Aromatiche ornamentali

vedi anche: Aromatiche

Generalità

Siamo abituati a coltivarle come piante utili, nell'orto o nei vasi, e spesso perdiamo di vista la bellezza del loro fogliame e delle loro fioriture: si tratta delle aromatiche, piante tra le più coltivate, spesso non per motivi decorativi.

In realtà le piante aromatiche hanno tutte le caratteristiche adatte a renderle interessanti come piante da aiola: sono di facile coltivazione, moltissime sono rustiche, hanno un fogliame molto piacevole, le fioriture sono bellissime, le foglie, non dimentichiamocelo, sono profumate.

Allora perchè non coltivarle nell'aiola del giardino, invece di relegarle nel vasetto sul balcone o nell'orto?

In vivaio sono disponibili anche alcune varietà ibridi, con fogliame dal colore particolare, che possono rendere le nostre aiole ancora più piacevoli; possiamo porre a dimora piccoli appezzamenti costituito soltanto da piante aromatiche, oppure mescolarle alle altre piante del giardino.

Aromatiche ornamentali

Compo Bio Lumache 500 g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Aiole perenni

Aromatiche ornamentali Alcune delle piante aromatiche più comunemente utilizzate producono piccoli o medi arbusti, che tendono a svilupparsi nel tempo; il rosmarino ad esempio, tende col tempo a divenire un vero e proprio arbusto, alto fino a 150-180 cm, così come la lavanda. Volendo possiamo porre a dimora salvia, rosmarino e lavanda, in un bel luogo soleggiato, e tenere potati gli arbusti, in modo da mantenerli compatti e poco ingombranti; in questo modo avremo anche periodicamente tantissime foglie profumate, da far essiccare o congelare, per utilizzarle durante l'inverno, nelle giornate in cui non abbiamo voglia di uscire al freddo.

La salvia officinale è presente in vivaio anche con alcuni ibridi a foglia scura, gialla o variegata, che da all'arbusto un aspetto decisamente piacevole.

Di rosmarino poi ne esistono decine di specie e varietà, tutte caratterizzate dalle sottili foglie aghiformi, dal profumo intenso e resinoso, con fiori blu, viola, bianchi, rosa.

Anche la lavanda è facilmente reperibile in vivaio, sia nella sua forma originale, sia nelle varietà nane; possiamo anche porre a dimora specie e varietà dal fiore particolare, come la lavandula stoechas, o la lavandula dentata.

Queste tre specie di aromatiche sono di coltivazione particolarmente semplice: si adattano a qualsiasi terreno, purché ben drenato, no temono la siccità, amano il sole, e sopravvivono anche all'inverno più freddo.

Una buona potatura dopo la fioritura ci permetterà di mantenere gli arbusti contenuti.

  • salvia chamedrioides Il genere salvia comprende alcune centinaia di specie di piante erbacee originarie del continente Americano, dell'Europa e dell'Africa settentrionale; possono essere erbacee o veri e propri arbusti, p...
  • Issopo L'Hyssopus officinalis è un piccolo arbusto perenne originario dell'Asia e delle regioni mediterranee, è da tempo diffuso allo stato selvatico anche nell'America settentrionale. Ha fusti eretti, che r...
  • salvia officinalis Proviene dalle coste del Mediterraneo. Pianta aromatica con foglie molto profumate, assai utilizzate in cucina. Durante il periodo invernale alcune varietà perdono completamente le foglie mentre altre...
  • ruta graevolens La Ruta graveolens proviene dall'Europa meridionale, dove può crescere a carattere spontaneo, soprattutto nei terreni pianeggianti e lungo i litorali. E' una pianta aromatica con foglie e radici mo...


Timo

Aromatiche ornamentali Il timo è una piccola pianta sempreverde, o semisempreverde, con fusto legnoso, dallo sviluppo denso e compatto, spesso tappezzante, che in genere non supera i 35-45 cm di altezza. Il fogliame è di dimensioni molto contenute, e in primavera produce innumerevoli piccoli fiori di colore rosato o lilla.

Esistono decine di specie di timo, la gran pate disponibili in vivaio; possiamo reperire anche varietà particolari, dal profumo limonato, o dalle foglie variegate.

Volendo è possibile preparare intere aiole soltanto di timo, mescolando specie diverse, o con fogliame dai colori diversi, in contrasto.

Al tipo spesso si avvicina la maggiorana e l'origano, in quanto tendono a sviluppare arbusti di dimensioni simili; anche la maggiorana ha piccole foglie, di colore verde scuro, e produce tappeti densi e ben ramificati; in inverno però perde il fogliame, per poi rispuntare all'arrivo della primavera successiva.

Anche maggiorana e origano producono piccoli fiori rosati in primavera.


Aromatiche ornamentali: Altre piante

Aromatiche ornamentali Altre aromatiche invece sono annuali quindi all'arrivo del freddo tendono a disseccare; una tra le aromatiche annuali più coltivate è il basilico; si tratta di una piccola pianta erbacea, che produce sottili fusti verdi, non eccessivamente ramificati, che portano grandi foglie sottili e delicate. A partire dalla primavera inoltrata all'apice dei fusti si producono lunghe pannocchie erette di fiori viola.

Esistono numerosissime varietà di basilico, con fogliame di colore vario, dal verde brillante al giallo, dal porpora al viola scuro. Generalmente le varietà di basilico dal colore particolare, tendono ad avere anche un aroma leggermente diverso dal profumo del tipico basilico genovese; è bene considerare questo fatto nel momento in cui decidiamo di seminare basilico di una varietà strana.

Il basilico si adatta ottimamente come pianta da accompagnamento nei vasi sul terrazzo, da seminare ai piedi di un geranio o di una surfinia, dove le loro foglie delicate spiccheranno in mezzo ai grandi fiori colorati.

Piante da accompagnamento.

Tra le piante aromatiche in vivaio spesso troviamo anche piante che non sono in realtà aromatiche, ma che vengono poste a fianco delle aromatiche per arricchirne le aiole; generalmente infatti posizioniamo piante quali la santolina (che è sì una aromatica ma difficilmente utilizzata come tale in Italia) o la cineraria, o l'alysso perenne; queste piante hanno delle caratteristiche foglie ricoperte da una sottile peluria, tanto fitta da rendere il fogliame quasi grigio. Questo tratto particolarmente decorativo le rende un punto di colore particolare all'interno delle aiole, decisamente molto gradevole.



COMMENTI SULL' ARTICOLO