Fragole rampicanti

Annaffiatura delle fragole rampicanti: quando e quanto

Nel momento in cui si intraprende la coltivazione delle fragole rampicanti, è indispensabile procedere con annaffiature corrette. Errori in questo senso, infatti, potrebbero compromettere irrimediabilmente le piante. Le irrigazioni ideali devono avvenire frequentemente, facendo costantemente attenzione che il terreno non risulti inzuppato. I ristagni di acqua, infatti, sono odiatissimi dalle fragole rampicanti a causa del rischio di marciume delle radici. Va benissimo, dunque, un terreno ben umido ma mai zuppo. Durante la stagione estiva, le fragole rampicanti vanno annaffiate quotidianamente stando attenti a non bagnare in maniera assoluta né le foglie né i fiori. L'orario adatto per provvedere all'innaffiatura è la prima mattinata o, alternativamente, anche la tarda sera, evitando le ore maggiormente esposte al sole.
Fragole rampicanti in vaso

Gardman 09128 Pianta Fragole Rampicanti, Due Sacchi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,39€


Come coltivare correttamente le fragole rampicanti

Fragole di tipo rampicante Le fragole rampicanti fanno una bellissima figura non solo in giardino ma anche su balconi e terrazzi. Basta semplicemente predisporre degli appositi supporti dove sia possibile aiutarne "l'arrampicata". Il terreno deve risultare perfettamente drenante per evitare la formazione dei ristagni idrici. Per la coltivazione delle fragole rampicanti dal seme, è indispensabile disporre i semi (a 2 cm l'uno dall'altro) in un vaso contenente della torba e della sabbia, ricoprendoli poi con pochissima terra. L'annaffiatura si effettua esclusivamente con uno spruzzino onde evitare lo spostamento dei semi stessi. Dopo circa 3 mesi si potranno porre definitivamente a dimora le piantine. Una volta in vaso (con terra e letame) è importante mettere una canna accanto alla pianta. A fine inverno, importantissima l'eliminazione dei tralci secchi.

  • fragole rampicanti Per essere più precisi, la Fragola non è un vero e proprio frutto ma un'associazione di essi, derivati dall'ingrossamento della parte fertile della pianta.La fragola è spesso coltivata nelle case o ...
  • Coltivazione fragole Se volete ottenere una ricca e saporita produzione di questi deliziosi frutti, acquistate le piantine nel periodo che va da giugno a settembre, piantatele in vasi a vasca nel vostro terrazzo. Dopo sol...
  • fragole Salve, devo recarmi in Florida, dove vive mia sorella, che mi chiede se posso portarle dei semi di fragoline(non fragole)per il suo giardino. La mia domanda è questa, esistono i semi di fragoline? Cre...
  • Kiwi un quesito veloce veloce.... kiwi e uva da tavola per una unica pergola possono andare??? ...

Nuovo arrivo! 200 pc / sacchetto di arrampicata semi rossi della fragola con la salubre GUSTO * NON-OGM fragola Monte Everest * * COMMESTIBILE frutta, #

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,85€


L'importanza della concimazione per le fragole rampicanti

Fiore di fragola La concimazione è importantissima nella coltivazione delle fragole rampicanti. La prima concimazione è prevista innanzitutto nel periodo precedente alla messa a dimora delle piante. Nel vaso, insieme alla terra, è obbligatorio prevedere uno strato sottostante di concime organico in piena maturazione. Il terreno ideale per le fragole rampicanti deve essere ricchissimo di elementi nutrienti. Quelli poveri sono assolutamente da scartare. Nel periodo vegetativo, la concimazione è obbligatoria almeno una volta al mese, utilizzando fertilizzanti che apportino fosforo e potassio, elementi indispensabili per la crescita ideale delle fragole. Oltre al fertilizzante liquido è possibile optare per il granulare a lentissima cessione. Utilissimo mescolare a questo concime una piccola quantità di cenere di legna.


Fragole rampicanti: L'esposizione e le possibili malattie delle fragole rampicanti

Fragole appena raccolte Il clima ottimale per la coltivazione delle fragole rampicanti è quello temperato. L'esposizione perfetta è quella in pieno sole, in luoghi caratterizzati da un elevatissimo soleggiamento. Comunque, le fragole rampicanti sono resistentissime anche a temperature molto rigide, al punto che si trovano facilmente anche sui 1.000 metri di altitudine. Le erbe infestanti non rappresentano un problema rilevante per queste piante, proprio per la loro caratteristica di essere rampicanti. Diversi possono essere i parassiti o le malattie che possono colpire le fragole rampicanti. Si tratta, ad esempio, dei temutissimi afidi, veri e propri pidocchi che succhiano la linfa della pianta causandone la morte o della "cocciniglia". Le fragole rampicanti non si possono trattare con prodotti chimici (data la presenza dei frutti). Occorre semplicemente seguire rigorosamente le regole di coltivazione.



COMMENTI SULL' ARTICOLO