Piante da fiori

Piante da fiori

Le piante da fiori rappresentano una scelta obbligata per scopi ornamentali di giardini e parchi.

Per la loro scelta è necessario considerare alcuni aspetti:

- tipo di terreno

- condizioni climatiche

- coesistenza di altre piante

- tipo di esposizione alla luce solare

tulipani

Jago Serra giardino fiori piante serra da giardino ca. 101/50,5/99,5 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,95€


Ipomata

Si tratta di una pianta arbustiva perenne, rampicante e sempreverde, di cui esistono moltissime varietà.

A seconda della specie considerata, le foglie si possono presentare: intere, lobate, dentellate, incise o cuoriformi, ma generalmente sono disposte sempre con andamento alternato.

I fiori possono essere singoli oppure riuniti in infiorescenze a pannocchia o a racemo, e presentano una forma ad imbuto molto simile a quella della campanula.

La loro colorazione varia dal bianco, al rosa, al rosso, oppure al giallo e arancione.

I semi sono estremamente tossici.

Essendo originaria delle zone tropicali, questa pianta predilige i climi caldi e umidi, e pertanto deve essere piantata in zone soleggiate ed esposte alla luca del sole: non teme il caldo, ma il freddo.

E' preferibile utilizzare terriccio miscelato a materiale inerte, che deve essere mantenuto sempre umido.

Si consiglia di usare sottovasi per assicurare una umidificazione continua ed equilibrata; inoltre è utile servirsi del nebulizzatore per annaffiare la chioma, mai i fiori che altrimenti rimarrebbero danneggiati.

La concimazione deve essere fatta almeno due volte durante l'anno, mediante prodotti fertilizzanti preferibilmente diluiti in acqua.

E' una pianta abbastanza robusta e di aspetto molto gradevole.

  • camelia cinnamon cindy Genere di oltre 80 specie di piccoli alberi ed arbusti sempreverdi, rustici, originari dell'India, della Cina e del Giappone. Il fogliame è di colore verde scuro, lucido, leggermente cuoioso; durante ...
  • Crisantemo  Con il nome crisantemo vengono di solito indicati i fiori del genere chrysanthemum che sbocciano in autunno; si tratta di specie ibride, selezionate per la bellezza o la grandezza dei fiori; la loro d...
  • callicarpa Gentilissima redazione,con l'imminente arrivo della primavera mio marito ed io abbiamo deciso di mettere mano al nostro giardino in maniera definitiva. Vorremmo creare un bel prato, circondare il la...

T4U 6,5/7/7 cm, ceramica, colore: bianco, collezione NO.31 Sucuulent-Vaso per piante/fiori, Cactus-Vaso per piante, in vaso, Contenitore per alimenti, confezione da 3 pz

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,93€
(Risparmi 12,98€)


Tulipano

tulipani Si tratta di una pianta da fiore ubiquitaria e molto diffusa per la bellezza del suo aspetto e per i colori dei fiori.

Le foglie si presentano allungate, lanceolate, di colore verde scuro e ricoperte da una patina cerosa.

I fiori hanno petali allungati, con margine arrotondato o appuntito a seconda delle specie, caratterizzati da colori molto intensi, che variano dal giallo al rosso, al bianco, al rosa; spesso si presentano bicolori.

Richiedono terreni di tipo basico, non argillosi, con un ottimo drenaggio in quanto la pianta teme molto il ristagno idrico.

Non bisogna mai bagnare troppo il terriccio.

Predilige climi caldi, anche se è preferibile non esporre la piante direttamente ai raggi del sole in quanto le foglie potrebbero seccarsi apicalmente.

E' consigliabile anche evitare di piantarlo in zone ventose poichè lo stelo potrebbe venire spezzato.

Questa pianta teme moltissimo alcuni parassiti (insetti) ma anche le lumache che si nutrono voracemente delle foglie, provocandone la morte.


Campanula selvatica

campanula Si tratta di una pianta erbacea perenne, con un caratteristico sviluppo orizzontale e strisciante, che tende ad espandersi allargandosi sul terreno.

Presenta fusti ricoperti da peli ispidi.

Le foglie sono ruvide e dentate, di forma arrotondata o lanceolata, tipicamente cuoriformi.

I fiori ermafroditi hanno una forma tubulare e si riuniscono in infiorescenze.

Presentano colorazioni che variano dal porpora al violetto e al blu.

I frutti sono capsule pendenti dall'aspetto peloso, e racchiudono una grande quantità di semi.

La pianta ha proprietà officinali: le sue radici infatti possono venire impiegate per colluttori contro tonsilliti ed infiammazione di gola e trachea.

Richiede terreni soffici, profondi e ben drenati, a composizione preferibilmente alcalina e non acida.

E' una pianta che predilige la luce e può essere piantata anche esposta direttamente ai raggi del sole; Non teme eccessivamente le basse temperature.

E' consigliabile fertilizzare il terreno almeno due volte all'anno.


Elleboro

Si tratta di una pianta erbacea perenne, estremamente diffusa.

Presenta foglie grandi, palmate, di colore verde scuro tendente al brunastro.

I fiori sono generalmente bianchi o rosacei ed hanno 5 petali.

Vi sono moltissime varietà della pianta, nell'ambito delle quali si possono osservare alcune differenze morfologiche riguardanti l'aspetto dei fiori e la loro colorazione.

E' un vegetale dal notevolissimo potere tossico, noto fin dall'antichità, e su cui sono tramandate molte leggende; se viene accidentalmente a contatto con la bocca, o ancor peggio se viene ingerito, è necessario ricorrere alle cure del medico per evitare conseguenze dannose.

Richiede un terreno ben drenato in quanto teme il ristagno idrico.

Può vivere in qualsiasi condizione climatica poichè è una pianta molto resistente.

La concimazione è consigliata almeno due volte all'anno, con fertilizzanti possibilmente liquidi.


Valeriana

valeriana Si tratta di una pianta perenne, con aspetto cespuglioso, che può raggiungere un'altezza fino ad un metro e mezzo.

Ha foglie lanceolate dal colore verde intenso, di medie dimensioni.

I fiori ermafroditi hanno piccole dimensioni e presentano una colorazione tenue che vira dal bianco al rosa.

I frutti sono alchemi.

E' una delle più conosciute piante officinali: tutte le sue parti, ma soprattutto le radici, possiedono un notevole potere calmante ed ansiolitico.

Dal vegetale si ottiene sia un estratto secco (per capsule o compresse), sia una tintura madre (per soluzioni liquide).

Le sue foglie vengono utilizzate anche per uso culinario: per insaporire insalate.

Richiede un terreno umido e ben drenato, con componente organica.

Prolifera molto bene a climi temperati in quanto teme le temperature estreme.

Si consiglia di effettuare la concimazione almeno due volte all'anno.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO