Acetosella - Oxalis acetosella

Generalità oxalis acetosella

L'acetosella è un genere che riunisce in se numerose piante erbacee perenni originarie prevalentemente dell'Africa e dell'america latina, ma riscontrabili anche in Europa e nell'America settentrionale. Generalmente le acetoselle costituiscono piccoli cuscini tondeggianti di foglie trilobate, simili al trifoglio, di colore grigio-verde, di altezza compresa tra i 10 e i 15 cm; per questo motivo sono particolarmente adatte a creare aiuole in giardino e decorare cosi lo spazio verde che si ha a disposizione. In primavera inoltrata e in estate produce numerosi fiorellini a cinque petali, di colore rosa, bianco, giallo o rosso. Le oxalis acetosella formano tuberi carnosi che si sviluppano costituendo densi gruppi, che con il tempo possono diventare molto grandi.
oxalis


Coltivazione

oxalis L'acetosella preferisce posizioni luminose ma necessita anche di ombra e riparo, sopratutto durante le estati più calde; le foglie con l'arrivo dei freddi seccano e il tubero va in riposo vegetativo; generalmente non teme il freddo, ma in luoghi con inverni particolarmente rigidi è opportuno raccogliere i tuberi e conservarli in luogo temperato, asciutto e umido, per porli a dimora la primavera seguente.

Le oxalis crescono senza problemi in qualsiasi terreno, preferendo comunque terreni sciolti, ben drenati e ricchi di materia organica; è opportuno utilizzare un miscuglio di terriccio e torba in parti uguali, a cui aggiungere una piccola quantità di sabbia per aumentare il drenaggio. In questo modo la nostra oxalis cetosella potrà svilupparsi al meglio e potremo godere della sua delicata bellezza. E' importante annaffiare la pianta in maniera regolare, in particolar modo nella stagione estiva (luglio-agosto). Nei mesi invernali, sarà sufficiente bagnare le piante una volta a settimana.

  • Acetosella L'Oxalis rubra, o comunemente chiamata acetosella, è una pianta erbacea perenne originaria dell'America meridionale. L'oxalide è una pianta tuberosa, che tende a diventare tappezzante se le condizioni...
  • acetosella Nome: Oxalis acetosella Famiglia: Oxalidacee Nomi comune: agretta, erba del cucù, melagra, panavella, pan e vin, zanzarella. Habitat: cresce fino ad una altezza di 2000 metri, nelle zone m...
  • acetosella Il nome comune di questo fiore, Acetosella, deriva dal sapore "acido" e un po' aspro delle foglie della pianta, che anticamente venivano utilizzate proprio come condimento per le insalate. Il portamen...


Moltiplicazione

La riproduzione dell'acetosella avviene in maniera spontanea, con grande facilità.

Se desideriamo riprodurre la nostra piantina, il periodo migliore è la stagione primaverile.

In primavera è possibile quindi dividere i cespi di radice; le porzioni praticate vanno subito poste a dimora.

Per seminare la pianta è necessario realizzare dei solchi piuttosto profondi nel terreno e distanziare i semi tra loro (circa 25 cm l'uno dall'altro). Vanno seminati a gruppi di 2-3 e ricoperti con terra morbida e leggera.

I fiori che nasceranno presenteranno colorazioni bianche con venature lilla o rosa. Il periodo di fioritura (dalla durata limitata) è aprile-maggio.


Acetosella - Oxalis acetosella: Parassiti e malattie

acetosella pianta Per una crescita ottimale della pianta, non ci sono norme specifiche da seguire in quanto l'acetosella cresce in maniera spontanea ed è facile coltivarla. Fondamentale è fornirla d'acqua in caso di evenienza e non lasciare i cespi secchi.

Queste piante abbastanza rustiche non vengono facilmente attaccate da parassiti o malattie; talvolta gli afidi o gli acari possono causare qualche danno.

Nel caso in cui la vostra piantina sia colpita da queste problematiche, uno dei rimedi da attuare è potare la pianta nelle zone colpite. Il rimedio più sicuro ed affidabile risulta comunque essere l'utilizzo di specifici prodotti antiparassitari in grado di debellare il problema alla radice. Questi è possibile acquistarli presso i centri giardini specializzati o presso i migliori vivai della zona.



COMMENTI SULL' ARTICOLO