvolta possono rovinare i fiori; oidio e ruggine invece attaccano le foglie. Per questo motivo, può essere utile e necessario prevedere di intervenire con dei trattamenti insetticidi ad ampio spettro prima della ripresa vegetativa, così da fornire una maggiore protezione agli arbusti. In casi si notino i segni della presenza di afidi, in commercio sono disponibili prodotti specifici oppure, è possibile fare ricorso a metodi naturali con preparati a base di ortica o di aglio.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO