Felce femmina - Athyrium filix - femina - Athyrium filix-femina

Generalità

Il termine Athyrium filix - femina si riferisce ad un gruppo di felci sempreverdi o decidue, originarie dell'Europa, dell'Asia e del Nord America; la gran parte di esse sopporta i freddi invernali, ma si possono anche coltivare in vaso in casa. Produce un largo ciuffo di fronde, alto dai 40 ai 90 cm, ognuna di esse è una singola foglia composta, priva di ramificazioni. I fusti sono di colore marrone chiaro, che contrasta con il colore delle foglie.

Le foglie sono composte, triangolari, costituite da numerosissime foglioline finemente divise, di colore vario a seconda delle specie, di misura sempre minore a partire dalla base del fusto fino all'apice; A. filix-femina ha fogliame verde chiaro, esistono cultivar con foglie verde-giallastro; A. nipponicum ha foglie molto scure, che tendono al grigio-argento, esistono cultivar con fogliame tendende al porpora scuro, anche veriegate. Queste felci sono molto adatte nei giardini ombreggiati, dove si possono utilizzare anche come tappezzanti.

Felce femmina

CANNE IN BAMBOO PER SOSTEGNO ORTAGGI E ALTRI USI DA CM 210 IN CONFEZIONE DA 25 CANNE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 41€


Esposizione

athyrium filix femina Le piante di Athyrium filix - femina, dette anche di felce femmina sono molto rustiche e resistenti e non hanno particolari problemi nella stagione fredda. Per la migliore esposizione possibile porre a dimora in luogo ombreggiato o semiombreggiato; poche ore di luce mattutina possono migliorare notevolmente il colore delle cultivar a foglia variegata; in genere non temono il freddo, ma talvolta, possono venire danneggiate dal vento, quindi è consigliabile scegliere una posizione riparata, ad esempio contro un muro o ai piedi di alberi o arbusti.

Buona parte delle specie è a foglia caduca, quindi in inverno va in riposo vegetativo, in caso di temperature molto rigide è possibile che la parte aerea secchi completamente, per rispuntare in primavera.

  • Platycerium bifurcatum felce epifita originaria dell'Australia meridionale; del genere platycerium fanno parte alcune felci, tutte epifite, diffuse in Australia e nell'Africa meridionale; in natura si sviluppano sul tronco ...
  • Selaginella E' un genere che comprende moltissime specie di piante erbacee appartenenti alla famiglia delle felci, originarie dell'Asia, dell'Africa, dell'Australia e del continente americano. Hanno sottili fusti...
  • Asplenium Originaria dell' Asia tropicale e delle isole del Pacifico.Altezza 0,6-l,2 m, diametro 30-60 cm. ASPLENIUM NIDUS è in natura una specie epifita che cresce sugli alberi: da ciò è derivato il suo nome...
  • Capelvenere Il genere conta duecento specie di felci, alcune rustiche possono essere coltivate in giardino, altre in serra e in appartamento. Sono usate come piante ornamentali per il fogliame leggero e decorativ...

Vivai Le Georgiche Callicarpa Bodinieri Profusion

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,2€


Annaffiature

athyrum felix-femina Come la gran parte delle felci anche gli Athyrium filix - femina necessitano di annaffiature regolari, ma temono i ristagni idrici; si consiglia quindi di mantenere il terreno leggermente umido, evitando gli eccessi, soprattutto per quanto riguarda gli esemplari coltivati in contenitore. Controllare che il substrato rimanga umido, senza eccedere perchè i ristagni d'acqua nuocciono alla pianta.

In autunno ed all'inizio della primavera interrare ai piedi della pianta del concime organico o del concime granulare a lenta cessione per piante verdi.


Terreno

felce femmina Le piante di felce femmina amano particolarmente i terreni a tendenza acida, sciolti, ben drenati e ricchi di humus; coltivare in un substrato costituito da due parti di torba, due parti di terriccio di foglie e una parte di sabbia. Essendo piante rustiche le piante di felce femmina possono essere interrate anche in terreni che presentino condizioni diverse, in questo caso la pianta avrà uno sviluppo minore.


Moltiplicazione

Le piante di felce femmina producono molte spore, che sono mature quando hanno un aspetto cartaceo e si staccano dalla pianta con facilità; si seminano in primavera, in un composto costituito da sabbia e torba in parti uguali; le giovani piantine si coltivano in contenitore in luogo riparato per alcuni anni prima di poter essere messe a dimora. In primavera e in autunno è possibile dividere i cespi, le porzioni così praticate si mettono direttamente a dimora.


Felce femmina - Athyrium filix - femina: Parassiti e malattie

felce femmina Le piante di felce femmina soffrono talvolta di clorosi e di marciume radicale, che può essere causato da eccessivi ristagni d'acqua.





Esposizione
Pianta che predilige le posizioni ombreggiate, evitare l'esposizione ai raggi diretti del sole.

 
Posizione ombreggiata
Annaffiature
Cerchiamo di annaffiare abbastanza regolarmente, in modo da avere un terriccio sempre leggermente umido; in genere può essere sufficiente annaffiare circa una volta a settimana.


Tenere bagnato
concimazione
Si consiglia di sospendere le concimazioni durante il periodo invernale; un eccessivo apporto di nutrienti infatti favorirebbe lo sviluppo di nuova vegetazione, troppo sensibile alle basse temperature.


Esigenze della piante a dicembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO