Salvia di Gerusalemme - Phlomis

La Salvia di Gerusalemme

Parenti strette di salvia e lavanda le phlomis sono arbusti rustici di origine mediterranea; se ne conoscono circa una decina di specie. Queste specie producono ampi arbusti ben ramificati, con ramificazioni flessibili, che portano grandi foglie ovali, di colore verde-grigio, molto simili a quelle della salvia, con cui, se non in fiore, può venire a prima vista scambiata; le foglie di phlomis però non emanano alcun aroma: sono infatti prive di qualsiasi tipo di profumo. In primavera produce numerosi fiori, molto particolari e belli, sono infatti riuniti in infiorescenze circolari all'ascella delle foglie; quindi i rami apicali sono ornati di piccole coroncine di fiori ad ogni nodo. I fiori di phlomis possono essere gialli o rosa chiaro.
Phlomis


Come coltivarla

Phlomis Gli arbusti di salvia di gerusalemme sono rustici e resistenti; si pongono a dimora in un luogo ben soleggiato del giardino, poiché temono l'ombra e necessitano di almeno 5-6 ore al giorno di luce solare diretta; non necessitano di particolare terreno, anche se temono i terreni pesanti e molto umidi, soprattutto in inverno. Prima di porre a dimora le Phlomis quindi lavoriamo bene il terreno aggiungendovi se necessario della sabbia, o della pietra pomice, per aumentarne il drenaggio. Arricchiamo anche il terreno con poco stallatico, o con del concime granulare a lenta cessione; ogni 6-8 mesi bisognerà aggiungere attorno alla pianta dell'altro concime granulare, senza eccedere in quantità, visto che queste piante vegetano bene anche in terreni poveri e sassosi.


  • piante da giardino In questa sezione parliamo di arbusti.Una raccolta di schede dettagliate sulle diverse specie coltivate nei nostri giardini.I consigli per una giusta scelta in base alle esigenze della vostra aiuo...
  • Mimosa  La mimosa (acacia dealbata) è un albero originario della Tasmania, ma che, giunto nel nostro paese verso la metà del 1800, si è adattato benissimo al clima della Riviera Ligure e a quello delle region...
  • Corbezzolo Albero o arbusto sempreverde originario dell'Irlanda e dei paesi che si affacciano sul mediterraneo, che può raggiungere i 9-10 metri di altezza, ma che più comunemente rimane di dimensioni intorno ai...
  • Cornus alba Questi arbusto presenta foglie caduche originario dell'Asia centro-meridionale, che raggiunge i 150-200 cm di altezza. I fusti sottili hanno portamento eretto, ramificano abbondantemente con il pass...


Annaffiatura e cure

salvia di gerusalemme pianta La pianta appena posta a dimora necessita di annaffiature, nel corso del tempo queste piante però non necessitano di tanta acqua, e sopportano senza problemi la siccità. Può capitare che in estate, in caso di periodi particolarmente siccitosi, perdano gran parte del foglie ma, entrando in una specie di riposo vegetativo: non appena il clima tende a rinfrescare, a fine estate, la piante di salvia di gerusalemme ricominciano a germogliare.

Per mantenere una pianta sempre rigogliosa, possiamo annaffiarle anche in estate, evitando però di annaffiare se il terreno è ancora umido: attendiamo sempre che sia ben asciutto da alcuni giorni per fornire nuovamente acqua.

In inverno non necessitano di alcuna cura, e possono sopportare gelate anche intense e prolungate, fino a -10/-15°C.

A fine estate accorciamo i rami che hanno fiorito, altrimenti l'arbusto tenderà a svuotarsi nella parte bassa, prendendo un portamento molto disordinato e sgraziato.


Salvia di Gerusalemme - Phlomis: Dove metterle

salvia di gerusalemme La salvia di gerusalemme o Phlomis è una pianta molto adatta a formare bordure, che possono raggiungere i 100-120 cm di altezza; in questo caso ricordiamo di tenere la pianta compatta potandola ogni anno, in modo da dare alla bordura un aspetto più ordinato e di ottenere cosi un giardino rigoglioso ma allo stesso tempo ben tenuto e pulito.

Queste piante vengono anche utilizzate come esemplari singoli, prediligendo le posizioni d'angolo (sempre ricordandosi però della loro particolare necessità di ricevere luce solare diretta per almeno 5-6 ore al giorno). Viste le parentele le phlomis vengono spesso posizionate nell'aiola delle aromatiche, dove trovano il collocamento migliore; pur non essendo piante a foglia aromatica, ricordano molto salvie, lavande, santoline, e quindi ben si sposano con queste piante.


Guarda il Video



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni; è consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge in questo periodo dell'anno.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO