broccoletti

Domanda : broccoletti

ho delle piante di broccoletti che dopo l'inverno sono andati a fiore. raccogliendo i fiori ottengo i semi per la prossima semina,e la pianta va estirpata o s'è lasciata a dimora produrra ancora?
cavolo cappuccio


Risposta : broccoletti

Gentile Micchio,

i broccoletti, come la gran parte delle cruciferae, sono piante biennali; in primavera o in estate cominciano a svilupparsi, producendo delle infiorescenze, quelle che raccogliamo e mangiamo per svariate settimane; dopo il gelo invernale la pianta comincia a sviluppare un alto fusto, che porta fiori gialli o bianchi, ben differenti rispetto a quelli delle infiorescenze che abbiamo raccolto e consumato; da questi fiori particolari vengono prodotti anche i semi, quelli che tu conservi per seminarli nei mesi successivi, e ricominciare il ciclo. Dopo la produzione dei semi, la pianta deperisce e muore, perché ha già attuato tutto il suo ciclo vitale. Se tu dovessi tagliare il fusto che porta i semi, forse la pianta potrebbe vivere più a lungo, ma difficilmente continuerà a produrre costantemente infiorescenze da tagliare e mangiare, perché con il passare del tempo tenderà a non avere più risorse per riuscire a produrre le infiorescenze commestibili; oltre a questo, le piante, come tutti gli esseri viventi, hanno un ciclo vitale ben preciso, tale ciclo in molte piante è completamente volto alla propagazione, per perpetuare la specie; quando una pianta di broccoletti comincia a prepararsi alla fioritura, smette di produrre le grosse e carnose infiorescenze laterali, perché sta cercando di tenere delle riserve di acqua e sostanze nutritive, che verranno utilizzate per produrre i fiori, i frutti ed i semi, per andare a concludere il suo ciclo vitale. Per questo motivo, se anche la tua pianta dovesse sopravvivere per qualche altra settimana, non produrrebbe comunque broccoletti interessanti per il consumo in cucina.

Crucifere del genere brassica vengono coltivate dall’uomo da svariati millenni, questo lungo periodo di coltivazione ha permesso di sviluppare numerosi ibridi e cultivar naturali, alcuni dei quali producono infiorescenze pronte per il consumo in autunno, altri in primavera, altri ancora in estate. Per questo motivo è possibile avere broccoletti quasi per tutto l’arco dell’anno. Se quindi sei particolarmente goloso di broccoli, e vuoi ottenerli nel tuo orto per un periodo di tempo più lungo, prova a porre a dimora anche piante di varietà differenti da quella che usi di solito, con periodo di sviluppo sfalsato nel corso dei mesi, in modo da prolungare il raccolto.

  • Broccoli I broccoli sono una particolare specie di brassica oleracea, chiamata brassica oleracea var. italica; vengono coltivati dall’uomo da milenni, e si travo riscontro della loro presennza sulle tavole già...
  • broccoli La coltivazione dei broccoli non è molto difficile, è essenziale attuare una buona preparazione del terreno prima di procedere alla piantumazione. In particolar modo la predisposizione del terreno va ...
  • brassica oleracea italica I broccoli sono un ortaggio di grande interesse sia dal punto di vista nutrizionale sia per il loro gusto. La loro coltura è piuttosto semplice e possono dare grandi soddisfazioni a tutti.Il nome ...
  • ravanello Il ravanello originario delle zone della Cina e del Giappone, viene coltivato principalmente per le radici, la parte commestibile, che possono essere di diverso colore (rosso, bianco, verde), forma e ...




COMMENTI SULL' ARTICOLO