Filadelfo - Philadelphus

Generalità

Il filadelfo appartiene ad un genere di 75 specie di arbusti a foglie decidue, che nel linguaggio comune vengono chiamati siringhe.

Tutte le varietà possono raggiungere un'altezza che varia tra i 2 e i 4 metri.

Le foglie sono opposte, hanno nervature molto evidenti e sono ovate.

I fiori sono a coppa, bianchi e larghi circa 3-4 cm, sono generalmente riuniti in mazzetti o grappoli ed emanano un profumo molto intenso. Di solito le fioriture avvengono tra maggio e giugno e in alcune varietà i fiori possono svilupparsi in forma doppia. A volte presentano delle sfumature color porpora.

Tutte le specie si piantano in ottobre o in marzo e si adattano a tutti i terreni.

Fiori dell'angelo


Philadelphus Coronarius

Philadelphus Coronarius Originario dell'Europa il filadelfo coronarius è un arbusto folto e alto 2-3 metri con uno sviluppo sferico. Ha un carattere rustico e riesce ad adattarsi in diversi ambienti.

Resiste bene anche in terreni molto asciutti.

La varietà aureus ha foglie giallo oro da giovane, che diventano poi verdi in estate.

Consigliamo la coltivazione in zone semi-ombreggiate.

Fiorisce a fine primavera e non necessita ti concime.

L'irrigazione è necessaria solo per gli esemplari più giovani, mentre gli arbusti adulti si accontentano dell'acqua delle piogge.

  • piante da giardino In questa sezione parliamo di arbusti.Una raccolta di schede dettagliate sulle diverse specie coltivate nei nostri giardini.I consigli per una giusta scelta in base alle esigenze della vostra aiuo...
  • Mimosa  La mimosa (acacia dealbata) è un albero originario della Tasmania, ma che, giunto nel nostro paese verso la metà del 1800, si è adattato benissimo al clima della Riviera Ligure e a quello delle region...
  • Corbezzolo Albero o arbusto sempreverde originario dell'Irlanda e dei paesi che si affacciano sul mediterraneo, che può raggiungere i 9-10 metri di altezza, ma che più comunemente rimane di dimensioni intorno ai...
  • Cornus alba Questi arbusto presenta foglie caduche originario dell'Asia centro-meridionale, che raggiunge i 150-200 cm di altezza. I fusti sottili hanno portamento eretto, ramificano abbondantemente con il pass...


Philadelphus inodorus

philadelphus inodorus Il filadelfo inodorus cresce nelle regioni sud-orientali degli Stati Uniti e presenta foglie ellittiche verdi scure e appuntite.

I fiori sono bianchi e sbocciano a gruppi di 3 nei mesi di maggio e di giugno. Può superare i tre metri di altezza.

Questo arbusto tollera un'esposizione sia in pieno sole che in mezz'ombra, infatti può sopportare le temperature rigide ma soffre per il caldo eccessivo.

E' una pianta molto resistente sia all'inquinamento che ai possibili attacchi da parte di parassiti e non necessita di cure particolari o concimazioni.

Fiorisce a fine primavera.


Philadelphus microphillus

Philadelphus microphillus Il filadelfo microphyllus cresce nelle regioni sud-orientali degli Stati Uniti e si caratterizza per le foglie appuntite all'apice dalla forma ovate e ricoperte da una leggera peluria.

E' particolarmente adatto ai giardini rocciosi. Non ha infatti particolari esigenze per quanto riguarda il terreno e riesce ad adattarsi nelle diverse situazioni essendo una pianta rustica.

Presenta una fioritura alla fine della primavera e i suoi fiori sono di colore bianco panna.

E' una pianta che resiste bene anche con i climi freddi ma soffre per le temperature troppo elevate.


Filadelfo - Philadelphus: Philadelphus pubescens

Philadelphus pubescens La varietà pubescens cresce nelle regioni sud-occidentali degli Stati Uniti, è un arbusto alto fino a cinque metri e misura circa 3 metri di diametro.

Arbusto rustico e vigoroso ha foglie ovate lunghe anche 10 cm che presentano una peluria sulla parte inferiore. I fiori, che si presentano raccolti in racemi, sono color crema e generalmente sbocciano nel mese di giugno.

Può essere attaccato dagli afidi e per questo motivo è bene prevedere dei trattamenti preventivi con i prodotti insetticidi appositi, da utilizzare quando non è presente alcuna fioritura.

Tra gli ibridi ricordiamo la "beauclerk" che si distingue per le macchie rosse dei suoi petali, la "belle ètoile" con i petali macchiati di porpora alla base e la "burfordiensis" con petali bianchi e stami gialli.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO