insalata

L'insalata

A partire dal mese di febbraio, fino alla fine dell'estate, possiamo seminare nell'orto quella che viene detta insalata da taglio, o insalatina; si tratta di insalate di vario tipo, dalla lattuga all'indivia, dal radicchio ella catalogna, che vengono seminati a scalare, ogni 15-20 giorni su piccoli appezzamenti di terreno, e vengono raccolti tagliando le foglie alla base, quando sono alte dai 5 ai 10 cm. In questo modo si ottiene dell'insalata delicata e croccante, con piccole foglie sottili, gustosa e saporita.
indivia

VORCOOL Pinze In Acciaio Inox da Insalata Cucchiaio Forchetta (Argento)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


La semina

endiviaVerso la fine dell'inverno tutto l'orto dovrebbe già essere stato preparato per la semina, in ogni caso se gli appezzamenti sono incolti da mesi o se contengono altre verdure ormai non più coltivate è bene preparare la terra ad accogliere i semi. Si procederà quindi levando tutte le piante di verdure ormai in via di disseccamento, ed eventuali esemplari di infestanti.

Una volta ripulita la terra si distribuisce sulla superficie del concime organico maturo, o del concime granulare a lenta cessione; dopo questa operazione si procede vangando la terra, con l'aiuto di una vanga o di una forca, rivoltando le zolle e frantumandole.

In seguito si procede a lisciare la superficie con l'aiuto di un rastrello coltivatore, in modo da evitare il formarsi di dossi o avvallamenti, e frantumando ulteriormente le zolle di terreno ancora presenti.

Ottenuta una superficie liscia si procede seminando i piccoli semi a spaglio, cercando di ricoprire uniformemente la superficie; spesso i semi dell'insalata sono moto piccoli e scuri, difficili da notare sulla superficie del terreno, per questo motivo si può avere l'accortezza di mescolarli a sabbia fine di colore chiaro: in questo modo avremo la possibilità di meglio capire dove i semi sono già caduti e dove invece non ce ne sono ancora.

Fatto questo annaffiamo bene la terra, utilizzando possibilmente uno spruzzo abbastanza vaporizzato, in modo da non spostare i semi; se non abbiamo la possibilità di vaporizzare l'acqua che forniamo all'orto possiamo bagnare il terreno prima di seminare.

Per la germinazione dei semi l'acqua ha un'importanza fondamentale; evitiamo quindi che il terreno asciughi, annaffiando ogni volta che il substrato sembra eccessivamente asciutto, fino a totale germinazione dei semi.

Come detto prima l'insalata da taglio si raccoglie non appena le foglie hanno raggiunto i 5-8 cm di altezza; in genere non si diradano le piantine, ma le si lascia sviluppare liberamente, prelevando periodicamente la quantità necessaria per il consumo immediato.

Per evitare che con il tempo le foglie diventino coriacee si ripete l'operazione di semina ogni 10-20 giorni, su appezzamenti di terreno vicini; quando le foglie cominciano ad essere della misura giusta nel nuovo appezzamento il precedente può essere rilavorato e sarà pronto per una nuova semina; in questo modo avremo insalatina pronta per svariati mesi all'anno.

  • coltivare insalata L’insalata è una delle verdure più coltivate nell’orto, grazie alla semplicità con cui possiamo ottenere tenere foglie, che raccoglieremo sempre fresche di giorno in giorno. Distinguiamo due tipi di i...
  • verdure a cespo Molte verdure producono un cespo compatto, come avviene per gran parte delle insalate, per il sedano, per i finocchi, le verza.Queste verdure vengono generalmente seminate in piccoli vasi, e si pong...
  • Pomodori maturi Salute!! Siccome vorrei vendere diversi ortaggi nello stesso periodo Quando dovrei piantare le melanzane;Peperoni;Zucchine;Faggiolino nano;Pomodoro insalata e Cetrioli cosi da poterli raccogliere nell...
  • Lattuga a foglia rossa Salve,abbiamo seminato in semenzaio della semenza di insalata lattuga gentilina,precisamente il 28/03/12.Sono nate tante piantine non più alte di 2 cm.Volevamo sapere quando si può cominciare a ...

Plastica trasparente centrifuga per insalata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,15€


insalata: Alcuni accorgimenti

cicorie Questo tipo di insalata può essere seminato già a fine inverno; nelle zone con inverni rigidi possiamo seminare coprendo poi uil terreno con dell'agritessuto, in modo da mantenere il terreno umido e non troppo freddo, facilitando la germinazione dei semi anche in caso di gelo notturno.

in commercio esistono anche piccoli "tappetini" di agritessuto che incorporano al loro interno i semi di insalata, questo tipo di semina si può effettuare nell'orto, ma possiamo anche porre i tappetini in vassoi da mettere sui davanzali della finestra, inumidendo il tessuto periodicamente otterremo insalatina delicata e fresca, da raccogliere anche ogni giorno.

La maggior parte delle verdure da foglia possono essere coltivate come insalatina, anche quelle che crescendo potrebbero diventare eccessivamente coriacee, come la catalogna o i ravanelli; possiamo anche utilizzare misture di insalate differenti, per ottenere una gradevole misticanza.

Visto che raccoglieremo le foglie quando saranno di dimensioni molto piccole possiamo aggiungere alla misticanza anche foglie che in genere non si riescono a consumare in insalata cruda, come gli spinaci, il radicchio spadone, le bietole da coste.

Per aggiungere poi un tocco particolare possiamo invece aggiungere erbe aromatiche, quali rucola, aneto, erba cipollina, crescione, dragoncello, menta, in piccole quantità; oppure anche il radicchio bianco, i semi di pak choy (la verza cinese) dal sapore aromatico, la senape, o anche la senape cinese.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO