Pianta da esterno

Pianta da esterno

Le piante da esterno sono le più amate da coloro che hanno la possibilità di dedicarsi al giardinaggio. Quelle da esterno consentono di ottenere delle composizioni floreali appariscenti e spettacolari che in casa, vuoi per motivi di spazio o per condizioni ambientali non adatte non è possibile coltivare. Le piante per il giardino consentono inoltre di scegliere tra le innumerevoli quantità disponibili anche quelle più difficili da coltivare, avendo a disposizione ampi fazzoletti di terra e possibilità di trapianti e innesti senza limiti di spazio. Tra queste una che sicuramente può abbellire un giardino o un ampio terrazzo è la peonia. Questa è una pianta per ambienti esterni, appartenente alla famiglia delle ranunculaceae quindi di tipo perenne che si contraddistingue in due tipi: il primo è una pianta erbacea originaria della Cina,del Giappone e della Siberia,diffusa anche in Europa; il secondo è una pianta arbustiva anch’essa di origini orientali chiamata anche peonia suffruticosa . In Italia troviamo invece la peonia erbacea chiamata officinalis, molto diffusa nei giardini. Nella sua forma tipica raggiunge i settanta -ottanta centimetri di altezza, ha foglie verdi suddivise in segmenti longilinei e lanceolati e fiori semplici di circa cinque centimetri di diametro. Le varietà da essa derivate hanno fiori doppi, che compaiono nei mesi di aprile-maggio; oltre al bianco i colori più diffusi sono il rosso -porpora, il rosso rubino e il rosa carne sfumato di rosa intenso. Piante erbacee e perenni sono anche le peonie cinesi molto apprezzate per la bellezza dei loro fiori derivati dalla peonia soprannominata lactiflora o albiflora originaria anch’essa dell’Estremo Oriente. Queste peonie fioriscono da maggio a giugno ed hanno fiori molto grandi di dieci- quindici centimetri di diametro dai svariati colori come il rosa -salmone,il rosso ciliegio, il bianco e il rosa e il salmone -arancio. Questi splendidi fiori sono apprezzarti anche per il loro gradevolissimo profumo. L’altezza delle specie varia a seconda delle varietà dai settanta agli ottanta centimetri. Queste peonie cinesi si possono coltivare in grossi vasi di almeno sessanta centimetri di diametro. La peonia arbustiva chiamata come già detto in precedenza suffruticosa invece, presenta un fiore doppio, resiste bene al freddo invernale e sente più precocemente rispetto ad altre piante gli stimoli di una primavera anticipata. Tuttavia In caso di brinate tardive o di recrudescenza di Cattivo tempo, i germogli possono però essere gravemente danneggiati e questa è forse l’unica nota negativa di una pianta tipicamente da esterno.
peonia

Newcomdigi Pianta Gancio Portavasi da Esterno Portapiante Porta Pianta da Interno Portafiori con Anello Metallico Plant Hanger Decorazioni di Giardino e Balcone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€
(Risparmi 19€)


Coltivazione della peonia erbacea

peonia Le peonie erbacee richiedono un’esposizione a mezz’ombra e spazi aperti ed areati. Sono piante rustiche che svernano all’aperto anche in presenza di clima temperato-continentale. Prediligono terricci sostanziosi, non troppo leggeri, piuttosto alcalini. Si usa generalmente terra di prato argillosa- silicea mescolata con terriccio di foglie molto decomposte. La moltiplicazione si può ottenere in autunno per divisione dei ceppi, Preoccupandosi di conservare alcune parti di radici distaccate dal ceppo-madre con almeno un paio di gemme. Si possono moltiplicare anche per mezzo dei giovani polloni che si staccano al piede della pianta madre. In questo caso, prima di porli in altro terriccio ,si conservano in piccoli vasi singolarmente per un certo periodo in modo che possano radicare e svilupparsi. Per questa fase è consigliabile adoperare vasi di torba precompressa, cosi la giovane pianta non sarà disturbata dal trapianto. La peonia lactiflora è una pianta altamente decorativa,si può sfruttare per la formazione di gruppi di colore in giardino e va sistemata sempre in zone a mezz’ombra.


  • camelia cinnamon cindy Genere di oltre 80 specie di piccoli alberi ed arbusti sempreverdi, rustici, originari dell'India, della Cina e del Giappone. Il fogliame è di colore verde scuro, lucido, leggermente cuoioso; durante ...
  • Crisantemo  Con il nome crisantemo vengono di solito indicati i fiori del genere chrysanthemum che sbocciano in autunno; si tratta di specie ibride, selezionate per la bellezza o la grandezza dei fiori; la loro d...
  • callicarpa Gentilissima redazione,con l'imminente arrivo della primavera mio marito ed io abbiamo deciso di mettere mano al nostro giardino in maniera definitiva. Vorremmo creare un bel prato, circondare il la...

PureDay - Tavolino da esterni in legno, per piante, colore marrone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 86,99€


Coltivazione della peonia suffrutticosa

peonia La peonia suffruticosa è un arbusto molto ornamentale,ramificato,con foglie bipennate lunghe da venticinque a quaranta centimetri. I fiori nella specie tipica sono grandi dodici- quindici centimetri di colore rosa-porpora. Le varietà da essa derivate hanno fiori semplici , doppi o semidoppi molto più grandi che raggiungono i trenta centimetri di diametro; i loro colori sono svariatissimi e tutti preziosi, talvolta in tonalità contrastanti. Un’altra particolarità si evidenzia nei petali che spesso sono increspati tanto da sembrare di seta. Tra gli ibridi di questa pianta arbustiva sono rinomatissimi i fiori coltivati da esperti floricoltori giapponesi. La peonia arbustiva si può tranquillamente coltivare in giardino perché sopporta meglio rispetto alla precedente il clima invernale anche se si presenta particolarmente rigido. Il terriccio che predilige è quello di campo mescolato con terriccio di brughiera. Nei vasi anche il drenaggio deve essere ben curato; le concimazioni liquide,con fertilizzanti solubili in acqua sono molto indicati . Anche la peonia arbustiva si moltiplica per divisione del ceppo o mediante i polloni giovani che si dipartono ai piedi delle piante adulte.


Curiosità' sulla peonia

peonia In Cina nell’antichità le peonie arbustive erano considerate pregevolissime e venivano utilizzate come rimedio per la cicatrizzazione di ferite e per la cura dell’insonnia, dell’epilessia e della pazzia. Anche gli antichi greci come narrato nell’Iliade credevano nelle proprietà curative della peonia; infatti si sosteneva che i suoi estratti (peraltro nocivi come tutte le specie appartenenti alla famiglia delle ranunculaceae) abbiano guarito Marte ferito da Diomede e Plutone ferito da Ercole. La peonia può tuttavia definirsi una pianta nobile, i sui grandi fiori rendono giardini ed aiuole ricchi di colori e trasmettono un tocco di allegria all’intero ambiente che lo circonda. Per questo motivo, possedere questa resistente pianta da giardino garantisce pregio,eleganza e robustezza e consente se utilizzata come fiore reciso di realizzare anche ornamenti e addobbi floreali fuori dal comune.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO