cimare cetriolo

Domanda : cimare cetriolo

le piantine di cetriolo vanno cimate, se si qualè il procedimento?

le piantine di cetriolo in vaso vanno concimate? se si con che frequenza

grazie alberto

Cetrioli


Risposta : cimare cetriolo

Gentile Alberto,

i cetrioli (cucumis sativus) sono piccole piante annuali rampicanti, che vengono in genere coltivate striscianti o attaccate ad un sostegno, in modo che salgano; se le lasciamo striscianti è opportuno cimare il fusto principale quando ha prodotto circa 5-6 foglie, tagliandolo in modo da lasciare solo circa quattro foglie, per permettere lo sviluppo di numerosi rami laterali, che andranno anch’essi cimati, lasciando solo 3-4 foglie. Se invece i cetrioli vengono coltivati facendoli arrampicare su un tutore, in genere si tende a non cimarli, lasciando che la pianta si sviluppi a piacere, formando ramificazioni laterali ogni volta che il fusto o i rami secondari tendono ad arcuarsi ricadendo.

I cetrioli sono piante di facile coltivazione, che necessitano di poche cure; amano però svilupparsi in terreni ricchi di Sali minerali, e in particolare di calcio; quindi prima di posizionare i semi o le piantine, si arricchisce il terreno con stallatico e concime granulare, in modo che con le annaffiature si vada a sciogliere il concime. Se non hai arricchito il terreno dei tuoi vasi, prima di posizionarvi i cetrioli, puoi concimare ora, utilizzando un concime granulare a lenta cessione, specifico per le piante dell’orto.

In generale le piante di cetriolo tendono ad essere molto produttive e si sviluppano senza problemi, anche senza venire cimate; ti consiglio di coltivarle aggrappate a dei tutori, senza cimarle. Per posizionare dei tutori in vaso è sufficiente porre attorno alle piantine tre sottili paletti di bambù, che andranno fermati in alto con della rafia; in questo modo la pianta si svilupperà attaccandosi da sola ai rami e formando una sorta di capanna, senza la necessità di allargarsi molto sul terreno; la coltivazione con le piante striscianti sul terreno è sconsigliata in vaso, ma anche nell’orto familiare, perché necessita di tanto spazio, e inoltre i frutti spesso toccano il terreno, rovinando parte della buccia e anche della polpa, che tende ad ingiallire dalla parte a contatto con il terreno. Oltre a questo, rimanendo talvolta a lungo a contatto con il terreno, i cetrioli tendono ad essere preda di parassiti vari, comprese muffe o marciumi.

  • cetrioli Coltivare cetrioli (Cucumis sativus) è una pratica assai stimolante che tuttavia richiede cura e attenzione.Anzitutto occorre decidere quale varietà desideriamo coltivare, se da insalata o sottaceti...
  • cetrioli Il cetriolo è un ortaggio della famiglia delle Cucurbitaceae di origine asiatica l cui origini sono molto remote; infatti sono state rinvenute tracce di questo ortaggio già più di 4000 anni fa, quando...
  • Anguria matura ho comprato una piantina di anguria e ho piantato nel orto. siccome la pianta non sta su da sola volevo sapere se devo metterli vicino un supporto( bastone) per tenerla dritta oppure (come per le zu...
  • cocomero Il cocomero, chiamato comunemente anche anguria, o melone d’acqua, o mellone, è il frutto di una pianta erbacea annuale, originaria dell’Africa centrale, molto diffuso in coltivazione in tutto il glob...




COMMENTI SULL' ARTICOLO