Surfinie

Domanda: Surfinie

Buongiorno.

Avrei un consiglio da chiedere all'esperto: da qualche anno ogni primavera compro delle surfinie da mettere in balcone (premetto che il mio balcone è rivolto a sud, quindi al sole); faccio sempre tutto quello che mi dice il negoziante, innaffiature, concimazione, eccetera, ma ahimè le mie surfinie hanno sempre una vita molto breve. Mi fanno un'invidia certi balconi! Mi è stato consigliato di mettere, al posto delle surfinie, dei gerani, in quanto più resistenti. E' così?

Grazie

Edi Simoni

p.s. complimenti per il sito

surfinie

Guaber GA0566400 Concime Surfinie e Piante Fiorite Plus, 1000 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,8€


Surfinie: Risposta: Surfinie

Egr. Sig. Simoni,

La ringraziamo per averci contattato in merito al quesito sulla coltivazione della Surfinia, tramite la rubrica dell’Esperto d Giardinaggio.it.

Le Surfinie sono piante che appartengono alla famiglia delle Solanacee, sono originarie del Brasile ed hanno portamento eretto o ricadente a seconda delle varie specie.

Sono piante perenni coltivate per annuali caratterizzate dal possedere fiori imbutiformi semplici o doppi di vari colori (violetto, rosa, bianco o sfumati ) ed hanno un lungo periodo di fioritura.

Richiedono annaffiature frequenti, posizioni soleggiate ma possibilmente riparate dal vento e sotto il profilo parassitario sono alquanto tolleranti ai vari patogeni eccetto gli afidi.

Sopportano il freddo e possono essere coltivate all’aperto, anche in vasi sospesi per mettere in risalto il fogliame e la fioritura.

La presenza di una sensazione tattile collosa su foglie e rami è un caratteristica delle piante.

Lo stato di sofferenza che ha riscontrato è imputabile all’eccessivo caldo che provoca una specie di stasi nelle sue piante e ad una possibile eccessiva concentrazione di concime nel vaso.

In questi casi è consigliabile aumentare i turni di bagnatura, ma non le quantità di acqua per non creare dannosi ristagni idrici. E’ bene non nebulizzare la pianta per non danneggiare i fiori. Anche in estate deve concimare una volta la settimana.

Come consigliatoLe può provare a mettere sul balcone dei gerani in quanto vista l’esposizione del suo balcone si adattano meglio. Il geranio è una pianta che appartiene al genere Pelargoium e comprende oltre 400 specie erbacee, perenni. La maggior parte delle specie produce molti fiori, dagli svariati colori che vanno dal porpora all’azzurro. In genere la pianta necessita di terreni ben drenati, posizioni illuminate al sole, annaffiature e concimazioni regolari. Per prolungare la fioritura si consiglia di eliminate periodicamente i fiori appassiti. Non bisogna eccedere nelle concimazioni azotate per non favorire la formazione delle foglie a scapito dei fiori. La tolleranza al freddo di queste piante è molto limitata poiché sopportano temperature minime di circa 2 °C con ampie variabilità in funzione della specie ed il loro stato nutrizionale. Nel periodo invernale si possono ricoverare in ambiente freddo ma con temperature superiori ai 2 °C, in locale asciutto e ben illuminato. Le annaffiature dovranno essere nulle o molto ridotte al fine di far sopravvivere la pianta senza farla vegetare. La potatura invernale dei gerani ha lo scopo fondamentale di permettere alla chioma il totale rinnovo e per questa ragione prima del loro ricovero invernale si consiglia uno sfoltimento con eliminazione dei rami vecchi sino al mantenimento dei getti migliori per una altezza di 10- 15 cm dal suolo. Nel periodo di inizio primavera con la ripresa vegetativa , si consiglia prima della esposizione all’esterno, un rinvaso con cambio del substrato e una progressiva ripresa delle annaffiature con regolari concimazioni.

I Gerani sono facile preda di varie patologie fungine e da insetti.

Partendo proprio dagli insetti distruttori di foglie e germogli, fra questi si riscontrano con frequenza le larve di lepidotteri del tipo delle Nottue, Tortrici, e Geometridi questi ultimi così denominati perché si muovono a compasso.

Queste larve sono difficili da individuare perché si possono mimetizzare nella vegetazione oppure come le Nottue normalmente prediligono la notte (da cui il nome) per alimentarsi di foglie e steli per poi rifugiarsi in suolo di giorno. Altri insetti tipici dei gerani sono le cocciniglie e le mosche bianche che si cibano della linfa delle piante.

Per quanto riguarda le malattie funginee, il geranio è soggetto ad attacchi di: Gloeosporium, Macrosporium o Botrytis, Oidio, Ruggine.

Per risolvere il problema insetti, al momento della loro manifestazione, Le consigliamo di intervenire con insetticidi sia a livello radicale che fogliare .

Cordiali saluti

  • surfinie da quest'anno mi sto cimentando in giardinaggio, ho piantato nei vasi e fioriere varie qualità di fiori, adesso il mio dubbio riguarda il concime dove ho preso tutte le mie piante mi hanno dato della ...

Wuxal - Concime fertilizzante per Surfinie e agrumi 1 L di Manna

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,09€


Guarda il Video
  • surfinie Si tratta di piante erbacee molto ramificate. Tutte le parti sono ricoperte da una folta e fitta peluria (che negli ulti
    visita : surfinie

COMMENTI SULL' ARTICOLO