Crassula corallina

Generalità

piccola succulenta di origine sud africana; sviluppa grandi radici carnose, da cui si dipartono alcuni sottili fusti, generalmente striscianti o eretti, lunghi alcuni centimetri, che portano numerose piccole foglie tondeggianti, di colore verde scuro, ricoperte da uno strato di pruina che le rende grigio-azzurre; le foglie nella parte bassa dei fusti spesso sono brune o marroni. Verso la fine dell’inverno produce piccoli fiori bianchi a stella, riuniti in piccole infiorescenze. Pianta di coltivazione abbastanza difficile al di fuori del suo habitat, è poco diffusa in coltivazione se non tra gli appassionati di succulente; ricordiamo che l’apparato radicale è abbastanza cospicuo, è quindi bene interrare la pianta in un contenitore abbastanza capiente, spesso molto più capiente di quanto si possa immaginare, visto lo scarso sviluppo della parte aerea.

Haworthia Spider White - 10,5cm pot

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€


Esposizione

in genere si pone in pieno sole, o comunque in un luogo in cui possa godere di alcune ore al giorno di luce solare diretta; durante l’estate ripariamo leggermente la pianta, in modo che non venga colpita in maniera eccessiva dalla luce solare, che potrebbe scottare il fogliame. Teme il freddo, quindi all’arrivo dell’autunno le piante vanno spostate in appartamento, o meglio in serra temperata; un periodo di tempo in luogo fresco in genere favorisce uno sviluppo equilibrato della pianta, mentre la coltivazione in luogo sempre riscaldato può con il tempo favorire lo svilupparsi di malattie e spesso inibisce lo sviluppo dei fiori.

  • Cacto peloso genere che riunisce una ventina di cacti colonnari originari dell'America meridionale. In antura raggiungono dimensioni superiori ai 2-3 m di altezza, mentre in vaso si mantengono al di sotto del met...
  • piccola pianta perenne con fusto succulento, originaria dell’Africa centrale; il fusto produce un caudex allargato. Ha fusto eretto, allargato verso il basso, che può raggiungere i 30-35 cm di altezza...
  • Al genere crassula appartengono decine di specie di piante succulente, originarie dell'Africa centrale e meridionale; si tratta di pianta con foglie succulente, spesse e carnose, disposte in spesse ro...
  • desidero sapere il nome di una pianta grassa,formata da piccole rose verdi che diventano poi rossi.potrei mandare una fotograzia...

Graniglia marmo Rosso Verona 8/12mm sacco 25 kg sassi ornamento aiuole giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19€


Innaffiature

sopporta senza problemi la siccità; da marzo a settembre annaffiamo solo quando il terreno è ben asciutto, controllando con le dita se è ancora presente umidità nel substrato. Evitiamo gli eccessi, quindi piuttosto che annaffiare una volta di troppo, annaffiamo meno. Durante il periodo vegetativo aggiungiamo all’acqua delle annaffiature del concime specifico per succulente, povero in azoto, ogni 15-20 giorni.


Terreno

la gran parte delle crassule necessitano di un terreno ben asciutto, incoerente, con un perfetto drenaggio; in genere si utilizza un substrato composto in gran parte di pietra pomice, pozzolana o lapillo, in modo che le annaffiature non ristagnino nel terreno, ma lo inumidiscano soltanto, scivolando via.


Crassula corallina: Moltiplicazione e Parassiti e malattie

Moltiplicazione: avviene in genere per seme, in primavera, anche se non è molto facile procurasi dei semi fertili.

Parassiti e malattie: temono lo svilupparsi di acari, cocciniglia e marciumi. Spesso la cocciniglia si sviluppa anche nel terreno, rinvasando la pianta almeno ogni due anni, avremo la possibilità di controllare l’eventuale sviluppo della cocciniglia anche all’interno del vaso.


Guarda il Video



Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, illuminato direttamente dai raggi solari per alcune ore al giorno.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Evitare di annaffiare eccessivamente; in genere è sufficiente fornire acqua ogni 15-20 giorni, o anche meno; più il clima è freddo e meno la pianta necessita di annaffiature; si consiglia di sospendere le annaffiature durante i periodi con temperature molto rigide.


Tenere asciutto
concimazione
Durante i mesi freddi dell'anno è consigliabile sospendere la concimazione delle piante succulente, per evitare che producano troppi tessuti "nuovi", poco resistenti al freddo e facilmente attaccabili da malattie fungine, che si sviluppano più facilmente durante il periodo di riposo delle piante.


Esigenze della piante a dicembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO