Boweia volubilis

Generalità

bulbosa perenne succulenta originaria dell'Africa meridionale. E' costituita da grandi bulbi carnosi che crescono solo parzialmente interrati, di colore verde brillante, da cui spuntano alcune piccole foglioline lanceolate di breve durata; in primavera dai bulbi fuoriescono gli steli floreali, sottili, carnosi, molto ramificati e contorti, rampicanti, che da metà primavera fino a metà estate producono moltissimi fiorellini a forma di stella di colore bianco-verde. A fine estate produce piccole bacche che contengono i semi.
boweia volubilis


Esposizione

boweia volubilispreferisce certamente le posizioni molto luminose, possibilmente in pieno sole; fare comunque attenzione al sole troppo caldo dei mesi estivi che potrebbe rovinare i bulbi. Teme il freddo, quindi in inverno va ricoverata in casa, in luogo caldo e non troppo umido.


    Annaffiature

    dopo la fioritura i lughi steli cominciano a seccare, da questo momento sospendere completamnete le annaffiature, in modo che la pianta vada in completo riposo vegetativo. Non appena nuovi steli cominciano a crescere riprendere le annaffiature, ricordando che questa succulenta non necessita di molta acqua, è quindi opportuno lasciare asciugare perfettamente il terreno tra un'annaffiatura e l'altra. Fornire del cocime per piante succulente ogni 15-20 giorni sciolto nell'acqua delle annaffiature nel periodo che va da marzo a giugno.


    Terreno

    necessita di un terreno mlto ben drenato, ricco di sabbia e di materiale grossolano, come perlite o argilla espansa. Si consiglia di mantenere i bulbi almeno per un quarto del diametro al di fuori del terreno; in questo modo gli steli crescono più lentamente, ma si scongiura l'eventuale insorgenza di marciumi.


    Moltiplicazione

    avviene per seme, utilizzando i semi freschi in estate. Volendo in autunno si può procede alla divisione dei bulbilli che si possono eventualmente produrre ai lati dei bulbi vecchi, i nuovi bulbi vanno subito rinvasati in contenitori singoli.


    Boweia volubilis: Parassiti e malattie

    la cocciniglia e gli afidi rovinano i fiori e i germogli. Eccessi d'acqua possono causare marciume radicale.





    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


    Tenere asciutto
    concimazione
    Evitiamo di concimare le nostre succulente durante i mesi freddi; una concimazione tardiva infatti favorirebbe lo sviluppo di vegetazione ricca d'acqua, molto sensibile al freddo ed ai marciumi.


    Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO