Euphorbia tirucalli

Generalità

arbusto dal fusto succulento, di medie dimensioni, originario dell’Africa centrale e meridionale; questo genere si è inselvatichito da tempo anche nell’America centrale. Ha fusti spessi e ben ramificati, legnosi nella parte bassa, di forma cilindrica; i giovani rami sono succulenti, di colore verde chiaro. Il fogliame è di dimensioni molto contenute, e si sviluppa lungo i fusti, privo di picciolo; condizioni climatiche come il freddo intenso o la siccità prolungata causano un repentino disseccare del fogliame, che verrà nuovamente prodotto con clima più favorevole. I fiori vengono prodotti in estate sono di piccole dimensioni ed insignificanti, sottesi da piccole brattee gialle o verdi. Un arbusto di euphorbia tirucalli coltivato in piena terra può raggiungere i 4-5 metri di altezza ed altrettanti metri di diametro; gli esemplari coltivati in vaso si mantengono in genere al di sotto dei 100-150 cm di altezza. Volendo è possibile coltivare l’euphorbia tirucalli come pianta da appartamento. Quando viene tagliata la pianta emette un lattice leggermente tossico se viene a contatto con la pelle o le mucose.
Euphorbia tirucalli


Esposizione

Euphorbia tirucalli come gran parte delle piante che si sviluppano in clima subdesertico anche questa euphorbia ama le posizioni ben soleggiate; più ore al giorno di sole riceve e più la pianta si sviluppa sana e priva di malattie o insetti. Gli esemplari coltivati in appartamento vanno posti vicino alle finestre, in modo che godano della luce solare diretta. Temono il gelo, quindi nelle zone con clima invernale rigido necessitano di essere coltivate in vaso, in modo da poter spostare rapidamente il contenitore in luogo riparato all’arrivo del gelo invernale.


    Annaffiature

    queste piante, come mo, le altre succulente, sono ben adattate alla siccità, e possono sopravvivere anche molti giorni senza ricevere annaffiature; annaffiare solo quando il terreno è decisamente ben asciutto da alcuni giorni, e solo nel periodo che va da aprile a settembre; evitiamo che le piante coltivate all’aperto ricevano acqua durante la stagione fredda.


    Terreno

    è fondamentale fornire alle piante un terreno molto ben drenato, che non trattenga a lungo l’umidità; si utilizza un miscuglio di torba, sabbia e lapillo in parti uguali. Possono svilupparsi anche se tenute in contenitore con una piccola quantità di substrato, è però consigliabile cambiare il vaso e sceglierne uno più grande almeno ogni 2 anni.


    Moltiplicazione

    avviene per talea; le talee di euphorbia tirucalli spesso non radicano a causa dell’abbondante lattice che emettono, per questo motivo è consigliabile lasci asciugare le talee qualche giorno prima di farle radicare in un terriccio costituito da torba e sabbia in parti uguali.


    Euphorbia tirucalli: Parassiti e malattie

    teme lo sviluppo della cocciniglia.


    Guarda il Video



    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


    Tenere asciutto
    concimazione
    Evitiamo di concimare le nostre succulente durante i mesi freddi; una concimazione tardiva infatti favorirebbe lo sviluppo di vegetazione ricca d'acqua, molto sensibile al freddo ed ai marciumi.


    Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO