Amorpha fruticosa

Generalità

arbusto a foglie caduche originario dell'America settentrionale; diffuso anche in Europa, allo stato selvatico, dove era stato importato originariamente come pianta ornamentale. Ha forma tondeggiante, è molto ramificato e raggiunge anche i 2-3 metri di altezza; le foglie sono composte, costituite da 29-35 piccole foglie ovali, di colore verde brillante, leggermente più chiare sulla pagina inferiore; la corteccia del corto fusto è di colore grigiastro, liscia. A fine primavera e fina a estate inoltrata produce lunghe spighe costituite da numerosissimi fiori di colore rosso porpora scuro, con vistose antere giallo oro o arancioni; a fine estate ai fiori succedono i frutti, piccoli baccelli verdi, lucidi, che divengono rossi o marroni a maturazione, in autunno. Le piante di amorpha tendono a produrre numerosi polloni basali e quindi i cespugli possono diventare molto ampi, colonizzando tutto lo spazio che hanno a disposizione; se si intende mantenere l'arbusto entro un'area ristretta è bene asportare periodicamente i polloni.
Amorpha


Esposizione

Amorpha porre a dimora in luogo molto soleggiato; questi arbusti possono sopportare anche l'ombra parziale, dove però ricevano il sole diretto per almeno alcune ore al giorno. Non temono il freddo, anche se è consigliabile porle in luogo riparato dal vento, in modo da evitare che le lunghe spighe di fiori e frutti possano venire danneggiate.

  • Corbezzolo - Arbutus

    Corbezzolo Albero o arbusto sempreverde originario dell'Irlanda e dei paesi che si affacciano sul mediterraneo, che può raggiungere i 9-10 metri di altezza, ma che più comunemente rimane di dimensioni intorno ai
  • Biancospino - Crataegus Laevigata

    Biancospino il genere crataegus comprende circa duecento specie di alberi ed arbusti a foglia caduca, originari dell'Europa, dell'Asia e del nord America; hanno portamento eretto e producono una chioma disordinat
  • Corniolo - Cornus florida

    Corniolo pianta arbusto o piccolo albero caduco originario del nord america. Ha crescita lenta e si presenta come un alberello di taglia medio-piccola, con tronco abbastanza corto e chioma tondeggiante, ampia e molto
  • Chionanthus virginianus

    Chionanthus arbusto, o piccolo albero, a foglie caduche, originario dell'America settentrionale, che può raggiungere i 6-7 metri di altezza. Il tronco è eretto, spesso leggermente contorto, talvolta costituito da


Annaffiature

amorpha fructda marzo a settembre annaffiare circa una volta a settimana, per permettere alla pianta uno sviluppo equilibrato; questa pianta può sopportare senza problemi periodi anche lunghi di siccità. All'inizio della primavera interrare ai piedi dell'arbusto del concime organico ben maturo, oppure spargere attorno al tronco una manciata di concime granulare a lenta cessione.


Terreno

queste piante hanno dimostrato di potersi adattare a qualsiasi terreno, anche povero e sassoso; indubbiamente per uno sviluppo migliore della pianta è bene porla a dimora in un buon terreno ricco e soprattutto molto ben drenato, con aggiunta di sabbia e lapillo o pietra pomice.


Moltiplicazione

avviene per seme, in primavera, dopo aver stratificato i semi in frigorifero per almeno una settimana; in autunno o a fine inverno è anche possibile asportare i polloni basali, che vanno fatti radicare in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali, in contenitore oppure direttamente a dimora; le giovani piante vanno tenute in luogo semiombreggiato per il primo anno, e vanno annaffiate regolarmente.


Amorpha fruticosa: Parassiti e malattie

talvolta gli afidi infestano le spighe di fiori.





Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, dove possa ricevere alcune ore di luce solare diretta.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Si annaffia soltanto durante periodi di prolungata siccità o quando il terriccio è ben asciutto; in questo periodo dell'anno in genere può essere sufficiente intervenire una volta ogni 20-25 giorni.


Tenere Umido
concimazione
Si consiglia di sospendere le concimazioni durante il periodo invernale; un eccessivo apporto di nutrienti infatti favorirebbe lo sviluppo di nuova vegetazione, troppo sensibile alle basse temperature.


Esigenze della piante a febbraio in un clima continentale.

commenti

Nome:

E-mail:

Commento: