Giunco - Juncus effusus

Generalità

Questo tipo di arbusto è un cespuglio acquatico perenne, diffuso nelle aree umide di tutti i continenti, vive nei pressi di fiumi e laghi, nelle acque correnti pulite, ma spesso lo si trova anche vicino agli acquitrini. Il giunco si sviluppa a ciuffi, ricoprendo rapidamente ampie superfici, producendo rizomi sotterranei; cresce sviluppando fusti alti fino a 100-150 cm, verdi, privi di foglie o con foglie avvolte intorno al fusto, cilindrici e flessibili, solitamente lisci o leggermente rigati longitudinalmente; in estate produce piccoli fiori a ventaglio, bruno-verdi. La maggior parte delle varietà è poco decorativa, ma alcune si prestano particolarmente per la coltivazione nei pressi di piccoli laghetti in giardino, come il juncus effusus spiralis, più piccolo del giunco comune, e con caratteristica crescita a spirale; il juncus effusus Cuckoo, a strisce gialle e verdi e il juncus effusus zebrinus, a strisce bianche e verdi.
Giunco


Esposizione

giunco Per un migliore sviluppo degli esemplari di giunco è preferibile porre a dimora le piante di questa varietà in luogo molto soleggiato, ai bordi di un laghetto o anche in una posizione completamente sommersa.

Questo genere di arbusto non teme il freddo, e nei luoghi in cui non gela durante la stagione fredda, è possibile favorirne una crescita più compatta potandolo alla base in autunno, in modo tale che possa svilupparsi al meglio alla ripresa vegetativa.

Per quel che riguarda le annaffiature, è ovvio che, essendo una pianta acquatica, ci sia bisogno di una costante presenza di acqua, in quanto il terreno che ospita gli esemplari di questa particolare varietà devono essere coltivati in un ambiente con un elevato grado di umidità. Se posti in contenitore, soluzione comunque poco consigliabile, occorre mantenere costantemente il terreno bagnato.

  • Giungo fiorito Il Butomus umbellatus è una pianta acquatica perenne rizomatosa, originaria dell'Europa e dell'Asia, ormai diffusa anche nel continente americano. Questa pianta, conosciuta anche come giunco fiorito, ...


Terreno

juncus effusus Il giunco preferisce un suolo lievemente acido, pesante e molto bagnato. I rizomi vanno interrati in cassette abbastanza grandi, riempite con terriccio composto in gran parte da torba, mescolata con sabbia, che vanno poi affondate sott'acqua in uno stagno; volendo mantenere i giunchi sul bordo si possono interrare anche sulle rive di un laghetto, prestando attenzione che l'acqua ricopra la pianta fino al colletto, appena sopra il rizoma, in modo tale da mantenere le radici in costante contatto con l'acqua.


Moltiplicazione

giunco il giunco si sviluppa naturalmente producendo un gran numero di nuovi rizomi, volendo è possibile ottenere nuove piante in autunno dividendo i rizomi, cercando di lasciare in ogni porzione una radice vecchia e una nuova; i rizomi così divisi vanno subito interrati e affondati sott'acqua per consentire ai nuovi germogli di svilupparsi nell'ambiente ideale.


Giunco - Juncus effusus: Parassiti e malattie

A volte il giunco può essere attaccato da cocciniglia farinosa e dagli afidi neri. Per questo motivo, è bene intervenire con trattamenti preventivi ad ampio spettro per garantire agli esemplari la corretta protezione. In commercio sono disponibili numerosi prodotti specifici che consentono di contrastare efficacemente l'insorgenza di questo tipo di problema. E' bene intervenire con tempestività quando si notano i segni della presenza di parassiti per evitare che il problema si diffonda in modo massiccio.


  • giunco pianta Il giunco o Juncus Effusus è una pianta perenne che può raggiungere un’altezza fino a centoventi centimetri; è diffusa s
    visita : giunco pianta



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare con regolarità, ogni 6-7 giorni, bagnando il terreno a fondo, ma attendendo che il substrato asciughi completamente tra un'annaffiatura e l'altra; evitare di lasciare acqua stagnante nel sottovaso.


Tenere Umido
concimazione
In questo periodo dell'anno la concimazione ha lo scopo di preparare le piante alla stagione fredda; in genere si interviene una sola volta, utilizzando un concime a lenta cessione specifico per piante verdi, non troppo ricco in azoto.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO