Rose rampicanti

Rose rampicanti

Gli steli di questa particolarità di rose è di tipo semilegnoso, caratterizzato da molte ramificazioni e spine, rendendole adatte per decorazioni di archi, porticati, muri, ecc..

È possibile distinguere le rose rampicanti essenzialmente, in due categorie: Climber e Rambler. Le prime, le Climber, sono decisamente più alte delle Rambler, potendo arrivare addirittura ad un'altezza di ben 10 metri con i loro steli rigidi; a differenza delle Rambler hanno bisogno di sostegni e appoggi su cui svilupparsi, e necessitano di potature. Le Rambler si caratterizzano per la cospicua fioritura durante il periodo primaverile ed in particolare durante quello estivo, sono piante di grosse dimensioni ma che producono fiori piccoli ed abbondanti, ornando e colorando così i vostri pergolati; a differenza delle Climber non necessitano di alcuna potatura e, nella maggior parte dei casi, fioriscono solamente una volta all'anno.

Tuttavia, il periodo di fioritura può variare a seconda della categoria, andando dall' autunno alla primavera, nonché inizio estate. Queste rose, con le loro foglie dai margini seghettati e dal colore verde abbastanza scuro, tendono a svilupparsi o in modo solitario, come accade in montagna ad esempio, o i gruppetti, ma indipendentemente da ciò, le roselline rampicanti sono tutte accomunate dall' avere molti petali, il cui colore varia da categoria a categoria (possono essere, blu, rosse, bianche, ed altri colori ancora). I loro frutti vengono denominati "cinorrodi".

Rose rampicanti

Vivai Le Georgiche Rosa New Dawn

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,6€


Esposizione e terreno

rose Il clima preferito dalle rose rampicanti è quello temperato, ciò non esclude però la loro capacità di sopportare e adattarsi agli ambienti con temperature alte o basse e, a seconda della categoria, richiedono un' esposizione in zone ombreggiate o decisamente soleggiate. questo dipende soprattutto dai pigmenti contenuti nei loro petali: le rose dai colori chiari e pallidi, come le rose giallo chiaro, rosa delicato e quelle bianche, necessitano di zone che sono in parte ombreggiate; le rose rampicanti che possiedono invece pigmenti scuri, come le rose arancio, rosse, blu o altri colori piuttosto marcati, necessitano di una maggior esposizione alla luce solare. Fa eccezione la rosa Cocktail Climber, la quale, pur avendo la tonalità di un rosso forte, richiede però un' esposizione in zone più o meno ombreggiate, in quanto l'eccessiva esposizione alla luce solare potrebbe danneggiarla.

Passando ora al tipo di terreno, c'è da ricordare che le rose rampicanti sono piante abbastanza semplici da crescere, non necessitando di cure articolari. Il terreno più adatto per queste rose è quello calcareo, fertile, ben drenato e con un impasto medio. Sono inoltre consigliabili terreni che posseggono una lieve acidità. Se invece possedete rose rampicanti che sono coltivate in vaso, è molto più adatto un terreno che sia fatto di torba, argilla.

  • rose rampicanti LAWINIA®La rosa lawinia è una rosa rampicante e rifiorente dai grandi fiori pieni, di un meraviglioso colore rosa intenso che rimane inalterato. I fiori possono essere portati singolarmente o a ...
  • rosa rouge et or ROUGE ET OR® Questo rosaio ricalca le orme della pur sempre bella ROUGE ET OR® ad arbusto, imponendosi nuovamente all'attenzione degli amatori più esigenti sotto forma di rampicante. Si tratta ...
  • rosa santana SANTANA®Le rose santana formano un bellissimo rosaio rampicante con grandi fiori dal colore rosso sangue. I boccioli dalla forma nobile si aprono in fiori molto grandi e pieni con un leggero e d...
  •  rose shogum SHOGUn ®La rosa Shogun è un nuovo rampicante rifiorente per tutto l'arco dell'anno fino al gelo. Fiori colore rosa con sfumature panna all'interno, dalla forma estremamente elegante, molto rifiore...

Relaxdays Arco per rose/piante rampicanti con decorazioni e le seguenti misure: HBT 226 x 144 x 36,5 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 67,37€
(Risparmi 22,62€)


Come prendersi cura delle rose rampicanti

rose rampicanti La prima operazione da effettuare è la messa a dimora e per far ciò è importante preparare il terreno adatto, magari apportando letame o concime organico. Se si possiedono terreni che sono particolarmente ricchi di calcare, conviene aggiungere sabbia e torba. Una volta preparato il terreno, realizzate una piccola buca che sia profonda circa 50 cm, e depositate del concime organico sul fondo. Fatto ciò è possibile procedere con la messa a dimora: con del semplice terriccio coprite questo concime, in modo da realizzare un dislivello di 6 cm circa e, successivamente, ristabilite il "pareggio" del terreno apportandovi ulteriore concime.

Fatto ciò bisogna passare alla fase successiva: aggiungete dell' acqua (essenziale per le vostre piante), e lasciate che venga assorbita completamente dal terreno stesso. Una volta che sarà stata ultimata la messa a dimora, bisogna procede aggiungendo del letame maturo.

Attenzione: il periodo compreso tra Ottobre e Aprile, è il periodo più adatto per la messa a dimora delle piante. Anche il tipo di innaffiatura gioca molto sul trattamento delle piante, e quella più adatta per le rose rampicanti è l' innaffiatura a goccia. Questo tipo di rose va innaffiata circa una o due volte a settimana, prestando particolare attenzione a non esagerare con l'acqua, altrimenti potrebbero formarsi dei funghi o muffe che sono dannose per le rose.

Attenzione: È preferibile innaffiare le piante al mattino presto.


Concimazione e potatura

Altrettanto importante per la cura delle vostre rose rampicanti, è la concimazione, che dovrebbe iniziare già al momento della formazione dei primi boccioli, assolutamente non prima e, in seguito, ad ogni fioritura. Il concime più adatto è quello di tipo solido, contenente potassio e fosforo. Bisogna apportare solamente uno o due grammi circa per ogni litro di terriccio. Infine c'è la potatura, altra pratica importante per tenere al meglio le vostre rose rampicanti, in quanto è in grado di favorire la crescita di una nuova vegetazione,eliminando rami danneggiati, deboli o secchi e regolandone tra l'altro le dimensioni. Per far ciò è fondamentale munirsi di utensili ben puliti e affilati, nonché guanti da giardinaggio per evitare anche di pungersi data la presenza delle molte spine sugli steli. Il miglior periodo idoneo per la potatura è compreso tra gennaio e febbraio.

Inoltre, esattamente come tutte le piante, ed in particolare le rose (molto delicate), anche la categoria delle rose rampicanti può essere soggetta all' azione di diverse malattie (come ruggine, cancri, marciumi, peronospora) e parassiti (come vari tipi di coleotteri, funghi, afidi e cocciniglia).


Come è possibile acquistare le rose rampicanti

rose rampicanti È possibile oggi trovare in commercio una moltitudine di tipologie di rose rampicanti disponibili in tantissimi colori. Un consiglio importante da ricordare è quello di prediligere le rose in vivaio, diffidando assolutamente dalle rose vendute nei supermercati a prezzi notevolmente bassi.

Inoltre, prima di acquistare le vostre rose, informatevi sulle sue proprietà, caratteristiche, sul clima e terreno preferii, tecniche di coltivazione e tutte le altre nozioni che servono per mantenere al meglio quel particolare tipo di rose rampicanti.

Esistono diverse specie, ma tra queste, quelle più diffuse sono: Rambler Indigoletta, Rambler Metanoia, Rambler Bukala, Pillar Ponte Rosa, Pillar Libretto, Pillar Paul’s Lemon, Climber Penny Lane, Climber New Dawn, Climber Santana e Climber Paul’s Scarlet.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO