insalata nel semenzaio e trapianto.

Domanda : insalata nel semenzaio e trapianto.

Salve,

abbiamo seminato in semenzaio della semenza di insalata lattuga gentilina,precisamente il 28/03/12.

Sono nate tante piantine non più alte di 2 cm.

Volevamo sapere quando si può cominciare a trapiantare in orto?

E' gia il tempo?

Visto che abbiamo seminato non un seme alla volta per spazio,ci sono nate di conseguenza tutte vicine.

Dobbiamo seminare in orto ogni singolo stelo,oppure si può seminare a mazzi?

Grazie mille...

Antonio.

Lattuga a foglia rossa


Risposta : insalata nel semenzaio e trapianto.

Gentile Antonio,

la semina in semenzaio dell’insalata permette di avere piccole piante in anticipo rispetto alla stagione, oppure di avere piccole piante da trapiantare, per ottenere dei cespi.

In genere le prime piccole piante di insalata possono venire poste a dimora in maggio, e i trapianti si continuano fino a che il clima lo consente; in genere si dirada il semenzaio, tenendo solo le piantine più larghe e vigorose, quando saranno di dimensioni tali per poter essere spostate, si trapiantano a dimora nell’orto. In genere in semenzaio si pratica una semina che porta a d avere circa 2-3 piccole piante vicine, ma separate dalle altre, in modo da avere la possibilità di scartare quelle magre e poco rigogliose, e tenere quella più sana e vigorosa; che andrà poi spostata nell’orto. Una singola pianta per ogni postarella, in modo che si allarghi a produrre un bel cespo di lattuga. Se la semina è stata fatta a spaglio, è possibile trasferire in pieno campo alcuni piccoli mazzetti di insalata, ma per ottenere dei bei cespi allargati, è consigliabile nei giorni successivi rimuovere le piante più piccine e che si sviluppano poco, per fare spazio a quelle più grandi, che diverranno dei bei cespi fitti e croccanti.

Se si desidera, è anche possibile praticare, da maggio in poi, la semina a spaglio dell’insalata, direttamente a dimora nell’appezzamento dell’orto; in seguito è possibile utilizzare l’insalata come lattuga da taglio, andando a tagliare con le forbici l’insalata, e lasciando le radici, che produrranno altri 2-3 raccolti. Altrimenti, si diradano le piante fino a lasciare solo le più vigorose, ben distanziate dalle altre.

Se lasciamo a dimora un numero eccessivo di piante di insalata rischiamo che con il tempo i vari cespi si contendano spazio, acqua e sostanze nutritive, ottenendo così solo cespi piccoli e poco interessanti.

  • indivia A partire dal mese di febbraio, fino alla fine dell'estate, possiamo seminare nell'orto quella che viene detta insalata da taglio, o insalatina; si tratta di insalate di vario tipo, dalla lattuga all'...
  • coltivare insalata L’insalata è una delle verdure più coltivate nell’orto, grazie alla semplicità con cui possiamo ottenere tenere foglie, che raccoglieremo sempre fresche di giorno in giorno. Distinguiamo due tipi di i...
  • verdure a cespo Molte verdure producono un cespo compatto, come avviene per gran parte delle insalate, per il sedano, per i finocchi, le verza.Queste verdure vengono generalmente seminate in piccoli vasi, e si pong...
  • Pomodori maturi Salute!! Siccome vorrei vendere diversi ortaggi nello stesso periodo Quando dovrei piantare le melanzane;Peperoni;Zucchine;Faggiolino nano;Pomodoro insalata e Cetrioli cosi da poterli raccogliere nell...



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO