Euforbia - Euphorbia

L'euforbia da giardino

Generalmente le euphorbie più conosciute, quelle a cui pensiamo quando sentiamo il nome del genere, sono piante succulente, in realtà il genere euforbia conta centinaia di specie, diffuse in America, Asia, Europa ed Africa allo stato naturale, alcune di queste, direi una minoranza, è succulenta, esistono poi specie arbustive, spesso tropicali, e poi una gran parte di specie suffruticose o erbacee, non succulente, alcune delle quali presenti allo stato selvatico anche in Italia. si tratta di piante di dimensioni abbastanza contenute, dai 40 ai 90 cm di diametro massimo, che formano negli anni ampi cuscini, da coltivarsi in giardino.

Producono ampi cespugli tondeggianti, costituiti da sottili fusti, eretti, arcuati o striscianti, che portano numerose lunghe foglie, di colore verde, glauco o anche giallo; tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera all'apice dei fusti sbocciano numerosi piccoli fiori, riuniti in grappoli. Il colore tipico dei fiori di euforbia (detti ciazi) è il giallo, a volte tendente al verde, ma esistono specie e varietà a fiore rosato o rosso.

Euforbia


Come si coltivano

Euforbia Le euphorbie erbacee e suffruticose appartengono a numerose specie, che vivono in climi abbastanza diversi, in effetti però le specie diffuse come piante da giardino non sono numerosissime, e in genere sono accomunate da simili esigenze colturali; la gran parte delle specie e varietà ibride sono più o meno imparentate con Euphorbia characias, Euphorbia cyparissias, ed Euphorbia amygdaloides, oppure appartengono a queste due specie.

Si tratta di piccoli cespugli, generalmente erbacei, che con il tempo tendono a costituire una base legnosa nella parte bassa dei fusti, che rimane in giardino per tutto l'arco dell'anno; per quanto riguarda il fogliame invece la maggior parte delle euphorbie da giardino perdono le foglie durante l'inverno.

  • Stella di Natale La stella di Natale, detta anche poinsettia, è un arbusto originario del Messico, dove si sviluppa abbondantemente allo stato selvatico, fino a raggiungere dimensioni cospicue, intorno ai 2-3 metri di...
  • Stella di Natale Sono una delle piante più tipiche utilizzate per il Natale, anche se non molti sanno che vengono da lontano; la stella di Natale, anche conosciuta come Poinsettia, è una pianta di origini Messicane, i...
  • Euphorbia Questo elegante arbusto è originario del Messico; l'euphorbia fulgens produce lunghi rami scarsamente ramificati, sottili ed arcuati, che portano lunghe foglie sottili, che ricordano il fogliame del s...
  • Stella di Natale La chiamiamo Stella di Natale, anche se in realtà si tratta di un arbusto di origine centro americana, che riscuote grande successo sotto le feste natalizie da alcun decenni, perchè è una bellissima p...


Esposizione e terreno

euphorbia Prediligono luoghi luminosi, anche soleggiati, e possono sopportare senza problemi lunghi periodi di siccità. Per ottenere però un bell cespuglio vigoroso, ampio e pien di fiori è importante annaffiare le piante, da aprile a settembre, soprattutto se le precipitazioni sono scarse. Nello stesso periodo è bene ricordare anche di fornire del concime per piante da fiore, almeno ogni 10 giorni, per garantire il giusto tenore di sali minerali nel giardino. Nel corso degli anni la pianta tende a stabilizzarsi e a necessitare sempre di meno cure.

Purtroppo la maggior parte delle euphorbie da giardino tende a spogliarsi nella parte bassa, perdendo gran parte della sua bellezza; per ovviare a questo problema, o almeno contenerlo, è opportuno ricordarsi di accorciare la pianta a fine estate o in autunno, per favorire uno sviluppo più denso e compatto.

Possono venire coltivate anche in vaso, ed esistono particolari varietà nane, che possono accontentarsi di piccoli contenitori; utilizziamo sempre un buon terriccio molto ben drenato.

Le Euphorbie da giardino generalmente non temono il freddo, ma in caso di inverni particolarmente rigidi sarà bene coprirle con dell'agritessuto; nel corso degli anni i vivaisti hanno ottenuto numerose varietà ed ibridi, alcuni ibridi tollerano particolarmente bene il freddo, altri sono particolarmente indicati per la coltivazione in mezz'ombra.


Euforbia - Euphorbia: Propagazione

Euforbia Le euphorbie, la gran parte di esse, si propagano con facilità per seme; nel caso delle euphorbie a cespuglio non è così semplice ottenere i semi, visto che le capsule legnose che li contengono, una volta mature, tendono ad esplodere, spingendo i piccoli semi anche a molti metri di distanza rispetto alla pianta madre; se riusciamo ad ottenere i semi possiamo porli in un semenzaio con terriccio fine e ben drenato, da lasciare umido in luogo ombreggiato fino a che le piante non raggiungano qualche centimetro di altezza.

Molto più semplicemente si pratica la propagazione per talea: in estate si prelevano porzioni di fusto erbaceo, possibilmente dai fusti che non hanno fiorito; si immergono per alcuni minuti i fusti in acqua tiepida e quindi si pongono in un terriccio costituito da sabbia e torba in parti uguali, già ben umido. I semenzai con le talee vengono coltivati in luogo luminoso, ma possibilmente none sposti direttamente alla luce solare.

Come tutte le altre euphorbie, anche quelle da giardino contengono un lattice velenoso, spesso urticante, è quindi bene prelevare e preparare le talee indossando un bel paio di guanti robusti.


  • euforbia Il genere Euphorbia è molto ampio ed eterogeneo, fanno parte di questo genere arbusti, piante succulente, piante con spi
    visita : euforbia



Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, illuminato direttamente dai raggi solari per poche ore al giorno.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Le annaffiature saranno regolari, ogni qual volta il terreno si presenta asciutto; in questo periodo dell'anno ogni 3-4 giorni può essere sufficiente, evitando gli eccessi.


Tenere Umido
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO