Basilico - Ocimum basilicum

Generalità

Il basilico è un piccolo arbusto annuale, appartenente alla famiglia delle lamiacee, a cui appartiene anche la menta; si tratta di una pianta aromatica coltivata da secoli nella zona mediterranea e in Asia, da dove la coltivazione s è diffusa in gran parte del globo.

Produce arbusti erbacei, alti 25-45 cm, con fusti sottili, a sezione quadrata, che portano numerose grandi foglie aromatiche, sottili e delicate; in estate all'apice dei fusti produce piccole spighe di fiori bianchi, cui fanno seguito i semi. Dopo la fioritura in genere la pianta arresta la produzione di nuovi germogli e i fusti tendono a lignificare; nelle zone con clima invernale temperato il basilico si può sviluppare in piccoli arbusti legnosi, anche se in generale le foglie più giovani sono più aromatiche, è quindi conveniente coltivare costantemente nuove piante.

pianta del basilico


Come si coltiva

basilico variegato Le piante di ocimum basilicum non sopportano temperature minime inferiori ai 10°C, quindi si coltiva all'aperto soltanto nella bella stagione; a partire da febbraio-marzo può essere seminato in semenzaio, da tenere ad almeno 20°C di temperatura, per permettere ai semi di germogliare; all'arrivo della primavera si spostano all'aperto le piantine già sviluppate. Volendo è anche possibile seminare il basilico direttamente a dimora, ma impiegheremo circa 25-30 giorni prima di poterne raccogliere le prime foglioline. Si coltiva in vaso o in piena terra, in luogo soleggiato, in un buon terreno ricco e fresco; per meglio svilupparsi questa pianta necessita di almeno alcune ora al giorno di sole diretto; teme la siccità, è quindi opportuno annaffiare ogni qual volta si trova il terreno asciutto. Evitiamo comunque gli eccessi. Per poter utilizzare il fogliame di una stessa pianta nell'arco di tutta l'estate è consigliabile rimuovere periodicamente i boccioli floreali, per evitare che la pianta, conseguentemente alla fioritura, smetta di produrre nuovi germogli.

  • basilico genovese Il basilico è una delle piante aromatiche più coltivate in Italia; in effetti si tratta di una piccola pianta erbacea, originaria dell’Asia, che giunse in Europa secoli orsono, e viene coltivata sia i...
  • basilico Nome: Ocymum Basilicum Famiglia: Labiatae Nomi comune: basaco, basalecc, basiri, basigal, baxaico, bergamo, brasile, erba reale, fradica,ocimo, vasilico. Habitat: pianta che cresce solamen...
  • Il basilico Il Basilico è una delle tipiche erbe aromatiche che fanno parte del bouquet mediterraneo; in origine la pianta, Ocimum basilicum, proviene dall'Asia, dove viene tutt'ora molto consumata, ma ha un part...
  • basilico Si tratta di una delle erbe aromatiche più utilizzate in cucina, per sughi, salse, insalate, da solo o in combinazione con altre erbe aromatiche. Il basilico da il meglio di sé fresco, appena colto, ...


Come si raccoglie

basilico viola Il basilico contiene nelle sue foglie un olio essenziale molto intenso e volatile, che si disperde nell'aria rapidamente quando le foglie disseccano; per questo motivo in genere viene utilizzato fresco, raccogliendo il fogliame quando è necessario in cucina.

Possiamo ottenere per tutto l'arco dell'anno piantine di basilico, avendo l'accortezza di riseminare periodicamente la pianta, e di posizionarne dei vasi in cucina all'approssimarsi dei primi freddi: un posticino luminoso e non eccessivamente freddo è l'ideale.

Altrimenti possiamo, a fine stagione, tagliare alla base tutte le nostre piante e porre le foglie in congelatore, o sottolio.


Basilico - Ocimum basilicum: Come si utilizza

basilico L'ocimum basilicum viene utilizzato fresco, in particolare trova impiego con le verdure o per preparare salse, come il famoso pesto alla genovese.

Le foglie di basilico danno il meglio di sè se utilizzate crude, quindi è consigliabile aggiungerle a salse o prodotti cotti soltanto quando stiamo portando in tavola la preparazione, in modo da non cuocere le tenere foglie, che tendono ad ossidare e scurire rapidamente.

Nel corso dei secoli di coltivazione ne sono state introdotte numerose cultivar e ibridi, che spesso hanno un aroma leggermente diverso rispetto alla varietà più comune; esistono foglie di ocimum basilicum dal colore violaceo, dall'aroma leggermente mentato, ed anche foglie enormi o minuscole, a seconda della varietà. Esiste anche il basilico al profumo di anice e quello al profumo di limone; proviamo a seminarne più varietà in uno stesso vaso sul terrazzo: le piante di basilico, oltre ad avere un aroma delizioso, sono molto decorative.


Guarda il Video



Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, dove possa ricevere alcune ore di luce solare diretta.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


Tenere asciutto
concimazione
In questo periodo dell'anno la concimazione ha lo scopo di preparare le piante alla stagione fredda; in genere si interviene una sola volta, utilizzando un concime a lenta cessione specifico per piante verdi, non troppo ricco in azoto.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO