Gelsomino d'inverno, G. di S. Giuseppe - Jasminum nudiflorum

Generalità

Questa specie di gelsomino è originaria della Cina, ed è un arbusto a foglie caduche, resistente al freddo. Si presenta come un ciuffo, più o meno denso, di sottili rami verde scuro, dritti e rigidi; le foglie sono lucide, leggermente cuoiose, verde scuro anch'esse, e sono costituite da tre piccole foglioline. Questo arbusto verso la fine dell'inverno ci regala una splendida fioritura di piccoli fiorellini gialli, che sbocciano a partire dalla base dei rami, prima della comparsa delle foglie.

Il g. di S. Giuseppe spesso tende a crescere abbondantemente, raggiungendo anche i 2-3 metri di altezza, per ottenere una forma compatta è consigliabile potarlo appena dopo la fioritura; ogni 3-4 anni è possibile procedere ad un rinnovo totale dei rami del g. d'inverno, potando il gelsomino a 10-15 cm dalla base. Il portamento parzialmente strisciante del Jasminum nudiflorum rende la pianta adatta anche come tappezzante, oppure come rampicante, ma solo se collocata a ridosso di apposite strutture su cui farla crescere.

Gelsomino giallo

Fiori d'ibisco secchi, Bissap Karkadè, Tisana 1 kg biologico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,9€


Esposizione

Gelsomino giallo Il gelsomino d'inverno o g. di S. Giuseppe è una pianta molto rustica, che vegeta bene in qualsiasi posizione, sia in pieno sole che all'ombra completa.

Ricordiamo comunque che le piante in pieno sole fioriscono copiosamente, mentre quelle all'ombra tendono a produrre più foglie che fiori. Se gli inverni sono particolarmente rigidi può occasionalmente accadere che il gelo rovini i boccioli floreali del Jasminum nudiflorum .

Se si vive in zone con inverni molto freddi è quindi opportuno vigilare e, se necessario, coprire la pianta con tessuto non tessuto in dicembre e in gennaio.

Nelle zone con clima molto caldo si suggerisce di posizionare il gelsomino in luogo semiombreggiato.

  • Corbezzolo Albero o arbusto sempreverde originario dell'Irlanda e dei paesi che si affacciano sul mediterraneo, che può raggiungere i 9-10 metri di altezza, ma che più comunemente rimane di dimensioni intorno ai...
  • Biancospino Il genere crataegus comprende circa duecento specie di alberi ed arbusti a foglia caduca, originari dell'Europa, dell'Asia e del nord America; hanno portamento eretto e producono una chioma disordinat...
  • Corniolo pianta florida rubra Il Corniolo, Cornus florida è un arbusto o piccolo albero caduco originario del nord america. Ha crescita lenta e si presenta come un alberello di taglia medio-piccola, con tronco abbastanza corto e c...
  • Chionanthus Il Chionanthus virginianus è un arbusto, o piccolo albero, a foglie caduche, originario dell'America settentrionale, che può raggiungere i 6-7 metri di altezza. Il tronco è eretto, spesso leggerme...

Vasi da fiori con supporto a parete set di 2 vaso per piante decorativa da giardino, in metallo con finitura anticata Finishing

Prezzo: in offerta su Amazon a: 33,95€


Annaffiature

jasminum nudiflorum Il Jasminum nudiflorum solitamente non necessita di annaffiature, poichè gli basta l'acqua delle piogge; se però le estati fossero troppo asciutte si consiglia di fornire acqua almeno ogni 15-20 giorni, per evitare la siccità eccessiva.

Si consiglia di interrare del concime organico ben maturo alla base del g. d'inverno all'inizio dell'autunno, per garantire un buon tenore di materia organica nel terreno e il necessario nutrimento della pianta.


Terreno

gelsomino giallo Il G. di S. Giuseppe non ha particolari necessità per quanto riguarda il terreno, poichè si adatta benissimo anche nella terra di giardino; per migliorare lo sviluppo della pianta è comunque bene mantenere il substrato ricco di humus, aggiungendo ammendanti e concimi se la crescita della pianta e le fioriture sono troppo scarse.

Nel mettere a dimora questo arbusto si ricorda di garantire un buon drenaggio aggiungendo materiale grossolano al terreno intorno alle radici.


Moltiplicazione

All'inizio dell'autunno si possono prelevare talee di circa 10-15 cm, che vanno fatte radicare in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali; le piantine vanno tenute in luogo protetto per almeno due inverni prima di poter essere messe a dimora in giardino. I fusti ricadenti tendono spesso a radicare spontaneamente a contatto con il suolo; in questo caso è sufficiente asportare un fusto radicato dalla pianta madre, ed interrarlo direttamente a dimora.


Gelsomino d'inverno, G. di S. Giuseppe - Jasminum nudiflorum: Parassiti e malattie

jasminum nudiflorum Il Jasminum nudiflorum è una pianta piuttosto rustica e resistente, ma nonostante ciò può essere attaccato da afidi e da cocciniglie, che rovinano le foglie. Per questo motivo è bene intervenire con trattamenti preventivi con prodotti insetticidi a largo spettro prima della fioritura o con sostanze specifiche quando la pianta viene colpita da questi parassiti, così da contrastarne velocemente e in modo definitivo i possibili effetti negativi.


Guarda il Video
  • gelsomino giallo Siamo abituati a pensare al gelsomino come ad un rampicante con i fiori candidi, profumati; in realtà al genere jasminum
    visita : gelsomino giallo
  • pianta gelsomino Il Gelsomino è una pianta arbustiva perenne ed appartiene al genere Jasminum della famiglia delle Oleaceae dove fa parte
    visita : pianta gelsomino
  • jasminum Il genere jasminum conta numerosissime specie di arbusti rampicanti o eretti, con fiori tubolari di colore giallo o bian
    visita : jasminum
  • fiori di san giuseppe La denominazione botanica delle piante fu inventata, intorno al 1700, dal naturalista svedese Linneo, e da quel momento
    visita : fiori di san giuseppe



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta direttamente ai raggi del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Evitare di annaffiare eccessivamente; in genere è sufficiente fornire acqua ogni 15-20 giorni, o anche meno; più il clima è freddo e meno la pianta necessita di annaffiature; si consiglia di sospendere le annaffiature durante i periodi con temperature molto rigide.


Tenere asciutto
concimazione
In inverno è consigliabile sospendere, o ridurre drasticamente, le concimazioni; infatti un eccessivo sviluppo di vegetazione tenera e di nuovi germogli esporrebbe eccessivamente le piante al rischio di gelate.


Esigenze della piante a dicembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO