Graminacee ornamentali

Graminacee ornamentali

Le graminacee sono una delle famiglie che conta più specie di piante; si tratta in genere di piante con fogliame di aspetto gradevole e fioritura non particolarmente decorativa; esistono però ibridi ed incroci con fogliame dai colori inusuali o con fiori molto piacevoli, utili soprattutto per composizioni di fiori secchi.

Alla famiglia delle graminacee appartengono la maggior parte delle piante utilizzate per preparare i tappeti erbosi, ed anche tutti i cereali utilizzati per l'alimentazione umana, dall'orzo al riso, dall'avena al mais.

Alcune specie sono decisamente di scarso interesse ornamentale, altre invece possono essere coltivate come piccoli arbusti, annuali o perenni, e donano un tocco "selvaggio" al giardino.

Tutte le graminacee costituiscono cespi di fogliame sottile, allungato, spesso dalla consistenza papiracea; i fiori sono riuniti in infiorescenze allungate, dette spighe, che porteranno i piccoli frutti contenenti i semi.

briza maxima


Graminacee ornamentali: Quali specie

miscanthusChiunque abbia un giardino possiede delle specie di graminacee, seminate nel tappeto erboso; ma queste piccole piante hanno uno scopo ben preciso, quindi vengono rasate basse ad intervalli regolari e non le si osserva quasi mai da vicino. Facendolo si potrebbe notare come le graminacee abbiano delle caratteristiche intrinseche decisamente interessanti.

Prima di tutto esistono graminacee adatte a qualsivoglia clima, sono piante molto rustiche, ed esistono specie che sopravvivono alla siccità, come specie che necessitano di acqua abbondante e preferiscono terreni quasi paludosi.

Inoltre molte graminacee sono ben adattate al clima europeo, quindi possono risultare resistenti al gelo, al caldo secco, alla neve, insomma a qualsiasi intemperia possibile.

Buona parte delle graminacee si sviluppa rapidamente, senza necessitare di grandi cure; le foglie spesso rigide e papiracee non risultano particolarmente appetibili da parte di afidi, a cari o cocciniglia.

Nello scegliere una graminacea da porre a dimora in giardino quindi dobbiamo solo scegliere dove posizionarla e poi trovare la pianta più adatta, per il vaso, l'aiola o anche per il terrazzo.

Prima di tutto consideriamo le piante che abbiano le esigenze colturali migliori per la zona in cui vogliamo porle; la gran parte delle graminacee vengono scelte per la loro rusticità e resistenza alla siccità, quindi in giardino troviamo facilmente varie specie di cortaderia, di pennisetum, di festuca.

La festuca glauca ad esempio è una perenne di piccole dimensioni, costituisce piccole cespi di fogliame rigido, arcuato, di colore tendente all'azzurro; con scarse o nulle esigenze colturali.

Altre piante molto presenti in giardino sono le varie specie di pennisetum; le dimensioni sono medie, ed i cespi di foglie raggiungono i 40-70 cm di altezza, e in estate producono innumerevoli spighe di semi, simili a piccoli piumini bianchi. In particolare il Pennisetum setaceum rubrum ha spighette di colore rossastro, molto decorative.

Molto apprezzate anche le specie di cortaderia, con ampi cespi di foglia ed infiorescenze che si sviluppano a mazzi e possono raggiungere anche i 150-250 cm di altezza, di colore bianco o rosato.

Ricordiamo anche le specie di miscanthus, alcune amano climi soleggiati ed asciutti, altre necessitano di maggiori annaffiature, fino ad arrivare a specie decisamente acquatiche.

  • shitakusa Spesso nelle esposizioni di bonsai abbiamo la gioia di mostrare, accanto ai vasi dei bonsai, altri piccoli vasi, contenenti bulbose, graminacee o altre piante perenni, coltivate esse stesso come bonsa...
  • graminacee Gent.mi ho visto a Lisbona due specie credo graminacee in aiuole. Non sono esperta in fatto di flora e quindi chiedo gentilmente se qualcuno riconosce le essenze e mi può dire il nome. Entrambe le spe...



COMMENTI SULL' ARTICOLO