Dorstenia foetida

Generalità

piccola pianta perenne con fusto succulento, originaria dell’Africa centrale; il fusto produce un caudex allargato. Ha fusto eretto, allargato verso il basso, che può raggiungere i 30-35 cm di altezza ed i 45-60 cm di larghezza; è di colore marrone grigiastro e tende a diventare legnoso o semilegnoso. Produce numerose ramificazioni, che danno origine ad una piccola chioma disordinata. Dall’apice dei rami spuntano piccole foglie lucide, di colore verde brillante, in genere ovali o lanceolate, con margine ondulato o dentellato. Sempre dall’apice dei rami in primavera produce sottili fusti che portano le particolari infiorescenze: sono dette hypathodi, si tratta di infiorescenze appiattite, a forma di disco, costituite da innumerevoli piccoli fiori verdi; attorno al disco di fiori si dipartono alcuni raggi che danno al fiore l’aspetto di una strana margherita dai pochi petali verdi e carnosi. Al centro dell’infiorescenza vengono prodotti i semi, che vengono sospinti dal fiore quando sono maturi, a volte anche per alcuni metri. Al genere Dorstenia appartengono anche altre succulente particolari; D. gygas è la specie dalle dimensioni maggiori, si tratta infatti di un grosso arbusto pachycaule, alto fino a 180-200 cm, che cresce soltanto nell’isola di Socotra.


Esposizione

si coltiva in luogo ombreggiato o semiombreggiato, teme il contatto con i raggi diretti del sole. Queste piante temono il freddo ed in genere vengono coltivate ad una temperatura minima prossima ai 12-15°C.

  • Cacto peloso genere che riunisce una ventina di cacti colonnari originari dell'America meridionale. In antura raggiungono dimensioni superiori ai 2-3 m di altezza, mentre in vaso si mantengono al di sotto del met...
  • piccola succulenta di origine sud africana; sviluppa grandi radici carnose, da cui si dipartono alcuni sottili fusti, generalmente striscianti o eretti, lunghi alcuni centimetri, che portano numerose ...
  • Al genere crassula appartengono decine di specie di piante succulente, originarie dell'Africa centrale e meridionale; si tratta di pianta con foglie succulente, spesse e carnose, disposte in spesse ro...
  • desidero sapere il nome di una pianta grassa,formata da piccole rose verdi che diventano poi rossi.potrei mandare una fotograzia...


Annaffiatura

da marzo ad ottobre annaffiare con regolarità, evitando di lasciare che il terreno asciughi eccessivamente; durante i mesi invernali diradiamo le annaffiature. In genere con l’accorciarsi delle giornate le Dorstenie tendono a perdere il fogliame, evitiamo di annaffiarle durante questo periodo di semiriposo, riprendiamo con le annaffiature regolari non appena si notano i nuovi germogli, a fine inverno.


Terreno

predilige terreni soffici e ricchi in humus, ma sempre molto ben drenati. Ricordiamo che queste piante, come molte altre succulente, non producono un apparato radicale cospicuo, ed hanno uno sviluppo migliore se poste a dimora in contenitori di dimensioni contenute.


Dorstenia foetida: Moltiplicazione e Parassiti e malattie

Moltiplicazione: avviene per seme; è anche possibile propagare le piante per talea, anche se la radicazione è abbastanza difficoltosa.

Parassiti e malattie: teme l’attacco degli afidi e della cocciniglia; un terreno molto compatto e scarsamente drenato può favorire l’insorgenza di marciumi radicali.





Esposizione
Pianta che predilige le posizioni ombreggiate, evitare l'esposizione ai raggi diretti del sole.

 
Posizione ombreggiata
Annaffiature
Annaffiare con regolarità, ogni 6-7 giorni, bagnando il terreno a fondo, ma attendendo che il substrato asciughi completamente tra un'annaffiatura e l'altra; evitare di lasciare acqua stagnante nel sottovaso.


Tenere Umido
concimazione
Evitiamo di concimare le nostre succulente durante i mesi freddi; una concimazione tardiva infatti favorirebbe lo sviluppo di vegetazione ricca d'acqua, molto sensibile al freddo ed ai marciumi.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO