Cifostemma - Cyphostemma juttae

Generalità

arbusti, o piccoli alberi, originari dell'Africa meridionale, un tempo classificati nel genere Cissus. Hanno fusto succulento, che con gli anni forma un ampio caudex, in nauta può raggiungere gli 80-90 cm di diametro, con un'altezza totale della pianta di 2-3 metri; in contenitore si mantengono entro dimensioni più contenute, ma il caudex tende a svilupparsi molto anche in vaso. La chioma fitta è costituita da grandi foglie ovali o lanceolate, di colore verde o verde-bluastro, spesse e cuoiose, talvolta finemente dentellate; in estate produce piccoli fiori insignificanti, di colore giallo-verdastro, seguiti da grappoli di frutti carnosi, di colore rosso-arancio, molto velenosi. Con l'arrivo del freddo le foglie disseccano e cadono, spesso anche negli esemplari coltivati in casa.


Esposizione

porre in luogo soleggiato, evitando il sole pieno nei mesi più caldi dell'anno. In genere queste piante da adulte possono sopportare alcuni gradi al di sotto dello zero, si possono quindi coltivare in serra fredda; gli esemplari giovani vanno tenuti in casa, a 10-15°C di minima notturna.

  • fiori Sparmannia Il tiglio africano è un piccolo cespuglio proveniente dall'Africa meridionale, coltivato per le foglie decorative e per la fioritura appariscente. Presenta grandi foglie verde brillante, cuoriformi, r...
  • Saintpaulia La Saintpaulia, detta anche violetta africana, è una pianta particolarmente apprezzata per la crescita vigorosa e per la sua fioritura, abbondante e pressoché continua. Il suo nome popolare la accomun...
  • Dimorphoteca Dimorphoteca pluvialis, genere che comprende alcune piante da fiore perenni originarie dell'Africa meridionale, conosciute anche come osteospermum. Gli esemplari di questo genere costituiscono densi c...
  • Portulacaria afra arbusto succulento sempreverde, originario dell'Africa meridionale; in natura può raggiungere i 2-3 metri di altezza, mentre in vaso si mantiene al di sotto dei 50-70 cm. Ha il portamento di un piccol...


Annaffiatura

da marzo a settembre annaffiare regolarmente, lasciando ben asciugare il terreno tra un'annaffiatura e l'altra; nei mesi invernali evitare di annaffiare le piante tenute in serra fredda, gli esemplari coltivati in casa vanno annaffiati sporadicamente, circa una volta al mese. Nel periodo vegetativo fornire del concime per piante succulente, mescolato all'acqua delle annaffiature, ogni 15-20 giorni.


Terreno

i cyphostemma preferiscono terreni molto ben drenati, non troppo ricchi; volendo preparare un substrato ad hoc si mescolano due parti di terriccio universale con due parti di sabbia di fiume lavata e una parte di pietra pomice o lapillo a granulometria fine. Queste piante hanno sviluppo abbastanza lento, quindi non necessitano di essere rinvasate troppo spesso.


Cifostemma - Cyphostemma juttae: Moltiplicazione e Parassiti e malattie

Moltiplicazione: avviene per seme, in primavera, mantenendo il semenzaio umido e in luogo protetto dai raggi del sole. E' anche possibile propagare queste piante per talea di fusto, ma difficilmente le nuove piante svilupperanno un caudex.

Parassiti e malattie: la cocciniglia talvolta si annida sotto le foglie.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


Tenere asciutto
concimazione
Evitiamo di concimare le nostre succulente durante i mesi freddi; una concimazione tardiva infatti favorirebbe lo sviluppo di vegetazione ricca d'acqua, molto sensibile al freddo ed ai marciumi.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO