Orto in terrazzo

vedi anche: Orto

Orto in terrazzo

Non tutti gli ortaggi ovviamente si prestano ad essere coltivati in vaso, mentre le piante aromatiche, danno generalmente ottimi risultati. Quindi non potrete certo rinunciare ai profumi di basilico, prezzemolo e salvia che trasformeranno il vostro terrazzo da un semplice elemento decorativo esterno in un complemento molto utile. Tra gli ortaggi che maggiormente si prestano a questo tipo di coltivazione troviamo insalate, pomodori, ravanelli ed altri ancora. La voglia di mangiare sano e naturale ed il notevole risparmio sull'acquisto di frutta e verdura che la coltivazione fai da te comporta, hanno favorito la diffusione di questa pratica un po' ovunque. Tra l'altro l'orto sul balcone è sicuramente meno soggetto all'attacco da parte dei parassiti rispetto ad un orto in terra piena e quindi richiederà sicuramente un minor numero di interventi per combatterli. Siccome però è sempre meglio prevenire che curare, un ottimo sistema per limitare gli attacchi da parte dei parassiti, è quello di trattare le colture con un decotto di otica ed equiseto, metodo del tutto naturale e di grande efficacia.
orto in terrazzo

Verdemax - Urbano Vaso Contenitore Orto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 89,5€


Organizzazione dello spazio

orto in terrazzo La prima cosa da fare sarà quella di scegliere i vasi che dovranno ospitare le diverse colture. Premesso che i vasi in terracotta sono da considerarsi i migliori poiché consentono la traspirazione, se dovessimo avere l'esigenza di spostarli spesso sarebbe meglio optare per quelli di plastica, meno eleganti, ma sicuramente più leggeri. I vasi di piccolo diametro andranno benissimo per coltivare piante singole come ad esempio il Timo o la Menta, mentre per gli ortaggi sarà sempre meglio predisporre dei vasi rettangolari, sufficientemente grandi. Dopodiché sarà necessario preparare il fondo con argilla espansa al di sopra della quale metteremo un misto di terra e sabbia per conferire una maggior capacità drenante al substrato. Maggiori saranno le dimensioni del vostro terrazzo tanto più ampia sarà la varietà di colture che potrete posizionare, ma in ogni caso, per gestire al meglio il vostro orto, dovrete organizzare molto bene lo spazio. Due sono le cose che assolutamente non dovrete far mancare alle vostre piantine, la luce e l'acqua. L'esposizione quindi dovrà essere necessariamente soleggiata per buona parte della giornata e per nessun motivo dovrete dimenticarvi di innaffiare regolarmente tutti i vasi. Volendo potrete predisporre, se avete un terrazzo piuttosto grande, un impianto di irrigazione a goccia per facilitarvi il compito. Dovrete fare in modo che tutte le piante godano della luce necessaria e quindi, posizionare apposite strutture a scaletta vicine al muro, potrebbero rivelarsi molto utile allo scopo.

  • Introduzione orto in terrazzo Anche se non si dispone di un appezzamento di terra è possibile comunque cimentarsi con la coltivazione di ortaggi e piante aromatiche: esse infatti possono vivere anche in vasi, per cui anche un balc...
  • piantumazione concimazione irrigazione Potrete coltivare le vostre piante nei vasi tramite la semina oppure piantandovi esemplari già germogliati prodotti da voi stessi o più semplicemente mettendo a dimora piantine disponibili in commerci...

Orto per la conserva - Kit orto completo di coltivazione ortaggi - kit di semina per gli ortaggi da conserva

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,49€


Semi o Piantine

orto in terrazzo Una volta sistemati i vasi dovrete scegliere se iniziare le coltivazioni a partire dai semi oppure acquistando delle piantine. Nel primo caso avrete sicuramente un maggior lavoro da sobbarcarvi e, spesso anche una minor possibilità di riuscita. Tuttavia, nel caso delle erbe aromatiche come basilico e prezzemolo, la semina risulta essere piuttosto semplice e più economica rispetto all'acquisto delle piantine. Per gli ortaggi, invece, l'acquisto delle piantine già pronte, aumenta le probabilità di ottenere buoni risultati e pertanto è consigliabile rispetto alla semina, soprattutto se si è alle prime armi. Le piantine, che generalmente vengono vendute in apposite vaschette, andranno messe a dimora nei vasi nel minor tempo possibile dopo l'acquisto, e per i primi giorni non andranno esposte in pieno sole poiché, nella delicata fase che segue il trapianto, sono fortemente a rischio di disidratazione.


Scelta delle piante aromatiche

Sicuramente nel vostro orto da terrazzo non potranno mancare gli aromi, facili da coltivare e artefici di grandi soddisfazioni. Il basilico (Ocinum basilicum) andrà seminato al sole verso la fine dell'inverno o l'inizio della primavera e successivamente diradato. Le diverse piantine, che dovranno essere distanziate di circa 20 centimetri l'una dall'altra, cresceranno bene se avranno a disposizione luce abbondante e temperatura dai 20°C ai 25°C. Di questa profumatissima piantina ne esistono sul mercato circa una sessantina di varietà, quindi non avrete che l'imbarazzo della scelta. La seconda pianta aromatica che potrete coltivare con facilità e il prezzemolo (Petroselinum hortense) la cui semina deve avvenire direttamente all'aperto dalla fine di marzo alla fine dell'estate. La salvia (Salvia officinalis) e il rosmarino (Rosmarinus officinalis) avranno bisogno, affinché la pianta possa svilupparsi forte e rigogliosa, di un vaso piuttosto grand. Per entrambe sarà molto più semplice e sicuro optare per l'acquisto di piante pronte in un vivaio che dovranno avere un aspetto sano e forte. A queste quattro aromatiche "classiche" potrete aggiungere il timo (Thymus vulgaris), la menta piperita (Mentha piperita), l'origano (Origanum vulgare) anch'esse molto facili ed utili in cucina.


Scelta degli ortaggi

ortaggi per orto sul balcone La scelta degli ortaggi richiede una maggior riflessione poiché le esigenze, soprattutto di tipo nutrizionale, rispetto alle piante aromatiche sono decisamente superiori. Bisognerà quindi valutare con cura l'impegno che ciascuna specie comporterà e la probabilità di riuscita nella sua coltivazione in vaso. Occorre però tener presente che sarà necessario somministrare abbastanza di frequente concimi specifici per ciascuna coltura, in quantità correttamente calcolate per garantire una crescita ottimale. Per i neofiti dell'orto, il pomodoro (Solanum sp.), rappresenta sicuramente una scelta azzeccata poiché è relativamente facile da coltivare. Inoltre sul mercato è disponibile un'ampia gamma di varietà in grado di soddisfare tutti i gusti e tutte le esigenze. La terra andrà però ben concimata, e lo spazio a disposizione dovrà essere adeguato. Se utilizzerete vasi singoli per ogni pianta dovranno avere un diametro di almeno 35 centimetri e dovrete predisporre un apposito sostegno per evitare che la pianta si spezzi sotto al peso dei frutti. Se avrete l'accortezza di non lasciare mai seccare la terra, in piena estate potrete ottenere un ottimo raccolto. Il Peperone (Capsicum sp.) richiede molta luce, un terreno ben drenato e acqua quanto basta. Avendo quindi caratteristiche non molto dissimili dal pomodoro potrà essere posizionato senza problemi vicino ad esso. Se amate le fresche e croccanti insalate estive, lattuga (Lactuca sativa) e ravanelli (Rephanus sativus) sono ciò che fa per voi. La prima andrà seminata verso la fine dell'inverno in un ampio vaso lungo almeno 40 centimetri, mentre i secondi andranno seminati a spaglio da marzo ad ottobre e saranno pronti da gustare nel giro di poche settimane. Anche la zucchina (Cucurbita sp.) potrebbe dare buoni risultati, ma ricordatevi che si tratta di una pianta piuttosto ingombrante. Escludete invece di poter coltivare in vaso cavoli, cavolfiori che avrebbero scarse possibilità di successo.

Bene, ora non vi resta che godere dei frutti del vostro lavoro e non c'è nulla che dia più soddisfazione. Provare per credere!



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO