Dudleya pulverulenta

Caratteristiche generali

Proviene dall'America del nord e Messico.

Le Foglie: le foglie delle rosette delle piante appartenenti al genere Dudleya, sono per lo più di ridotte dimensioni, spesso sono ricoperte da una pruina argentea, più evidente durante la stagione invernale.

I fiori: In estate produce piccoli fiori stellati e duraturi, per lo più di colore giallo.

Concimazioni: durante la fioritura, si somministra un buon fertilizzante, di preferenza liquido, da diluire nell'acqua delle annaffiature.

dudleya


Moltiplicazione

E' consigliabile usare i germogli che spuntano alla base della pianta. Questi ultimi devono essere tagliati con un coltello ben affilato e posti a radicare in un vasca contenente sabbia e torba in quantità uguali. È necessario far asciugare bene il punto in cui è stato praticato il taglio prima di sistemare i germogli nel terriccio di coltivazione. E' anche possibile moltiplicare queste piante per talea, ponendo una porzione di pianta a radicare in un substrato costituito da sabbia e torba.


    Annaffiature

    Durante l'inverno, le innaffiature devono essere completamente sospese (purché le piante non siano in ambiente riscaldato), mentre durante la stagione estiva si innaffia una volta ogni 15 giorni circa. Per le irrigazioni è consigliabile usare sempre acqua a temperatura ambiente.


    Altre caratteristiche colturali

    Esposizione: in pieno sole per tutto il corso dell'anno; devono essere sistemate in luoghi dove possano sempre ricevere luce in abbondanza.

    Temperatura: la temperatura minima invernale non deve scendere sotto i 7°C.

    Parassiti e malattie: I problemi più frequenti sono dovuti allle cimici e al ragnetto rosso, che determinano la comparsa di macchie spugnose marroni sulle foglie.


    Varietà

    Le circa 40 specie solitarie o cespitose sono molto variabili e nel loro habitat originario si ibridano facilmente.

    D. hassei può raggiungere i 13 cm di diametro e ramifica abbondantemente, formando cespi di grandi dimensioni che ricordano il corallo. I fiori bianchi sono portati da steli alti 30 cm, che si sviluppano ai lati della rosetta. Grazie al portamento rado, questa pianta è meno soggetta al marciume di molte altre specie di Dudleya.

    D. brittonii forma una rosetta solitaria, per lo più in una bellissima tonalità bianco-argentea, tanto da sembrare un fiore. Le masse di fiori di colore giallo chiaro sono portate da steli alti 90 cm.

    D. polverulenta presenta una rosetta molto compatta, di ridotte dimensioni, che può essere sfumata dì grigio argenteo o di bianco candido.

    Ramifica lentamente formando un cespo relativamente denso di fusti prostrati. Questa pianta succulenta produce fiori scarlatti, insoliti per il genere Dudleya, portati da steli fiorali alti fino a un metro e mezzo.


    Dudleya pulverulenta: Consigli

    È essenziale concedere alla pianta un periodo di riposo vegetativo, spostandola in una stanza non riscaldata e sospendendo le annaffiature





    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni; è consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge in questo periodo dell'anno.


    Tenere asciutto
    concimazione
    Evitiamo di concimare le nostre succulente durante i mesi freddi; una concimazione tardiva infatti favorirebbe lo sviluppo di vegetazione ricca d'acqua, molto sensibile al freddo ed ai marciumi.


    Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO