Pino del Paranà  - Araucaria araucana

Generalità

Araucaria araucana (Sin. Araucaria imbricata - Pino del Paranà - Pino del Cile).

Provenienza: Cile. Altezza massima 30 m. Rustica, con foglie verde lucido, acuminate, spinose all'apice. Le foglie coriacee cambiano ogni 10 anni circa. La corteccia è grigia e rugosa, assai spessa. Produce pigne lunghe circa 15 cm. I rami sono, in età giovanile, disposti orizzontalmente e la pianta assume una forma conica. In età adulta, invece, la pianta assume una caratteristica forma più arrotondata e i rami inferiori sono rivolti verso il basso. Richiede terreni acidi e ben drenati.

Questo genere comprende circa venti specie di conifere sempreverdi, originarie dell'America meridionale e dell'Australia; A. araucana, chiamata anche imbricata, è l'unica specie che sopporta inverni rigidi; altre specie coltivate nei giardini sono A. bildwillii e A. heterophylla, che temono leggermente il freddo; A. excelsa è una specie coltivata come pianta da appartamento. Il fusto è possente, eretto; questi alberi hanno crescita molto lenta, ma possono raggiungere i 25-30 metri di altezza. Le ramificazioni sono orizzontali, abbastanza ramificate; il fogliame è di colore verde scuro, rigido e spesso, appuntito, ricorda delle squame triangolari. La chiomaè piramidale, tende ad allungarsi co il passare degli anni. Gli esemplari di almeno 20-30 anni producono infiorescenze simili a grosse pigne, tondeggianti nel caso di alberi femminili, mentre gli alberi maschili producono infiorescenze più allungate, quasi cilindriche. All'interno delle pigne degli alberi femminili si trovano numerosi semi fertili, commestibili. Le a. araucana nei luoghi d'origine sono in via d'estinzione, sono quindi protette dalle convenzioni internazionali, per questo motivo in Europa possono circolare soltanto esemplari provenienti da coltivazione, e non prelevati in natura.

Araucaria araucana


Esposizione

piante di Araucaria A. araucana è una pianta sempreverde, che non teme il freddo, si consiglia di porla a dimora in luogo soleggiato, riparato dal vento; in genere il pino del Paranà sopporta senza problemi anche il caldo, ma in zone con estati molto calde si consiglia di porre la pianta in luogo semiombreggiato, oppure di scegliere una varietà meno rustica, che preferisca il caldo. Prima di porre a dimora un'araucaria è bene considerare quali siano le dimensioni finali di questo albero, che pụ divenire molto voluminoso, ed è quindi adatto come esemplare singolo.

  • Araucaria Al genere Araucaria appartengono circa una ventina di specie di alberi, originari dell'Emisfero australe, diffusi in Cile, Australia, Nuova Zelanda, Nuova Caledonia; in Italia si coltiva generalmente ...
  • foto araucaria Caro amico ti ringrazio per la rivista di aprile ma vorrei un'informazione su un albero (PINO) che viene chiamata volgarmente AUCRALIA ma il nome esatto non lo riesco a trovare provo a descriverlo piu...
  • araucaria Genere comprendente una quindicina di specie di conifere originaria dell'emisfero meridionale. Alcune specie sono rustiche e possono essere coltivate all'aperto (tra cui ad esempio l'Araucaria araucan...
  • aracauria Gentile esperto, a seguito della rimozione di un bellissimo esemplare di araucania araucana di oltre 20 anni esseguito dal nuovo proprietario, desidero chiederle se è lecito distruggere tale bellezza ...


Annaffiature

Araucaria in genere gli alberi di pino del Paranà possono sopportare periodi di siccità anche prolungati, senza alcun problema; le giovani piante appena messe a dimora vanno peṛ annaffiate durante la stagione calda, attendendo che il terreno sia ben asciutto tra un'annaffiatura e l'altra. In autunno spargere alla base della pianta del concime organico ben maturo.


Terreno

pino del paranà Gli esemplari di pino del Paranà si sviluppano nella comune terra da giardino, preferendo il terreno profondo e soffice, molto ben drenato.


Moltiplicazione

La moltiplicazione avviene per seme, in primavera, oppure per talea. Queste piante si sviluppano con grande lentezza, quindi i giovani esemplari impiegano molti anni per raggiungere una taglia adatta ad essere posti a dimora in giardino.


Parassiti e malattie

araucaria difficilmente queste piante vengono attaccate massicciamente da parassiti o da malattie, anche se talvolta possono venire colpite dagli afidi e dalla cocciniglia; in genere piante sofferenti possono accusare i sintomi di eccessive annaffiature o di periodi di siccità molto prolungati.


Araucaria Bildwillii

Provenienza: Australia.

Altezza massima 2-3 m se coltivata in vaso, 30 metri in natura.

Semirustica, con foglie verde lucido, spinose all'apice, coltivata come pianta d'appartamento.


Araucaria Heterophylla

Provenienza: Australia.

Altezza massima 2-3 m se coltivata in vaso, 30 metri in natura.

Semirustica, con foglie aghiformi, verde lucido, produce pigne lunghe 15 cm. E' utilizzata come pianta d'appartamento. Cresce bene all'ombra.


Pino del Paranà  - Araucaria araucana: Araucaria Excelsa

araucaria excelsa Provenienza: Australia.

Altezza massima 2 m se coltivata in vaso. In natura pụ raggiungere i 50 metri d'altezza.

Sensibile al freddo, viene coltivata come pianta d'appartamento. Presenta una chioma conica, con rami orizzontali con foglie verde lucido, aghiformi e leggermente spinose. Richiede terreni acidi e ben drenati.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Consigliamo di annaffiare la pianta solo se il terreno è completamente asciutto, evitando gli eccessi.


Tenere Umido
concimazione
In questo periodo dell'anno la concimazione ha lo scopo di preparare le piante alla stagione fredda; in genere si interviene una sola volta, utilizzando un concime a lenta cessione specifico per piante verdi, non troppo ricco in azoto.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO