Rizottoniosi

Rizottoniosi: Generalità

radici

E' una malattia molto comune, causata da un micelio, il Rhizoctonia solani, che colpisce sia le piante ornamentali che le piante da orto e frutteto; in particolre si trova sulle gerbere, sui gerani, sulle dalie, sulle begonie, sui ciclamini, sui tulipani, e su molte altre piante.

Il principale sintomo consiste nel deperimento dell colletto della pianta e delle radici più vicine alla superficie del terreno, è facilmente riconoscibile in quanto queste parti assumono un tipico colore bruno, tendente al rosso. Solitamente la malattia porta al rapido deperimento delle piante colpite, con disseccamento progressivo lungo lo stelo e le radici. A volte, come nel caso del lauroceraso, la rizottoniosi colpisce le foglie, sulle quali si possono notare chiazze scure e marciumi.

Questa malattia si diffonde molto rapidamente da una pianta all'altra, soprattutto in condizioni di elevata umidità del terreno e di temperature non troppo alte (intorno ai 20 °C) e anche negli avvallamenti del terreno, dove possono presentarsi ristagni idrici.

La miglior cura per questa malattia ovviamente è di tipo preventivo, infatti la rizottoniosi colpisce di preferenza piante poco rigogliose, su terreni mal drenati e poveri di nutrienti. Quando si manifestano i sintomi solitamente l'infezione è già ad uno stato avanzato, è quindi bene utilizzare semi e piante sani e mantenere nei nostri vasi e giardini un buon drenaggio idrico e una buona concimazione.

Inoltre è opportuno trattare i terreni di semina e di trapianto disinfettandoli con il vapore o con fungicidi adatti, in quanto il micelio resiste a lungo sul suolo senza bisogno di spostarsi su una pianta ospite.

Nel caso di piante già colpite si consiglia prima di tutto di allontanarle dalle altre piante, in modo che la malattia non si diffonda, e quindi di procedere a trattamenti con prodotti adatti a debellare completamente questo fungo, come tolclofos.

radici



COMMENTI SULL' ARTICOLO