Cancro del cipresso

Generalità

Il cancro del cipresso è un'infezione causata dal fungo deuteromicete melanconiale Seridium cardinale (Wag) Sutton (sin: Coryneum cardinale Wag).

Questa malattia è stata segnalata per la prima volta in Nord America nel 1928. Si è diffusa successivamente in altre regioni di quel continente e poi in Nuova Zelanda (1933) ed in Europa (1944). In Italia è comparsa su piante del Parco della Cascina a Firenze (Grasso C., 1951); successivamente è stata evidenziata in Romagna, Lombardia e Veneto. Attualmente è presente in tutta Italia e provoca gravissimi danni distruggendo viali, parchi ed alberature di interesse paesaggistico e storico. Le specie più suscettibili al fungo sono: Cupressus macrocarpa, Cupressus sempervirens, Cupressus arizonica, Cupressus lusitanica, Thuya orientalis, Juniperus communis, Cupressocyparis leilandii.

cancro del cipresso


Sintomi

Il cancro del cipresso si manifesta con l'ingiallimento, l'arrossamento ed il successivo disseccamento dei rametti e procede, in alcuni casi, dall'alto verso il basso e dall'esterno verso l'interno, coinvolgendo porzioni sempre più grandi della pianta.

Alla base dei rami colpiti, ma, in alcuni casi, anche sulle branche e sui fusti, si nota la fuoriuscita di resina (nel Cupressus arizonica e nel Cupressus glabra questo sintomo non è specifico in quanto la colatura di resina può essere fisiologica). Il legno (sottostante) appare di un colore brunastro che contrasta con il colore chiaro della parte sana. In seguito l'infezione si manifesta anche esternamente, con imbrunimenti, depressioni e spaccature della corteccia.

  • felci da appartamento Molte sono le specie di felce coltivate in appartamento, come molte sono le felci diffuse sulla terra, se ne contano decine di migliaia, presenti in tutte le zone umide ed ombreggiate, dai boschi alpi...
  • Trichopilia Questo genere conta circa 25-30 specie di orchidee terricole o epifite originarie dell'America centrale e meridionale. Hanno generalmente pseudobulbi appiattiti e formano cespi di lughe foglie ovali, ...
  • afidi Circa un mese fa ho piantato nel mio orto un pesco di tre anni acquistato al consorzio agricolo, il pesco è fiorito e ha messo i suoi primi frutti ma ho notato che le goglie più piccole si sono avvolt...
  • rose Le rose sono tra le piante più diffuse nei giardini e sui terrazzi di tutta Europa; gran parte di questo successo è dovuta alle spettacolari fioriture, che hanno reso popolarissimo questo fiore, anche...


Diffusione

Un'importante fonte di diffusione è rappresentata dal materiale vivaistico infetto. Il fungo agente del cancro del cipresso si propaga inoltre con il vento, le piogge. E la resina. La penetrazione del patogeno all'interno della pianta è condizionata dalle lesioni provocate dal gelo, dalla grandine, da potature, da insetti o altro. I periodi più favorevoli alla contaminazione sono la primavera e l'autunno con temperature miti (12° - 13°C) ed elevata umidità che permettono la maturazione e la fuoriuscita degli acervuli. La malattia può essere trasmessa anche dai Coleotteri (Phloeosinus aubei e Phloeosinus thujae) ospiti delle piante di cipresso infette, che possono fungere da vettori accidentali dei conidi del fungo e trasmetterli alle piante attraverso gallerie che scavano all'ascella dei giovani rametti.


Cancro del cipresso: Lotta

La lotta deve essere soprattutto preventiva, evitando l'acquisto di piante infette in vivaio, asportando e distruggendo tempestivamente le parti di pianta colpita, trattando accuratamente i tagli di potatura con benzimidazolici, disinfettando gli attrezzi impiegati utilizzando alcool etilico o sali quaternari di ammonio e ricorrendo a trattamenti con sali di rame (Ossicloruro di rame - 50 - 1 kg/hl) o con benzimidazolici (100 gr/hl) o impiegando questi due prodotti in miscela in dose più ridotta in primavera (3 trattamenti ad intervalli di circa 25-30 giorni) ed in autunno (1-2 trattamenti) in relazione all'andamento climatico e alla gravità dell'attacco.


  • cipresso Il Cupressus sempervirens è una conifera sempreverde di dimensioni contenute, proveniente dal nord America, dall'Europa
    visita : cipresso
  • cipresso di leyland Ho comprato delle piantine per iniziare a fare una compatta siepe con cipresso di Leyland. A che distanza le devo pianta
    visita : cipresso di leyland
  • cipresso arizonica Il Cipresso dell’Arizona (Cupressus arizonica) è una conifera sempreverde appartenente alla famiglia delle Cupressaceae
    visita : cipresso arizonica

COMMENTI SULL' ARTICOLO