Mesembriantemo - Mesembryantemum

Generalità

Originario dell'Africa meridionale, il genere mesebryantemum in passato comprendeva circa mille specie, oggi è stato smembrato in numerosi generi. Le specie attualmente indicate con la denominazione tradizionale, vengono utilizzate per coltivare le scarpate, i giardini rocciosi e per le bordure.

Sono piante succulente, erbacee, qualche volta ad arbusto e qualche altra prive di fusto.

Le foglie sono carnose, coniche o piramidali, verdi o glauche o purpuree.

mesembriantemum


I fiori

Vistosi e vivaci sono dei più svariati colori: bianco, giallo dal rosso al rosa porpora e all'arancio.

I petali sono lunghi e stretti e si schiudono alla luce del giorno e in alcune specie solo alla luce diretta del sole.

Il frutto è una capsula che si apre e si chiude automaticamente in condizioni di umidità.


    Mesembriantemo - Mesembryantemum: Varietà

    Possiamo citare alcune varietà:

    M. Acinoforme (Fico degli Ottentotti) ha origine in Sudafrica ma si è adattato nelle zone litorali italiane. Altezza 20-30 cm, è una pianta con fusti prostrato - ascendenti e foglie falcato cuneiformi. I fiori, color porpora fioriscono da maggio a luglio e si aprono soltanto al sole.

    M. Edule: pianta perenne simile alla precedente con fiori gialli e frutti carnosi e commestibili.

    Mesebryantemum Crystallinum


    • mesembriantemo Il Mesembriantemo è una genere che appartiene alla famiglia delle Aizoaceae, di origine Sudafricana e a cui fanno parte
      visita : mesembriantemo



    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


    Tenere asciutto
    concimazione
    Evitiamo di concimare le nostre succulente durante i mesi freddi; una concimazione tardiva infatti favorirebbe lo sviluppo di vegetazione ricca d'acqua, molto sensibile al freddo ed ai marciumi.


    Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO