Cereo - Acanthocereus

Generalità

Cactus colonnare con fusti di colore verde brillante, solitamente molto lunghi e ramificati, che tendono a significare con gli anni. Le piante crescono dapprima erette, con gli anni si allungano notevolmente piegandosi, talvolta tendono a crescere lungo supporti, come tronchi d'albero, oppure ricadono a terra. Costituiscono dei veri e propri cespugli; in estate producono grandi fiori di colore bianco-verdastro, seguiti da frutti tondeggianti, carnosi, di colore rosso, ricoperti da scaglie; la polpa è bianca e tenera ed è commestibile. Esistono circa dodici specie di acanthocereus, tutte originarie dell'America centrale, diffuse soprattutto nel sottobosco o tra la vegetazione delle dune costiere.

Aloe arborescens - 6-8 cm - 4 Piante!

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,5€


Esposizione

Questi cactus prediligono zone molto luminose, ma non amano il sole diretto per troppe ore al giorno, vanno quindi posti in luoghi semiombreggiati, che vengano colpiti dal sole soltanto nelle ore pomeridiane. Temono il freddo, quindi in inverno vanno posti in serra temperata o comunque in luoghi in cui la temperatura non scenda al di sotto dei 10-12 °C.

  • Cleistocactus Appartengono a questo genere cinquanta specie arbustive, fiorifere, che possono raggiungere i due metri di altezza.Originaria del versante orientale delle Ande,è una pianta grassa da coltivare in ...
  • Pachycereus genere che comprende 10-12 specie di cactus colonnari originari dell'America centrale. Sono molto longevi e gli esemplari centenari, in natura, possono raggiungere dimensioni notevoli, anche prossime ...
  • Grusone  Cactacea molto diffusa in coltivazione originaria delle aree aride del Messico; il nome botanico è echinocactus grusonii, e al genere appartengono circa una decina di specie, tutte originarie dell’Ame...
  • melocactus I Melocactus sono cactacee originarie dell’America centrale e meridionale; al genere appartengono circa una trentina di specie, con fusto globoso, caratterizzato da areole con grosse spine arcuate ed ...

Nuovi semi 2015! Genuino al 100% 10Seed / Lot Conophytum Calcolo più rari i semi del cactus succulenti ~ Lithops Semi Semillas de Flores, # RSVB0

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,51€


Annaffiatura

Rispetto a molte altre cactacee gradiscono quantità un po' maggiori di acqua, che va somministrata con regolarità da marzo a ottobre, lasciando comunque asciugare il terreno tra un'annaffiatura e l'altra. In inverno diminuire drasticamente le annaffiature, fino a sospenderle completamente nei mesi più freddi, soprattutto se la pianta soggiorna in locali non riscaldati. Nel periodo vegetativo fornire del concime per piante succulente sciolto nell'acqua delle annaffiature ogni 15-20 giorni.


Terreno

Gli acanthocereus prediligono terreni molto ben drenati, soffici e sabbiosi; utilizzare un substrato apposito per cactacee mescolato a piccoli pezzi di corteccia e a terriccio di foglie.


Moltiplicazione

Può avvenire per seme, utilizzando gli innumerevoli piccoli semi contenuti nella polpa del frutto. Si possono propagare queste piante in maniera molto efficace anche prelevando le porzioni apicali dei fusti che radicano con facilità, infatti spesso i rami più lunghi, ricadendo, toccano il terreno e radicano dando origine ad una nuova pianta.


Cereo - Acanthocereus: Parassiti e malattie

queste piante temono i ristagni idrici, che possono provocare il marciume radicale; talvolta possono essere attaccate dalla cocciniglia o dal ragnetto rosso


Guarda il Video



Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, illuminato direttamente dai raggi solari per alcune ore al giorno.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Evitare di annaffiare eccessivamente; in genere è sufficiente fornire acqua ogni 15-20 giorni, o anche meno; più il clima è freddo e meno la pianta necessita di annaffiature; si consiglia di sospendere le annaffiature durante i periodi con temperature molto rigide.


Tenere asciutto
concimazione
Durante i mesi freddi dell'anno è consigliabile sospendere la concimazione delle piante succulente, per evitare che producano troppi tessuti "nuovi", poco resistenti al freddo e facilmente attaccabili da malattie fungine, che si sviluppano più facilmente durante il periodo di riposo delle piante.


Esigenze della piante a dicembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO