Lobelia acquatica - Lobelia cardinalis

Generalità

La Lobelia cardinalis è una pianta erbacea acquatica perenne originaria del nord America, appartenente ad un genere di cui fanno parte numerose piante ornamentali perenni e annuali molto coltivate nei nostri giardini. Questa specie si presenta come una rosetta compatta di grandi foglie verde scuro, in primavera dalla rosetta cresce uno stelo di colore rosso, carnoso, molto ramificato, che raggiunge facilmente i 100-120 cm di altezza, su cui sono presenti numerosi boccioli rosso vivo; questi ultimi sbocciano a partire dalla base della rosetta, rivelando bellissimi fiori color carminio, con il petalo basso trilobato e quello più in alto bilobato; gli stami sono riuniti a formare un tubo.

Le foglie della Lobelia cardinalis sono di forma oblunga e lanceolata con margine dentellato ed hanno dei piccioli lunghi .

In tarda estate produce delle capsule legnose piene di semi che garantiscono la moltiplicazione di questa pianta.

Per favorire la crescita di questa pianta è importante evitare che la lobelia cardinalis emetta un fusto principale potando gli apici. In questo modo si evita l'affermazione di un fusto principale e si distribuisce la crescita su tutta la pianta con l'emissione di getti laterali.

Dopo la potatura si avrà una pianta con portamento più globoso e più apprezzabile dal punto di vista ornamentale.

Lobelia


Esposizione

Lobelia Preferisce le posizioni soleggiate, ma si sviluppa senza problemi anche a mezz'ombra, purché sia posta in luogo luminoso. Non teme il freddo, anche se nei luoghi con inverni molto rigidi è opportuno riparare la rosetta basale dalle gelate troppo persistenti; in estate è preferibile ombreggiarla nelle giornate particolarmente calde. Le temperature ottimali per la Lobelia cardinalis oscillano fra i 10 ed i 25°C con le condizioni ottimali che si insediano con temperature intorno a 18°C.

  • salicaria La Lythrum salicaria, o salcerella, è una pianta erbacea perenne originaria dell'Europa e dell'Asia. Produce folti ciuffi, alti 100-150 cm, costituiti da sottili fusti eretti, semilegnosi alla base, a...
  • fiori di Trifoglio fibrino La Menyanthes trifoliata, conosciuta anche come trifoglio fibrino o trifoglione d'acqua, è una pianta acquatica perenne originaria del nord America. E' costituita da sottili fusti prostrati ricoperti ...
  • Morso di rana L'Hydrocharis morsus - ranae, comunemente conosciuta come morso di rana, è una pianta acquatica perenne, originaria dell'Europa centro-meridionale e dell'Asia. E' costituita da una piccola rosetta di ...
  • Sagittaria gigante La sagittaria latifolia o gigante è una pianta acquatica perenne originaria del nord America. Questa varietà di pianta acquatica produce tuberi bianchi o bluastri, delle dimensioni di un uovo, commest...


Terreno

La lobelia acquatica è una pianta che gradisce i terreni molto umidi, sulle rive di corsi d'acqua o di bacini; volendo può essere coltivata anche lontano dall'acqua, sia in piena terra che in vaso, ricordando che necessita di grandi quantità d'acqua, e che quindi va annaffiata abbondantemente e spesso, senza mai lasciare asciugare il terreno.


Moltiplicazione

In primavera è possibile seminare le lobelie, in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali, ricordando di mantenere il terreno sempre umido; coltivare le nuove piantine in vaso per almeno un anno e porle a dimora la primavera successiva. In primavera e in autunno è possibile dividere i cespi di rosette basali, ottenendo nuove piantine, che vanno fatte svernare in luogo riparato, prima di essere poste a dimora l'anno successivo.

Un'alternativa alla semina è la divisione per cespi, facile da realizzare se la pianta è rigogliosa ed abbondante. Per moltiplicare la loblia acquatica con questa tecnica sarà infatti sufficiente dividere il cespo "madre" con un taglio deciso ed ottenere una nuova piantina che attecchendo darà vita ad una nuova piantina.


Lobelia acquatica - Lobelia cardinalis: Parassiti e malattie

Fra i parassiti e le malattie che possono attaccare la Lobelia cardinalis segnaliamo talvolta gli afidi e la cocciniglia, che possono rovinare la pianta, le foglie ed i fiori.

La lobelia cardinalis può soffrire un'esposizione troppo soleggiata e solitamente in queste condizioni è una pianta che diventa stentata e cresce in maniera molto ridotta.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Le annaffiature in questo periodo dell'anno devono essere molto frequenti, anche ogni 2-3 giorni, in modo da mantenere il terreno sempre leggermente umido.


Tenere bagnato
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO