Erodium - Erodium

Al genere erodium appartengono alcune specie di piccole piante, diffuse in natura in Europa, Asia ed Africa; la maggior parte sono erbacee perenni, dallo sviluppo tappezzante, esistono anche alcune specie arbustive, che producono piccoli arbusti legnosi, poco sviluppati.

Tutte le specie sono caratterizzate da fogliame tondeggiante, di colore verde scuro, e durante i mesi primaverili ed estivi producono numerosi piccoli fiori, a cinque petali; i fiori sono di colore rosato, spessissimo segnati da maculature o striature in colore contrastante, che li rendono molto decorativi. Appartengono alla stessa famiglia dei gerani, e lo si nota in particolare dai sottili frutti a forma di becco, capsule semilegnose che portano i semi fertili.

Queste piante sono perenni, ciò significa che di anno in anno tendono a svilupparsi ed allargarsi, anche se durante l'inverno la maggior parte di esse perde completamente la parte aerea.

erodium


Coltivare gli Erodium

erodium Queste piccole piante si sviluppano nelle zone di pascolo, ma anche tra le rocce alpine e delle zone mediterranee; il posto ideale dove porle a dimora è il giardino roccioso, tra gli incavi tra i sassi, dove trovano un clima ideale. Prediligono posizioni ben soleggiate, visto che il sole ne promuove la fioritura.

Necessitano di un terreno calcareo, anche sabbioso, preferibilmente abbastanza fertile e molto ben drenato; il principale nemico infatti è il ristagno idrico, che può causare la morte delle piante giovani e delle vecchie, anche e soprattutto durante l'inverno.

In generale le piante da tempo a dimora non necessitano di grandi cure, si accontentano delle piogge delle intemperie, anche se possono necessitare di acqua durante la stagione calda; le giovani piantine si pongono a dimora a fine inverno o inizio primavera; se il periodo fosse particolarmente asciutto ricordiamo di annaffiarle una volta a settimana, per promuoverne l'attecchimento.

Alcune specie possono essere anche seminate direttamente a dimora, in primavera, oppure in serra in febbraio, in modo da avere già delle piantine pronte in aprile, per posizionarle in giardino.

  • Lotus Il Lotus berthelotii è una pianta erbacea perenne originaria delle isole Canarie, semi sempreverde; ha portamento rampicante o prostrato, raggiunge i 25-30 cm di altezza, ma tende ad allargarsi molto ...
  • piante perenni Con il termine generico Perenni si intendono quelle piante erbacee che hanno uno sviluppo pluriennale, quindi rimangono nel nostro giardino per anni, contrariamente a quanto accade alle annuali, che i...
  • Eliotropio al genere heliotropium appartengono circa duecentocinquanta specie di piante, diffuse in gran parte delle zone temperate del pianeta; Heliotropium arborescens è una pianta erbacea, perenne, sempreverd...
  • potentilla fructicosa red ace Piccolo arbusto a foglia caduca, originario dell'America settentrionale e dell'Asia; esistono circa cinquecento specie di potentilla, diffuse in tutto il globo, soltanto alcune vengono coltivate come ...


Erodium - Erodium: Varietà di Erodium

Le specie che fanno parte del genere Erodium sono moltissime e diverse fra loro, la maggioranza spontanee ma diverse sono anche le varietà coltivate e selezionate per il verde ornamentale. L'Erodium guttatum e l'Erodium lancinatum sono due varietà tipiche delle zone sabbiose e rocciose. Queste piante non necessitano di un abbondante strato di materia organica per crescere ma si accontentano dello stretto indispensabile. Infatti vegetano su suoli poco profondi e poveri e soffrono i suoli profondi ed umidi. Altre varietà che si adattano bene a condizioni poco fertili sono l'Erodium chrysanthum, l'Erodium rupestre, l'Erodium petraeum.

In zone più umide e fresche, come sotto gli alberi e nelle radure vicine ai boschi si sviluppano altre varietà di Erodium, come l'Erodium manescavii, l'Erodium carvifolium. Fra le specie più plastiche ed addattabili alle diverse condizioni, segnaliamo infine l'Erodium cicutarium.

Le specie di erodium adatte al calacaree ed ai substrati rocciosi sono ampiamente utilizzate per la realizzazione dei giardini rocciosi. L'erodium infatti abbellisce notevolmente i giardini rocciosi con i colori dei suoi fiori e con le sue forme speciali.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni; è consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge in questo periodo dell'anno.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO