Frithia pulchra

Generalità

genere che comprende due specie di piante succulente perenni, originarie dell'Africa meridionale. Costituisce una particolare rosetta di foglie carnose, cilindriche, prive di fusto, di colore verde-grigiastro, con l'apice traslucido; le foglie crescono circa 3-4 cm in altezza e la rosetta tende a diventare tappezzante con il passare degli anni. In estate produce piccoli fiori a margherita, generalmente di colore rosa porpora, con centro bianco; a fine estate ai fiori seguono picoli frutti marroni. F. minor e l'altra specie esistente ed ha foglie più sottili.
Frithia pulchra

Frithia pulchra - 5 cm - 3x!

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,5€


Esposizione

Frithia pulchra soprattutto nei mesi più caldi è bene mantenere questa pianta in luogo semiombreggiato; teme il freddo, quindi in inverno va tenuta in serra fredda o in casa, in posizione luminosa.


    Annaffiature

    da marzo ad ottobre annaffiare regolarmente, attendendo che il terreno si asciughi completamente tra un'annaffiatura e l'altra; nei mesi freddi annaffiare pochissimo, evitare di bagnare la pianata se si decide di conservarla in serra fredda. Nel periodo vegetativo fornire del concime per painte succulente ogni 20-25 giorni, mescolato all'acqua delle annaffiature.


    Terreno

    le frithie necessitano di terreni molto ben drenati, costituiti da terriccio mescolato a sabbia e pietra pomice fine.


    Moltiplicazione

    in primavera è possibile dividere le rosette e rinvasare subito le porzioni praticate in contenitori singoli. I piccoli semi si possono seminare in cassette contenenti un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, che vanno mantenute costantemente umide fino a completa germinazione.


    Frithia pulchra: Parassiti e malattie

    la cocciniglia può rovinare le foglie che tendono a disseccare se vengono punte da numerosi parassiti.





    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


    Tenere asciutto
    concimazione
    Evitiamo di concimare le nostre succulente durante i mesi freddi; una concimazione tardiva infatti favorirebbe lo sviluppo di vegetazione ricca d'acqua, molto sensibile al freddo ed ai marciumi.


    Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO